A- A+
Sport
F1, Mercedes: la nuova livrea nera per la W11 dice "no" al razzismo
La nuova livrea Mercedes sulle W11 del campionato 2020 di F1 in sostegno al movimento "Black Lives Matter"

F1, Mercedes: la nuova livrea nera per la W11 dice "no" al razzismo

La Mercedes non è solo la prima scuderia (al momento) in fatto di prestazioni - la vittoria dei Mondiali dal 2014 lo dimostra -, ma anche nella campagna di sensibilizzazione contro il razzismo. Le W11 con le quali Bottas e Hamilton correranno nel campionato 2020 di F1 avranno livree completamente nere. Un chiaro segnale per seguire l'esempio del movimento "Black Lives Matter" e mostrare il proprio impegno sociale promuovendo le diversità nella squadra. Nella lotta contro al razzismo si sono schierati entrambi i piloti del team Mercedes, a partire da Lewis Hamilton che, in queste settimane, ha preso parte alle manifestazioni fatte a Londra dal movimento, essendo anche lui di carnagione scura. Lewis ha recentemente annunciato la formazione della Hamilton Commission in partnership con la Royal Academy of Engineering dedicata a esplorare come lo sport motoristico possa essere utilizzato per coinvolgere un maggior numero di giovani neri, per poterli poi coinvolgere nel team in futuro. Saranno presenti due scritte sul telaio, anch’esse con lo stesso indirizzo antirazzista: “End Racism” (Basta col razzismo) sul profilo dell’halo, e #WeRaceAsOne (Corriamo uniti) sugli specchietti retrovisori. Perché “razzismo e discriminazione non hanno posto nella nostra società e nel nostro team” ha sottolineato Toto Wolff, capo di Mercedes Amg F1. “Sono grato a Toto”, ha sottolineato lo stesso Hamilton, “soprattutto per aver ascoltato la mia esperienza. Perché ho provato il razzismo sulla mia pelle, e ho visto amici e familiari provare il razzismo sulla loro pelle. Dobbiamo fare di tutto per sensibilizzare la gente al cambiamento”.

Il comunicato del team di Brackley

“Siamo orgogliosi della nostra cultura e dei nostri valori”, spiega il team anglo-tedesco in un comunicato, “premiamo ogni contributo individuale e i membri del nostro team raccontano una storia di inclusione. Ma ci siamo resi conto che solo il 3% dei nostri dipendenti appartengono a minoranze etniche e solo il 12% di essi è donna. Questa mancanza di diversità ci dice che dobbiamo cercare nuovi approcci per attrarre talenti da aree della società che oggi non riusciamo a raggiungere”. Intanto Hamilton ha recentemente annunciato la formazione della Hamilton Commission in partnership con la Royal Academy of Engineering dedicata a esplorare come lo sport motoristico possa essere utilizzato per un maggior numero di giovani neri, da coinvolgere nel team in futuro.

Loading...
Commenti
    Tags:
    mercedes livreamercedesmercedes f1mercedes razzismomercedes livrea razzismo
    Loading...
    in evidenza
    Elisabetta Canalis sexy da morire Costume leopardato. E il lato B...

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    Elisabetta Canalis sexy da morire
    Costume leopardato. E il lato B...

    i più visti
    in vetrina
    BELEN, LATO B IN BARCA: FOTO DA SOGNO IN MOTOSCAFO

    BELEN, LATO B IN BARCA: FOTO DA SOGNO IN MOTOSCAFO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Di Silvestre, Presidente e A.D. BMW Italia SpA: si riparte dal cliente

    Di Silvestre, Presidente e A.D. BMW Italia SpA: si riparte dal cliente


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.