A- A+
Sport

«Ho accolto positivamente il trasferimento del mio fidanzato in Germania. Sarebbe stato egoista da parte mia intromettermi in una scelta che riguarda la sua vita e il suo lavoro. In fondo Düsseldorf, dove stiamo cercando casa è a un’ora e un quarto di volo da qui. E chissà magari quest’anno faccio un figlio e mi sposo. Mi piacerebbe». Così Melissa Satta ha commentato, in un’intervista rilasciata in esclusiva al settimanale Chi, la clamorosa cessione del fidanzato, il calciatore Kevin Prince Boateng, passato dal Milan allo Schalke04, meno di 48 ore dopo aver segnato la doppietta che ha permesso ai rossoneri di battere il PSV Eindhoven nei preliminari di Champion’s League.

«Quando Kevin ha segnato», racconta Melissa Satta, «Io, in tribuna, mi sono commossa. Tutti hanno pensato che piangessi perché sapevo che sarebbe stata l’ultima partita di Kevin al Milan, invece non era così. Non sapevo ancora nulla. Il mio pianto era uno sfogo che accumulavo da un anno in cui venivo accusata di influire negativamente sulle prestazioni del mio fidanzato. Passavo per la strega cattiva e avrei voluto dire: “Avete visto che gioca bene anche se sta con me?”».

Al posto di Boateng al Milan è ora arrivato Alessandro Matri, fidanzato con un’altra ex velina Federica Nargi. «E’ proprio come a “Striscia la notizia”», commenta divertita Melissa Satta. «E da velina a velina posso dirle che adesso se le piglia lei le critiche, le passo il testimone». E sui commenti del suo ex fidanzato Bobo Vieri, che ha indicato Elisabetta Canalis  come l’unica compagna che “merita di essere citata”, Melissa dice: «Non puoi comandare le parole altrui. Io non lo avrei mai detto, perché da parte mia non sarebbe vero: se stai cinque anni con una persona vuol dire che c’era qualcosa. Forse ce l’aveva con me, anche se mi ha lasciato lui. Ma abbiamo una nuova vita e ognuno dà al passato il valore che crede».

Melissa spiega come il suo compagno non abbia l’amaro in bocca per la cessione improvvisa. «Secondo me è finita bene, con due gol bellissimi e una partita da incorniciare. È bello lasciare così, con una partita magica. Kevin è riconoscente al Milan, che gli ha dato tanto, è legatissimo a questa maglia, allo staff e al Presidente Berlusconi, che ha sempre creduto in lui». 

Tags:
sattaboatengshalke 04berlusconi
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Hannibal mette a fuoco l'Italia Meteo, temperature fino a 35°

Hannibal mette a fuoco l'Italia
Meteo, temperature fino a 35°


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.