A- A+
Sport
Inter frena a Palermo. Mazzarri: "L'errore di Vidic? Un infortunio"

Mazzarri, "pareggio che accetto" - "La partita e' iniziata in salita, ci siamo complicati la vita e il Palermo ha avuto ancora piu' forza nell'andare a pressare. Nel secondo abbiamo fatto un'ottima mezzora, ci e' mancato solo il gol anche se sui calci piazzati ci eravamo riusciti. Ho cercato di osare, sono passato a quattro dietro, e' stata partita in cui un episodio poteva far pendere la bilancia da una parte e dall'altra. Il risultato finale e' frutto di una partita equilibrata e difficile, lo accettiamo perche' fa parte del processo di crescita, so cosa dire ai ragazzi". Cosi', ai microfoni di Sky Sport, il tecnico dell'Inter Walter Mazzarri ha commentato l'1-1 del Renzo Barbera contro il Palermo. "Quello di Vidic e' un infortunio - ha aggiunto in merito al clamoroso errore del difensore ex Manchester United, che ha regalato il vantaggio ai rosanero -, un po' come il portiere che si fa passare la palla fra le gambe. Succede una volta ogni cento anni. Sapevamo che il Palermo ci avrebbe pressato fin dal primo minuto e che avremmo dovuto far passare la sfuriata iniziale, poi nel secondo tempo abbiamo fatto tanto, li abbiamo schiacciati, abbiamo tirato tanto per poi nel finale rischiare anche di perdere. Dobbiamo continuare cosi', andare su tutti i campi cercando di vincere, stasera abbiamo pareggiato e va bene cosi'".

Tra le fila dei nerazzurri si e' distinto Mateo Kovacic, ormai leader del centrocampo di Mazzarri: "E' stato fermo tre, quattro giorni e non si e' allenato bene, si e' visto nel finale che non ce la faceva piu', non era piu' lucido e ho dovuto cambiarlo. E' un giocatore in crescita, e' diventato concreto e va in gol con facilita', la sua crescita me l'aspettavo".

"Le punte non sono state brillanti - ha continuato -. Mauro (Icardi, nda) gioca in continuazione, Osvaldo non ha ancora la condizione, Rodrigo e' ancora a mezzo servizio tanto che volevo far rifiatare Icardi ma non ho potuto. Non hanno la continuita' per giocare sempre. E' infatti non hanno partecipato abbastanza alla manovra. Rispetto all'anno scorso la rosa e' migliorata, ci serve avere giocatori intercambiali, si pensi alle fasce con quattro esterni come D'Ambrosio, Nagatomo, Dodo' e Jonathan che si possono alternare anche in base agli avversari e ai tanti impegni. Jonathan sta attraversando un momento particolare, l'anno scorso ha fatto molto bene ma ora e' un po' deve recuperare da un infortunio. Anche in mezzo a campo ci sono tanti ricambi, stasera non c'era Hernanes e ho messo Guarin. Se i ragazzi capiscono che devono allenarsi bene anche se non giocano, tutti avranno una chance". Quanto al momento poco felice del brasiliano Hernanes, Mazzarri ha sostenuto che "sono momenti che capitano, a volte vuoi spaccare il mondo ma le gambe non ti girano, ma questo vale un po' per tutti. In ogni caso con i giocatori parlo negli spogliatoi".

Kovacic risponde a Vazquez, Palermo-Inter 1-1 - Vazquez illude il Palermo, Kovacic toglie le castagne dal fuoco all'Inter e al "Barbera" si chiude sull'1-1.Iachini conferma lo stesso undici di Verona, fatta eccezione per i due esterni: fuori Pisano e Daprela', dentro Morganella e Lazaar.In avanti parte ancora dalla panchina Belotti, con Vazquez che gioca in appoggio a Dybala. Mazzarri lascia fuori Hernanes e punta su Medel in mezzo con Guarin e il recuperato Kovacic a fare le mezzali mentre arriva la conferma per il tandem Osvaldo-Icardi.Dopo una prima fiammata nerazzurra, Palermo a sorpresa in vantaggio: e' il 3', incredibile errore di Vidic nella sua area, Vazquez gli ruba palla e infila Handanovic. La reazione dell'Inter e' fiacca ma al arriva il pari: Feddal contrasta Osvaldo al limite ma il pallone finisce sui piedi di Kovacic, destro a fin di palo e Sorrentino battuto. Nel finale di tempo la squadra di Mazzarri trova anche il raddoppio con Vidic ma l'arbitro annulla per un fuorigioco di Osvaldo. A inizio ripresa quasi autogol di Juan Jesus ma Handanovic ha i riflessi pronti mentre al 6' viene annullata un'altra rete all'Inter, stavolta a Icardi: dubbi. Al 28' trema la formazione nerazzurra, con la conclusione di Vazquez deviata da Ranocchia che finisce sulla traversa e il secondo tentativo dell'argentino di un soffio sul fondo. Un minuto dopo El Mudo ancora pericoloso ma la botta al volo e' larga. Guarin impegna Sorrentino, poi nel finale il Palermo reclama per una rete cancellata a Belotti (fallo su Nagatomo) mentre Sorrentino fa un miracolo sul colpo di testa di Osvaldo. Il risultato non cambia pi

Tags:
intermazzarrikovacicvidic

i più visti

casa, immobiliare
motori
Con Citroen Ami alla scoperta di Monza

Con Citroen Ami alla scoperta di Monza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.