A- A+
Sport
Milan brividi a Empoli. Pippo: "Regalata mezzora". Pagelle: Torres 7

LE PAGELLE DEL MILAN



Di Giordano Brega

ABBIATI VOTO 6,5 Nulla da rimproverargli sui gol, nota di merito per un paio di interventi su Pucciarelli e Vecino nel primo tempo.
ABATE VOTO 6,5 Uno dei più positivi nella riscossa del Milan. Bello il cross per la testa di Torres sul primo gol rossonero, indica la via a Honda sul pareggio e pesca nuovamente El Nino in area nell'azione che porta il Milan a un passo dalla terza rete. Tanto cuore e tante le discese arrembanti nel secondo tempo
ZAPATA VOTO 5 Persa sulla strada per Empoli la sicurezza che aveva mostrato a lungo nel match con la Juve. 
BONERA VOTO 4 Rientra dopo la prestazione negativa di Parma e non riesce a invertire la tendenza. Fa rimpiangere Rami 
DE SCIGLIO VOTO 5,5 Non commette grandi errori difensivi, ma certamente non riesce a dare un buon appoggio a Menez  sulla sinistra. Finisce per combinare poco.
VAN GINKEL VOTO 5 Parte con il piglio giusto, poi perde la bussola insieme a tutta la squadra. E dopo mezzora deve uscire per infortunio. Al suo posto BONAVENTURA, VOTO 6+. Jack a tratti riesce a dare un po' di fosforo alla manovra offensiva rossonera.
DE JONG VOTO 5 Si perde come tutti nel difficile primo tempo rossonero e in quei frangenti non riesce mai a far da scudo alla difesa.
MUNTARI VOTO 4,5. Conferma la brutta prestazione di tre giorni prima con la Juventus. In più si fa ammonire e poi rischia il secondo giallo. Inzaghi lo toglie a fine primo tempo. Al suo posto POLI VOTO 6+. L'ex doriano dà energia positiva al centrocampo rossonero.
HONDA VOTO 6,5 Il gol è un gioiello: bello e pesante. Tanto sacrificio nel primo tempo, qualche spunto nella ripresa.
MENEZ VOTO 6,5 Uno dei pochi positivi nel primo tempo. Sfortunato quando vede il suo tiro dal limite infrangersi contro la traversa sul 2-2. Dà sempre l'impressione di avere una marcia in più sui difensori avversari.
FERNANDO TORRES VOTO 7 Bello il gol di testa in un primo tempo che lo vede andare alla conclusione già qualche minuto prima (bella iniziativa personale in area, anche se il tiro non è potente). Nella ripresa ispira l'azione della traversa di Menez portandosi a spasso mezza difesa avversaria. Poi sfiora la doppietta e soprattutto dimostra una condizione fisica e tecnica che promettono molto per il futuro rossonero.

Inzaghi, non so spiegare la prima mezzora del Milan - Pippo Inzaghi al termine del pareggio 2 a 2 contro l'Empoli non si sa spiegare la prima mezzora della sua squadra. Ai microfoni di Sky Sport il tecnico del Milan ha commentato: "Non mi so spiegare la prima mezzora. E' stata una partita strana. Sapevamo che era difficile e che anche la Roma qui ha fatto fatica e vinto immeritatamente. Sapevamo che loro corrono molto e che erano molto forti sulle palle inattive, eppure gli abbiamo regalato la prima mezzora. Mi dispiace perche' nel corso della settimana avevo insistito sulle palle inattive e invece abbiamo preso due goal proprio su quelle palle. Avevo fatto due allenamenti solo sui calci piazzati dell'Empoli e sui loro blocchi. E' un peccato perche' se non avessimo preso quei due goal su calcio piazzato avremmo vinto. Poi comunque siamo stati bravi e abbiamo avuto carattere a rientrare e a rischiare di vincerla perche' nel finale abbiamo fatto molte occasione".

I rossoneri devono migliorare: "Cerchero' il modo migliore per prendere meno goal su calci piazzati che e' il nostro limite da anni. Sapevamo che dopo la prima mezzora l'Empoli sarebbe calato, ma la prima mezzora per noi e' stata da dimenticare. Comunque per noi e' un inizio di campionato buono perche' e' dal 2009 che non facevamo questi punti. Cerchiamo di migliorare gara dopo gara e pensiamo al Cesena che e' un'altra squadra difficile".

Valdifiori ha avuto eccessivo spazio, proprio come Marchisio sabato sera: "Quando giochi col 4-3-3 il vertice basso fai sempre fatica a porenderlo. E' un rischio che si puo' correre". Poi ho cambiato e fatto il 4-2-3-1 e siamo andati meglio. Il passaggio a quel modulo e' spontaneo con i giocatori che ho, ma non voglio affrettarlo. Puo' essere uno stile di gioco che possiamo giocare in futuro. Con questo sistema di gioco siamo comunque il miglior attacco del campionato. Adesso non siamo ancora pronti per cambiare perche' non abbiamo ancora certezze, ma pur senza provarlo tanto l'abbiamo fatto bene".

Buona la prova di Torres: "Sono felice per lui che e' un grande professionista, ha voglia e le qualita' sue non le scopro io. Per lui e' una grande soddisfazione aver segnato. Ha fatto ottime cose e ci regalera' tante cose belle nel corso dell'anno".

Sarri, all'Empoli e' mancato un rigore - All'Empoli manca un rigore e gli arbitri "sono delle vittime, nel senso che per loro e' difficile essere completamente avulsi da un minimo di sudditanza". Duro sfogo quello di Maurizio Sarri al termine della gara col Milan. Nel mirino del tecnico la direzione di Calvarese, e in particolare il rigore non concesso nel finale di primo tempo per un mani di Bonera. "Sembrava che fosse lontano dal compagno di squadra e avesse il tempo di togliere il braccio, mi sembrava potesse portare al rigore - commenta Sarri, poi espulso nell'intervallo - Cosa ho detto all'arbitro? Che contro le squadre con le maglie a righe hanno sempre timore a fischiare contro. Potevo fare a meno di dirlo ma anche lui poteva avere un attimo di comprensione in piu', uno puo' essere arrabbiato e puo' dire cose che vanno oltre". Ma secondo Sarri, comunque, "gli arbitri sono sottoposti a una risonanza mediatica diversa da una piazza all'altra, lo capisco anche". Detto questo, pero', il tecnico dell'Empoli riconosce che "gli episodi determinanti sono stati due: prendere il 2-1 nel finale di primo tempo, quando meritavamo anzi un vantaggio superiore, e la palla gol di Tavano del possibile 3-1, visto che due minuti dopo e' arrivato il pari". Per Sarri, i suoi, hanno pagato la stanchezza della gara di Cesena. "Venendo da una partita fatta tre giorni fa, se tenessimo sempre i ritmi dei primi 30-35 minuti, non parleremmo di salvezza e anche l'aver giocato sul sintetico la partita di sabato ci ha un po' penalizzato". Ma per il futuro, Sarri resta fiducioso e va avanti per la sua strada: "questa squadra ha certe caratteristiche e non credo valga la pena snaturarle, possiamo fare bene e stare in lotta per la salvezza rispettando queste caratteristiche".

Tags:
milanempoliinzaghitorresbonerazapatamenezbonaventura
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.