A- A+
Sport
La Riesch vince la supercombinata. Solo bronzo per la bella Mancuso

Maria Hoefl-Riesch si conferma campionessa olimpica della supercombinata. La tedesca conquista l'oro ai Giochi di Sochi davanti all'austriaca Nicole Hosp, argento (è risalita di sette posizioni nella seconda prova), e all'americana Julia Mancuso (considerata una delle atlete più belle delle Olimpiadi), bronzo dopo che aveva chiuso al comando la prima manche. L'americana - di origini italiane - è alla quarta medaglia olimpica in carriera. Il picco fu l'oro nel Gigante di Torino 2006. A Vancouver 2010 arrivarono due argenti: in Discesa e proprio in Supercombinata dietro sempre alla Riesch.

La tedesca del resto ha mostrato in questa stagione di Coppa del Mondo una continuita' impressionante (3 vittorie e altre sei volte sul podio, primo posto nella classifica generale) e si e' resa protagonista di una prova di grande personalita'. La discesa doveva essere il suo punto di forza, e' andata male ma non si e' persa d'animo e si e' riscattata alla grande fra i pali stretti, eguagliando l'impresa di Janica Kostelic, l'unica a ripetersi per due Olimpiadi di fila (2002 e 2006). "E' stata una grande lotta - confessa - Non stavo benissimo ma ho sciato veloce. Sapevo che questa era l'occasione migliore per vincere una medaglia e che se non ci fossi riuscita oggi poi sarebbe stata dura", aggiunge la tedesca prima di annunciare che quella di Sochi sara' la sua ultima Olimpiade. Ovviamente delusa Julia Mancuso ("ma vincere un'altra medaglia e' un sogno che diventa realta'", assicura), consapevole di aver sprecato una grande chance, ma anche Tina Maze ha poco da sorridere: appuntamento col primo oro olimpico sloveno rimandato.

Unica italiana al traguardo Federica Brignone che conclude 11esima.

Nella manche di discesa aveva chiuso quattordicesima Daniela Merighetti. Ma ha scelto di non correre lo Slalom dopo la caduta in prova che le ha procurato una contusione al ginocchio sinistro."Tutto e' andato bene - spiega la 32enne velocista bresciana, tesserate per le fiamme gialle - Il percorso e' molto bello, soprattutto all'inizio, ma non disputo lo slalom per via del mio infortunio al ginocchio. Voglio concentrarmi solo sulla discesa". Stessa decisione per Elena Fanchini che aveva chiuso quindicesima. Fuori in slalom la Marsaglia (era nona a metà gara).

Tags:
maria rieschjulia mancusonicole hospsupercombinata

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.