A- A+
Sport
de sciglio prince

Un mese e mezzo o poco più: tanto dovrà stare fuori Mattia De Sciglio dopo l'operazione chirurgica per la lesione al menisco. La speranza dello staff medico rossonero è di riaverlo in condizione per la fine del mese di ottobre, forse per la sfida contro il Barcellona del 22 del mese prossimo.

Vista la contemporanea assenza anche di Ignazio Abate (3-4 settimane causa problema muscolare), Max Allegri dovrà ripescare Zaccardo per la fascia destra (con Poli adattato terzino come alternativa) e a sinistra spazio a Urby Emanuelson (e Kevin Constant in seconda battuta). Tenuto conto anche dei problemi di Silvestre in mezzo (per fortuna è tornato a disposizione il 19enne Vergara che diventa il primo cambio di Mexes-Zapata), non mancano i problemi in rosa per la squadra rossonera.

Tornando ad Abate, oltre ai guai fisici in proiezione ci sono anche altri nodi da risolvere sul suo conto. L'esterno difensivo rossonero è a un anno e mezzo dalla scadenza del suo contratto e nei prossimi mesi (non prima della fine del campionato comunque) si dovrebbe prendere in esame il possibile prolungamento. Attualmente Ignazio guadagna 1,8 milioni netti a stagione e la sensazione è che Mino Raiola chiederà un adeguamento sopra quota due.

Intanto, Adriano Galliani, intervistato da Sky ha precisato che il razzismo non è stato il motivo della partenza di Boateng: "Non sono le parole di Boateng ma di un'altra persona. Ho parlato più volte con lui e non è mai emersa questa difficoltà da parte sua, nessun problema. Non mi ha mai parlato di razzismo. La trattativa con lo Schalke04 è iniziata e finita in 24 ore".

Anche dallo Schalke arriva la conferma. Il direttore finanziario del club tedesco, Peter Peters fa marcia indietro. Attraverso un comunicato ha spiegato: "Kevin Prince Boateng non ha lasciato l'Italia per colpa del razzismo, è un malinteso di cui Peters si rammarica profondamente". Lo stesso Peters ha quindi chiarito: "Dopo avere parlato con il nostro direttore generale Horst Heldt, il mio assunto iniziale si è rivelato completamente sbagliato. Lui ha confermato che gli episodi di razzismo non erano sicuramente il motivo alla base del trasferimento di Kevin allo Schalke. Non appena tornerò parlerò con Kevin personalmente e mi scuserò per ciò che ho detto. Non era certo mia intenzione lanciare false calunnie sul Milan o sui tifosi italiani".

Quirico, Kaka' al Milan? A saperlo sarei rimasto in Siria - ''E' come se fossi tornato da Marte''. Domenico Quirico, inviato de La Stampa, appena rientrato in Italia aveva commentato cosi' il suo ritorno alla liberta', dopo cinque mesi di prigionia in Siria. E come chiunque fosse rimasto su Marte per cosi' tanti mesi, senza sapere nulla di nulla del pianeta Terra, anche Quirico ora si e' voluto informare sui principali eventi calcistici degli ultimi tempi. E le ultime novita' dal mondo del pallone gliele ha riportate Mario Calabresi, il direttore del quotidiano per cui lavora: ''Scudetto alla Juventus, Cavani al PSG e Kaka' al Milan''. E Quirico, sentite queste notizie, ha commentato cosi': ''Kaka' al Milan? Questa proprio non ci voleva, non l'ho mai sopportato, averlo saputo prima sarei rimasto in Siria...''.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milande sciglioabategallianiboateng
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.