A- A+
Sport
giovanni malagò modificato 1

"Autolesionismo del calcio? Abete e' un amico, una persona con cui ho un ottimo rapporto, con lui ho parlato con serenita' e fermezza, ma spesso le parole vengono interpretate come se io volessi fare una rivoluzione. A mio avviso il calcio, in assoluto le Federazioni, chi piu' chi meno, non possono pensare di continuare a gestire la 'cosa', l'azienda Federazione come si faceva un anno fa. E' cambiato tutto, sta cambiando tutto, non e' un atto di accusa nei confronti del mondo del calcio, ma uno sprono verso chi dirige la macchina di andare incontro alle esigenze del mondo che viviamo". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malago', ai microfoni di Sky Tg24. "Il calcio ha ancora un formidabile appeal, ma ha perso parte di queste opportunita' per delle scelte, forse per litigiosita' all'interno delle Leghe, per la mancata opportunita' della legge sugli stadi. Non e' che non e' tutto recuperabile, ma se c'e' una congiuntura negativa e' difficile tornare a essere numeri 1 come prima - ha aggiunto Malago' -. Se uno si limita a dire 'siamo comunque ai vertici', ed e' un dato di fatto, puo' andare bene, ma da quel momento si rischia di andare indietro. Senza polemiche, vale per tutto il sistema di cui sono garante o responsabile. Quando si parla di riforme bisogna fare di qualcosa di piu' e di diverso". Parlando della riforma della giustizia sportiva, il numero 1 dello sport italiano ritiene che "si debbano modificare delle cose, e' una materia che compete a tutte le Federazioni, negli ultimi tempi si sono viste troppe differenziazioni tra la prima valutazione del reato e quella finale. I campionati cominciano tra poco, e' impensabile fare tutto entro l'inizio della stagione, ma entro fine anno ci saranno dei cambiamenti".

Tags:
malagòabeteconifigc
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.