A- A+
Sport
Gasperini squalificato: niente big match Atalanta-Lazio. Le motivazioni
GASPERINI (LAPRESSE)

Gasperini squalificato: niente big match Atalanta-Lazio. Le motivazioni

L'allenatore Gian Piero Gasperini non potra' guidare l'Atalanta nel big-match di mercoledi' 24 giugno contro la Lazio. Il tecnico della Dea e' stato squalificato, così come il centrocampista Pasalic, dopo il cartellino rosso rimediato nella sfida vinta 4-1 da Zapata e compagni contro il Sassuolo. Un turno dal giudice sportivo "per avere, al 27' st, contestato con veemenza l'operato dalla Var; infrazione rilevata dal IV Uomo". In Serie A sono 5 i calciatori squalificati dopo i recuperi della 25/a giornata: Borini (Verona), Cigarini e Ceppitelli (Cagliari) e Marlon (Sassuolo).

ATALANTA-LAZIO, SNAI PUNTA SULLA SQUADRA DI GASPERINI

Scudetto e Champions. Bergamo diventa un crocevia fondamentale per le ambizioni di Atalanta e Lazio che, mercoledì sera, si giocano al Gewiss Stadium una grande fetta di stagione nell'incontro più importante della 27ª giornata. I bergamaschi, dopo aver travolto il Sassuolo nel recupero di domenica, puntano ad allungare la loro striscia positiva di 6 successi consecutivi e riscuotono ottimo credito dai betting analyst di Snai: il successo dell'Atalanta è infatti ritenuto il risultato più probabile, a 2,20, mentre il «2» biancoceleste è dato a 3,05 e il pareggio si gioca a 3,65. Le due squadre hanno nel reparto offensivo il loro fiore all’occhiello e così un Over 3,5 in quota a 2,35 potrebbe essere una scelta azzeccata. Il 2-1 in favore dell’Atalanta è già uscito quattro volte nella storia della sfida e nell'occasione è dato a 9,25. Lo 0-2 per i capitolini è invece in lavagna a 20. Quanto ai probabili bomber, in primo piano Immobile, già a 27 reti. Una sua rete da primo marcatore pagherebbe 5 volte la posta. Nell'Atalanta potrebbe recuperare Ilicic, assente ieri con il Sassuolo e a quota 15 in campionato. Il suo gol dell'1-0 è offerto a 6,25.

Atalanta, Gasperini: "Champions League è l'obiettivo"

"C’erano tante incognite per questa sfida, tornavamo a giocare dopo un lungo periodo fermi. Però abbiamo fatto bene, non era facile assolutamente perché il Sassuolo è una squadra assai pericolosa. La mia espulsione? Non ho detto nulla di grave al direttore di gara, il rosso è esagerato. Le decisioni al Var sono state pesanti: ero prevenuto con Abisso, e da parte mia non va bene, ma il secondo gol è pesante", spiega Gasperini dopo il 4-1 di Atalanta-Sassuolo ai microfoni di Sky Sport. Il tecnico della Dea racconta il travaglio dei mesi passati: "Eravamo tutti sconcertati, dopo Valencia pensavamo che la situazione sarebbe durata di meno. Poi è esplosa, soprattutto qui a Bergamo con tanti morti e contagiati. I ragazzi li sentivo ma li ho lasciati liberi, cercavano di allenarsi per conto loro. Hanno avuto grande attaccamento alla città, nessuno se ne è andato e sono sempre stati convinti che prima o poi si sarebbe ripreso". Ad agosto l'Atalanta tornerà in campo tra le 'super 8' della Champions League. Ma Gasp guarda al presente:  "Ci penseremo più avanti. La Champions la immaginavamo diversa, volevamoi portare tanti bergamaschi in giro per l’Europa. E’ una competizione che sarà rivoluzionata. Speriamo che ci sia un po’ di pubblico, senza tifosi si perde spettacolo. Ma adesso pensiamo solo al campionato, perché per partecipare di nuovo alla Champions dobbiamo finire tra le prime quattro. Questo è il nostro obiettivo". L'Atalanta ha la media gol più alta d'Europa: "E’ motivo di orgoglio, forse prendiamo qualche rete in più, ma in media con la nostra posizione di classifica. Ilicic? Vediamo domani come sta, speriamo di recuperarlo per la Lazio".

Atalanta straripante, 4-1 nel recupero contro Sassuolo

L’Atalanta riparte da dove aveva chiuso, ovvero vincendo in goleada contro il Sassuolo nel recupero della 25^ giornata di Serie A. Dopo i 7 gol al Lecce, la squadra di Gasperini ne rifila 4 ai neroverdi portandosi momentaneamente a -3 dall’Inter, attesa dall’altro recupero con la Sampdoria. Decidono la doppietta di Zapata, il gol di Djimsiti e l’autorete di Bourabia, il quale nel finale si riscatta e rende meno amara la serata segnando il gol della bandiera per la squadra emiliana. Sontuosa anche la prestazione di Gollini, decisivo in almeno tre o quattro occasioni a salvare la porta nerazzurra.   Eppure la compagine emiliana era partita con grande personalità, creando in pochi minuti una palla gol con Defrel e due potenziali occasioni con Boga e Caputo, fermati in fuorigioco per questione di centimetri. Sotto tono invece l’inizio dei bergamaschi, che si fanno vedere soltanto a ridosso del quarto d’ora per due volte con Zapata, prima impreciso di testa poi sfortunato in un rimpallo che non gli permette di concludere a rete. Sono però le due fiammate che accendono i nerazzurri e cambiano improvvisamente la gara. Al 16’ arriva infatti il vantaggio locale di Djimsiti sulla sponda di Caldara, seguito dopo appena tre minuti dal raddoppio di Gomez, annullato però per un presunto tocco di mano di Gosens su cross di Zapata. Al 28’ il Papu prova a rifarsi con un gran tiro di mancino dal limite, sfiorando di un nulla il palo alla destra di Consigli. Il raddoppio dell’Atalanta arriva comunque al 31’ ad opera di Zapata, che insacca di testa da due passi su assist aereo di Gosens. Il colombiano colpisce anche un traversa poco più tardi, ma la Dea è scatenata e prima dell’intervallo trova anche il tris: Gosens sfonda a sinistra, il cross basso carambola su Bourabia che scivolando la mette nella sua porta. Il Sassuolo prova a reagire con orgoglio per rendere meno amaro il primo tempo, Gollini però è bravissimo a dire no prima a Berardi e poi a Caputo, ripetendosi in avvio di ripresa con un super intervento su Defrel. Tante le occasioni per gli ospiti, la maggior parte delle quali appunto sventate dal giovane portiere nerazzurro. L’Atalanta davanti invece è spietata e al 66’ trova anche il poker, ancora una volta con Zapata che insacca di testa sulla punizione di Gomez. Nel finale succede poco altro, da segnalare soltanto il gol della bandiera ospite firmata da Bourabia, che si riscatta parzialmente dopo la sfortunata autorete. 

ATALANTA-SASSUOLO 4-1 TABELLINO

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Caldara, Djimsiti (86' Djimsiti), Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler (69' Malinovsky), Gosens (69' Castagne); Pasalic, Gomez (88' Colley); Zapata (69' Muriel). Allenatore: Gasperini

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan (46' Muldur), Marlon (69' Magnani), Peluso, Kyriakopoulos; Locatelli (77' Obiang), Bourabia; Berardi (61' Djuricic), Defrel, Boga (61' Haraslin); Caputo. Allenatore: De Zerbi

Arbitro: Chiffi

Marcatori: 16' Djimsiti (A), 31', 66' Zapata (A), 38' aut. Bourabia (S), 92' Bourabia (S)

Ammoniti: Toljan, Peluso, Marlon (S), Djimsiti, Muriel, Pasalic, Toloi (A)

Commenti
    Tags:
    atalanta sassuologasperiniatalantaatalanta sassiuolo 4-1
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Skoda Kodiaq, ordinabile in Italia

    Nuovo Skoda Kodiaq, ordinabile in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.