A- A+
Sport

di Pietro Mancini

A Roma, dopo i flop su Mazzarri e Allegri, tra i sondaggi su social network, telefonate alle radio, sms e twittate varie, emerge che il preferito di tanti è ora Roberto Mancini, visto come l’architetto della svolta, il grande regista del colpo di teatro. Una previsione? A volte, anche nel calcio, come nella vita, i sogni impossibili diventano realtà. La Roma ci ha pensato e ci pensa, molti dirigenti caldeggiano la candidatura di Robero, che ha giocato e allenato la Lazio, la grande nemica dei giallorossi, ancor di più dopo il recente derby, vinto dai biancazzurri, che si sono aggiudicati la Coppa Italia e sono entrati, dalla porta principale, in European League.

Operazione affascinante, ma molto costosa. E non solo per l’ingaggio, (l’ex tecnico del Manchester City comincia a ragionare dai cinque milioni in su), ma anche, e soprattutto, per le pretese in sede di composizione della squadra. L'ex allenatore dell'Inter accetterebbe di venire a Roma, di discutere, animatamente, con il mito dei romanisti, "er pupone", Totti, e di beccarsi gli insulti dei laziali traditi e dei romanisti fautori della "Roma ai romani e romanisti!". Mai, tuttavia, il "Mourinho delle Marche" accetterebbe di guidare una Rometta, come quella della stagione appena conclusa. Robi chiede giocatori affermati e non scommesse.

E Sabatini, il direttore sportivo, infatti, non lo ritiene adatto. Per ora, Mancini nega di essere stato contattato direttamente, anche se c’è chi sostiene che il dirigente della Roma, Fenucci, lo abbia addirittura incontrato. C'è, invece, chi pensa sia Giorgio De Giorgis (amico e manager di Roberto) a tracciare il percorso di un suo approdo nella capitale. Per adesso Mancio si rilassa, tenendosi in forma, pedalando nella sua Jesi Il nome di Mancini piace anche alla seconda metà (pubblicamente silenziosa) della proprietà giallorossa. Vi terremo informati.

Tags:
mancinilazioroma

i più visti

casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.