A- A+
Sport
Lorenzo domina anche ultimo giorno di test. Ducati vicine a Rossi

Era arrivato dalla Malesia col "dente avvelenato", dopo un fine settimana molto complicatissimo a Sepang. Lascia invece l'Australia con la calma e la determinazione che l'hanno contraddistinto durante tutto l'arco della passata stagione. Jorge Lorenzo mette tutti in riga e scaccia via le preoccupazioni di Sepang, pista mal digerita dalla sua Yamaha sulla quale aveva riscontrato dei grossi problemi con gli pneumatici. A Phillip Island, nella tre giorni di test indetta in collaborazione con Bridgestone (per la MotoGP) e Dunlop (per la Moto2) allo scopo di trovare il pneumatico adatto a poter disputare la gara della classe regina e di quella intermedia senza problemi di sorta, il maiorchino domina anche nel terzo e ultimo giorno, abbassando il suo crono di lunedi' di due decimi e arrivando a sfiorare il muro dell'1'28" (1'29"068). Come nella giornata di ieri, lo segue il connazionale Dani Pedrosa (+0"390). Unico rappresentante del team Repsol Honda (complice l'assenza forzata del campione del mondo Marc Marquez), il pilota di Sabadell ha mostrato ancora una volta non solo di poter strappare la prestazione con un buon giro, ma di sapere tenere anche un buon passo sulla distanza.

Dopo esser stato scalzato da Dovizioso nel secondo giorno sul "podio" di fine giornata, Valentino Rossi gli restituisce il favore, chiudendo terzo a mezzo secondo dal suo compagno di squadra e non distaccandosi molto dal suo personale miglior crono fatto segnare nella giornata di martedi'. Anche in questa terza e conclusiva giornata di prove, il pesarese e' stato il pilota (tra i 5 "invitati" qui presenti) della MotoGP a completare il maggior numero di tornate. In quarta e quinta posizione troviamo le Ducati di Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso. L'inglese non e' riuscito a prendere Valentino per soli 52 millesimi, confermando i progressi della GP14 nel saper stare ed esser sempre piu' vicina alle rivali giapponesi. Il forlivese invece e' stato impegnato in una simulazione per selezionare il pneumatico giusto e non ha badato molto al cronometro, terminando a 1" da Lorenzo. Nella classe Moto2, il protagonista assoluto (nel bene e nel male) e' stato ancora una volta Esteve "Tito" Rabat. Lo spagnolo, fresco acquisto del team Marc VDS Racing, per il terzo giorno consecutivo si e' confermato il piu' veloce della categoria intermedia ma stavolta non ha potuto girare quanto voleva, vittima di ben due cadute. Altrettante interruzioni per permettere i soccorsi, specie nel secondo incidente in cui e' stato sbalzato da un violento highside alla curva 2: gran volo e moto distrutta, pilota sottoposto subito ad accertamenti, ma in buone condizioni. Neppure la sua uscita di scena e' pero' servita agli avversari per riavvicinarsi. Jordi Torres (che pure e' stato l'unico a migliorarsi quest'oggi) si e' fermato a 8 decimi, precedendo il finlandese Mika Kallio (compagno di team di Rabat) e l'esperto Nico Terol. La griglia della MotoGP tornera' in pista al gran completo per i test di Losail, da venerdi' a domenica (7-9 marzo).

Secondo giorno di test a Phillip Island: Lorenzo ancora in testa, terzo Dovizioso davanti a Rossi -  Jorge Lorenzo domina anche il secondo giorno di test della MotoGP a Phillip Island (4.445 metri). Lo spagnolo della Yamaha fa segnare il miglior giro in 1'29"133, davanti al connazionale Dani Pedrosa (Repsol Honda), secondo a +0"254, e al forlivese Andrea Dovizioso (Ducati), terzo a +0"254. Quarto tempo per la Yamaha di Valentino Rossi (+0"383), che perde una posizione rispetto a ieri ma che, rispetto ai cinque piloti impegnati nei test di gomme australiani, e' quello che resta di piu' in pista, facendo registrare la sua migliore performance al 74esimo dei suoi 75 giri. Quinto, dopo il secondo posto di ieri, il britannico Cal Crutchlow su Ducati a 0"527. Tra le Moto2, il migliore e' Tito Rabat (Maro Vds).

Primo giorno di test a Phillip Island Lorenzo il piu' veloce, terzo Rossi - Nei giorni scorsi aveva espresso tutte le sue preoccupazioni ma nella prima giornata di test a Phillip Island Jorge Lorenzo torna a fare la voce grossa. E' del pilota spagnolo della Yamaha - 64 giri per lui - il miglior tempo (1'29"213) al termine della prima sessione di una tre giorni mirata a testare la durata delle gomme Bridgestone per le gare della prossima stagione. Alle spalle di Lorenzo, staccato di 363 millesimi, Cal Crutchlow che con la sua Ducati effettua 67 tornate, mentre chiude il podio di giornata Valentino Rossi con l'altra Yamaha, a oltre mezzo secondo dal compagno di squadra (78 giri per il Dottore). A seguire Dani Pedrosa con la Honda (+0"748), di poco piu' lento Andrea Dovizioso con la Ducati, che pero' da Crutchlow becca quattro decimi. A onor del vero, Dovizioso ha effettuato solo 19 giri, saltando le prime ore dei test per un lieve malessere accusato nella notte. Assente il campione del mondo in carica Marc Marquez.

Tags:
lorenzovalentino rossiyamaha
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT

Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.