A- A+
Sport
Leclerc: "Ferrari, altra decisione sbagliata". Binotto: "Ha detto a Charles.."
Leclerc - Binotto (Lapresse)

Ferrari, Leclerc: anche oggi non è stata presa la decisione giusta

“Ho dato tutto fino alla fine, credo si sia visto bene nella battaglia con Perez ed Hamilton, ma sicuramente anche oggi non è stata presa la decisione giusta. Non sono nessuno per chiedere chiarimenti alla squadra, sicuramente è frustante ma non vorrei che la mia delusione oscurasse la felicità per il primo successo di Carlos (Sainz, ndr)”. E' il commento di Charles Leclerc al termine del Gp di Silverstone dove ha chiuso quarto dopo che era in testa a pochi giri dalla fine:  vittoria che gli è sfuggita con l'ingresso della Safety Car e la decisione della Ferrari di non sostituirgli le gomme. Il monegasco non ha potuto difendersi dai rivali che avevano montato le soft nel finale della corsa ed è stato superato da Sainz, Perez e Hamilton, dovendo poi difendere il quarto posto dall'attacco di Alonso.

Ferrari, Binotto: "Ho detto a Leclerc di calmarsi perché ha fatto una grande gara”

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, analizza il quarto posto di Leclerc che avrebbe potuto essere una vittoria (con doppietta insieme a Sainz): “E' stata un'occasione persa, senza la Safety Car stava vincendo e ha fatto un garone per come si è battuto. Un quarto posto strameritato, si poteva fare di più ma è stato il frutto anche di circostanze esterne. Un doppio pit stop non si poteva fare perché non c'era abbastanza distanza ai box, uno dei due avrebbe perso più tempo. Leclerc era davanti e aveva gomme più fresche di Sainz, speravamo in un degrado maggiore delle gomme degli altri ma così non è andata. Cosa ci siamo detti a caldo? Gli ho solo detto di calmarsi, perché ha fatto una grande gara”.

Sainz vince con la Ferrari a Silverstone. Perez e Hamilton sul podio

Carlos Sainz vince il Gran Premio di Gran Bretagna prendendosi il primissimo successo in carriera al termine di una gara folle. A Silverstone trionfa lo spagnolo della Ferrari davanti alla Red Bull di Sergio Perez e alla Mercedes di Lewis Hamilton. Solo quarta l'altra Ferrari di Charles Leclerc, costretto a pagare ancora una volta una follia del team, che non lo ferma a 13 giri dalla fine per mettere gomme nuove dopo l'entrata della Safety Car, quando era in testa davanti a tutti. Ne approfittano quindi i rivali che lo beffano nel finale. Altra opportunità sprecata per il monegasco, che non riesce neanche ad approfittare del settimo posto di Verstappen a causa di alcuni problemi alla sua monoposto.

La prima partenza sorride a Verstappen (partito con gomma più morbida rispetto a tutti i rivali) e ad Hamilton, che guadagnano subito primo e terzo posto ai danni delle due Ferrari di Sainz e Leclerc. Gara però subito interrotta per il bruttissimo incidente che coinvolge Russell, Tsunoda, Ocon, Albon e Zhou, con quest'ultimo che si ribalta letteralmente finendo con la macchina distrutta sulla rete di protezione a pochi metri dal pubblico, venendo salvato dall'halo protettivo.

Alla ripartenza, nelle stesse posizioni iniziali, stavolta Sainz è bravo a difendere il primo posto su Verstappen, mentre Leclerc si lascia prima superare da Perez, salvo poi riprendersi la posizione con una manovra azzardata che provoca ad entrambi un danneggiamento dell'ala anteriore.

Nel corso del decimo giro un errore di Sainz regala la testa della gara a Verstappen, ma un problema alla Red Bull costringe l'olandese al pit-stop tre tornate piu' tardi, rientrando in sesta posizione senza però ritrovare ritmo. Ritmo super che invece ha Hamilton, bravissimo ad allungare lo stint della gomma gialla da leader della corsa dopo le soste di Sainz e Leclerc, con lo spagnolo che poi cede la posizione al monegasco compagno di scuderia.

Il britannico torna terzo dopo il suo pit-stop, ma a 13 giri dalla fine entra in scena una Safety Car per problemi alla macchina di Ocon. Cambiano tutti le gomme tranne il leader Leclerc, costretto a lottare con una mescola usata dura a discapito dei rivali con quella morbida e nuova: il ferrarista lotta come un leone ma non ce la fa, chiudendo quarto dietro a Sainz, Perez ed Hamilton.

Ferrari, Sainz: giornata speciale che non dimenticherò mai

"Non so cosa dire, è fantastico. Una giornata speciale che non dimenticherò mai. Ho tenuto duro sugli attacchi dei rivali, non è stato semplice. Ho faticato all'inizio con gomme medie ma ho continuato a crederci, poi nel finale si è presentata l'opportunità dopo la Safety Car e sono stato bravo ad approfittarne. Speciale vincere qui", dice un felicissimo Carlos Sainz dopo aver ottenuto la prima vittoria in F1 nel Gran Premio di Gran Bretagna. Lo spagnolo della Ferrari è riuscito a chiudere in testa davanti a Perez e Hamilton.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    binottoferrarileclercsainz




    in evidenza
    Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”

    La conduttrice vs Striscia la Notizia

    Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”

    
    in vetrina
    Affari in Rete

    Affari in Rete


    motori
    Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

    Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.