A- A+
Sport

 

Il giocatore del Milan avrebbe pagato le tasse del 2008 e 2009 con un'aliquota più bassa rivela l'Unione Sarda. L'accertamento dell'Agenzia delle entrate non ha riguardato direttamente il calciatore ma una società a lui riconducibile.

I fatti risalgono al 2008 e 2009 e la verifica dell'Agenzia delle entrate non ha riguardato direttamente Kakà ma una società interposta che gestiva le entrate del giocatore.

Secondo indiscrezioni, il contenzioso amministrativo si sarebbe già chiuso con un accordo tra le parti, mentre ancora in corso quello penale che vede il giocatore iscritto nel registro degli indagati per dichiarazione infedele.

Tags:
kakàindagatofisco
in evidenza
Festival Economia: "Professione Manager" Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Il direttore di affaritaliani a Trento

Festival Economia: "Professione Manager"
Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.