A- A+
Juventus News
Influenza 2020 febbre a 40: sintomi, durata, picco fine gennaio INFLUENZA NEWS

Influenza 2020 febbre a 40: sintomi, durata, picco fine gennaio INFLUENZA NEWS

Influenza 2020, picco a fine gennaio. Dilaga la febbre a 40. INFLUENZA GENNAIO 2020 SINTOMI, DURATA, CONTAGIO, PICCO E COSA FARE.

Influenza gennaio 2020: sintomi, durata, contagio. Picco a fine mese, ma dilaga la febbre a 40

Continuano ad aumentare i casi di pazienti colpiti dall’influenza. Si registrano però sempre più casi con polmonite e bronchite. Dilaga la febbre a 40. Ecco quello che c’è da sapere su sintomi dell’influenza, durata e contagio per riconoscerla e prevenirla.

Influenza 2020: febbre a 40

L’influenza sta per raggiungere il suo picco stagionale massimo. I casi diventano sempre più numerosi e soprattutto più gravi. Dopo febbre alta, nausea, disturbi intestinali, l’influenza diventa ancora più forte e porta con sé polmonite e bronchite. Sono stati registrati moltissimi ricoveri. Su alcune persone le complicanze sono rischiose.

La febbre influenzale generalmente supera i 38 gradi. In alcuni casi sono stati raggiunti i 40.

Influenza gennaio 2020: sintomi

Il Ministero della Salute ha riportato i sintomi tipici dell’influenza stagionale, spiegando che: “I sintomi dell’influenza includono tipicamente l'insorgenza improvvisa di febbre altatosse e dolori muscolari. Altri sintomi comuni includono mal di testabrividiperdita di appetitoaffaticamento e mal di gola. Possono verificarsi anche nauseavomito e diarrea, specialmente nei bambini. La maggior parte delle persone guarisce in una settimana o dieci giorni, ma alcuni soggetti (quelli di 65 anni e oltre, bambini piccoli e adulti e bambini con patologie croniche), sono a maggior rischio di complicanze più gravi o peggioramento della loro condizione di base”.

sintomi dell'influenza di gennaio 2020 possono essere di varia intensità a seconda dello stato di salute della persona che entra in contatto con il virus e a seconda dell’aggressività dello stesso.

Ecco in elenco i principali:

  • tosse, mal di gola e raffreddore con tanto muco e naso chiuso
  • mal di testa
  • febbre dai 38° in su
  • brividi e mal di ossa
  • dolori muscolari
  • sonnolenza
  • nausea, vomito, diarrea
  • mancanza di appetito
  • malessere generale
  • congiuntivite

Influenza 2020, picco a fine gennaio con polmonite e bronchite

“Stiamo entrando nella fase di picco dell'influenza stagionale. Tra Capodanno e l'Epifania abbiamo registrato un incremento dei casi” ha spiegato Silvestro Scotti, segretario della Federazione italiana dei medici di medicina generale. “Dall'inizio di gennaio abbiamo avuto almeno un 20% in più di persone colpite e questo si è rilevato sull'intero territorio nazionale. Abbiamo visto soprattutto un aumento delle complicanze di tipo respiratorio e bronchiale con alcuni casi più gravi di polmonite” ha concluso Scotti.

Il picco influenzale arriverà a fine gennaio. Bisogna fare attenzione alle complicanze tra le quali polmonite e bronchite.

Influenza gennaio 2020, arriva il picco: ecco sintomi, durata, contagio

Con la chiusura delle scuole e di alcune attività, durante le festività natalizie si è registrato un lieve calo nei contagi. In questi giorni però l’epidemia influenzale è tornata con tantissimi nuovi casi. L’influenza andrà verso il picco stagionale, soprattutto a causa della riapertura delle scuole, uno dei principali luoghi di contagio. Ad essere colpiti saranno soprattutto i bambini sotto i 5 anni, ma gli anziani dovranno fare molta attenzione al rischio di complicanze.

“Nell'ultima settimana del 2019 si è registrato un leggero calo dei casi di influenza, ascrivibile al periodo di chiusura delle scuole, principali centri di diffusione del virus” aveva spiegato nei giorni scorsi Giovanni Maga, direttore del laboratorio di Virologia Molecolare presso l'Istituto di Genetica Molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche di Pavia. “Dalla prossima settimana con la ripresa della piena attività di scuole e uffici è prevedibile un aumento dei casi di influenza” aveva affermato l’esperto la prima settimana di gennaio.

Influenza gennaio 2020: durata negli adulti e nei bambini

L’influenza ha una durata diversa a seconda dell’età della persona colpita. Negli adulti dura circa 7 giorni, nei bambini circa 10. L’effettiva durata tuttavia può variare in base allo stato di salute della persona colpita e dall’aggressività del virus.

Influenza gennaio 2020, vaccino: “Tutti i ceppi del virus sono coperti dai vaccini disponibili”

Il direttore Giovanni Maga ha spiegato che: “I virus dominanti sono i classici A/H1N1 e H3N2, seguiti dal virus di tipo B che al momento mantiene una circolazione limitata. Tutti i ceppi sono coperti dai vaccini disponibili. Anche se siamo avanti nella stagione è comunque consigliabile vaccinarsi per chi non l'avesse ancora fatto”.

Influenza gennaio 2020: contagio e incubazione

Il contagio avviene in modo molto semplice, entrando in contatto con le goccioline di saliva o muco di una persona influenzata. Le goccioline possono essere trasmesse semplicemente parlando a distanza ravvicinata o tramite uno starnuto oppure attraverso il contatto con superfici contaminate dal virus o con fluidi corporei.

Solitamente la comparsa dei sintomi influenzali avviene dopo circa una settimana dal contagio. Il periodo di incubazione può comunque durare dai 3 ai 7 giorni.

Gli adulti influenzati sono contagiosi dai 3 ai 7 giorni, i bambini invece possono trasmettere il virus per una durata di tempo superiore.

Influenza gennaio 2020: come evitarla. INFLUENZA INTESTINALE GENNAIO 2020 CONSIGLI PER PREVENIRE

Per prevenire l’influenza ed evitare di contagiare gli altri, esistono alcuni accorgimenti molto semplici da prendere. Ecco dunque alcuni consigli utili per prevenire l’influenza.

  • Lavare spesso le mani. Lavarle sempre dopo essere stati sui mezzi pubblici.
  • Non toccarsi il viso con le mani sporche
  • Coprire la bocca ed il naso con un fazzoletto usa e getta quando si tossisce o si starnutisce. Gettare poi il fazzoletto.
  • Usare fazzoletti usa e getta per soffiarsi il naso
  • Bere tanta acqua per evitare la disidratazione
  • Coprirsi bene quando si esce
  • Stare a riposo se si è influenzati

Influenza, l’antibiotico la cura davvero? Ecco tutta la verità e cosa fare per non sbagliare

Molte persone sono abituate a prendere l’antibiotico ai primi sintomi influenzali o in presenza di raffreddore. Si tratta di una pratica corretta? Ecco la verità degli esperti sull’uso degli antibiotici in caso di influenza. L’antibiotico va preso o no?

Si può prendere l’antibiotico per curare l’influenza e il raffreddore?

Gli antibiotici possono essere efficaci, ma non per qualsiasi malattia. Sono utilizzati per combattere i batteri, ma non servono a nulla in caso di virus e l’influenza, come spiega il Ministero della Salute, è una malattia solitamente provocata da virus che, a loro volta, causano infezioni che possono riguardare generalmente naso, bocca e polmoni.

Il raffreddore e l’influenza sono provocati da virus, di conseguenza l’antibiotico è inefficace.

Non bisogna assumere antibiotici senza prescrizione medica: oltre ad essere inutile può essere dannoso

Gli antibiotici non curano l’influenza e il raffreddore, come si legge su Farmaco e Cura. Il loro scopo è quello di curare infezioni batteriche, non i virus.

Oltre a non curare le infezioni virali come influenza e raffreddore, sono inefficaci anche contro molte forme di mal di gola e tosse.

Prenderli senza necessità si può dunque rivelare inutile, ma anche controproducente. Assumere spesso antibiotici può infatti causare la resistenza batterica, dunque la capacità dei microrganismi di difendersi da questi farmaci. Gli antibiotici potrebbero di conseguenza rivelarsi inefficaci quando se ne ha davvero bisogno, come in caso di infezione grave.

Gli antibiotici possono inoltre causare effetti indesiderati, fra cui disturbi intestinali ed eruzioni cutanee, anche gravi.

Loading...
Commenti
    Tags:
    influenza 2020 sintomiinfluenza 2020 febbre altainfluenza intestinaleinfluenza gennaio 2020influenza intestinale 2020 sintomiinfluenza 2020 bambiniinfluenza 2020 sintomi e duratainfluenza 2020 duratainfluenza 2020 quanto durainfluenza gennaio 2020 sintomiinfluenza gennaio 2020 quanto durainfluenza febbreinfluenza febbre altainfluenza febbre e vomito
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Mogli in quarantena? C'è un lucidalabbra speciale...

    Coronavirus vissuto con ironia

    Mogli in quarantena?
    C'è un lucidalabbra speciale...

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 2020 3 ELIMINAZIONI, NOMINATION E LITI: CHE SEMIFINALE!

    Grande Fratello Vip 2020 3 ELIMINAZIONI, NOMINATION E LITI: CHE SEMIFINALE!


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Coronavirus, marzo -85% crolla il mercato auto

    Coronavirus, marzo -85% crolla il mercato auto


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.