A- A+
Sport

Arianna Errigo non è più l'eterna seconda. Argento due anni fa a Catania e sconfitta da Elisa Di Francisca nella finale olimpica di Londra, la 25enne brianzola sfata il suo piu' grande tabu' e a Budapest si laurea campionessa del mondo 2013 nel fioretto femminile. La Errigo batte in finale la tedesca Caroline Golubytsky per 15-8, 'vendicando' la Di Francisca che era uscita sconfitta in semifinale per 13-12 per mano della teutonica ed aveva dovuto accontentarsi del bronzo. Un cammino trionfale quello della neo-iridata, che in semifinale aveva superato per 15-11 la russa Inna Deriglazova, l'allieva dell'ex ct azzurro Cerioni.

mondiale scherma 500 (11)

E il successo di Arianna consente comunque alla Di Francisca di vincere anche la Coppa del Mondo 2013. Ma la prova di forza del fioretto rosa italiano arriva dalla consapevolezza di avere, ancora una volta, portato quattro atlete nelle prime otto della classifica finale. Oltre alla campionessa olimpica ed alla sua vice, infatti, sono giunte ai quarti Valentina Vezzali e Carolina Erba. La prima, al suo rientro 83 giorni dopo aver dato alla luce il secondogenito, ha ancora una volta fatto una grande prova. Nonostante le poche settimane di allenamento sulle gambe, infatti, e' giunta sino ai quarti di finale dove e' poi uscita sconfitta per 15-8 dal derby con quella che sarebbe diventata la nuova campionessa del mondo, appunto la Errigo.

Carolina Erba, invece, e' stata fermata nell'assalto valido per salire sul podio dalla tedesca Golubytskyi per 15-5. Amara invece la sciabola maschile, dove il migliore e' Enrico Berre': il piu' giovane della delegazione italiana con i suoi 21 anni, si ferma ai piedi del podio. Un quinto posto che lascia non poco amaro in bocca, per via della sconfitta, giunta nel tabellone dei quarti, per mano del romeno Dolniceanu con il punteggio di 15-4. Si erano fermati prima, nel tabellone dei 16, invece Luigi Samele ed Aldo Montano. Il primo per mano dello stesso Dolniceanu per 15-12 mentre l'olimpionico di Atene si e' fermato contro l'oro di Londra, l'ungherese Aron Szilagyi. Per il magiaro, alla fine, bronzo come per Dolniceanu: il titolo mondiale e' andato al russo Veniamin Reshetnikov a spese del connazionale Nikolay Kovalev.

Tornando agli italiani, fuori gia' nel tabellone dei 32 il vicecampione olimpico Diego Occhiuzzi, superato dal georgiano Sandro Bazadze per 15-14 al termine di un assalto condizionato, a detta dell'azzurro, da alcune decisioni arbitrali dubbie. Sorride invece l'Italia della scherma paralimpica: Alessio Sarri, gia' bronzo alle Paralimpiadi di Londra2012, conquista una straordinaria medaglia d'oro nella prova di sciabola maschile, categoria B: battuto 15-7 il francese Cratere, poi un urlo liberatorio e un commovente abbraccio con il ct Fabio Giovannini. Nel fioretto femminile, invece, fuori nel tabellone delle 32 Marcella Li Brizzi (categoria A), eliminata nel turno delle 16 Beatrice Vio (categoria B). Domani, invece, si tira di spada. Cominciano gli uomini alle 8.30 (Paolo Pizzo, Enrico Garozzo e Matteo Tagliariol), alle 13.30 tocca alle azzurre (Rossella Fiamingo, Bianca Del Carretto, Francesca Quondamcarlo e Mara Navarria). Stesso programma per la scherma paralimpica: nella categoria A, l'Italia guarda con attenzione alle prestazioni di Matteo Betti, bronzo alle Paralimpiadi di Londra2012, e di Andrea Macri'. Nella categoria C torna in pedana invece il campione del Mondo uscente, William Russo. Per quanto concerne la spada femminile, nella categoria A l'unica azzurra in gara: la palermitana Marcella Li Brizzi.

Tags:
arianna errigoelisa di franciscamondialifiorettooro
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.