A- A+
Sport
Menez (voto 7+) rilancia il Milan. Pagelle. Mercato: preso Paletta

LE PAGELLE DEL MILAN
Di Giordano Brega

DIEGO LOPEZ VOTO 7 - Doppio salvataggio su Varela e Nocerino nel primo che evita il tracollo (sarebbe stato un rovinoso 1-2 che avrebbe complicato non poco il match). Secondo tempo più tranquillo.

ZACCARDO VOTO 7 - Titolare per emergenza generale, risponde con una prestazione perfetta: preciso in chiusura, provoca il rigore che regala il vantaggio milanista e chiude la partita con il gol del 3-1.

ALEX VOTO 6 - Capitano per una notte, il brasiliano vigila sulle palle alte e non commette grandi errori.

RAMI VOTO 5,5 - Imperdonabile leggerezza nel primo tempo quando, per non spazzare via, perde palla nell'area piccola e rischia di provocare il gol che avrebbe mandato sotto il Milan.

BOCCHETTI VOTO 5,5 - Arriva e subito viene buttato dentro a causa delle mille assenze che gravano sul Milan attuale: si vede la ruggine di un giocatore che non metteva piede in campo da fine ottobre. Sul gol del Parma non è attento. Cresce un po' nella ripresa.

VAN GINKEL VOTO 4,5 - Inzaghi gli dà una maglia da titolare, ma l'olandese non risponde con una prestazione all'altezza: dovrebbe dare un po' di quadratura al centrocampo, ma non ci riesce. E viene levato dopo 45 minuti.

POLI VOTO 6- - Partita di grande sacrificio, ma con la pecca della dormita (insieme a Bocchetti) sul gol del Parma.

HONDA VOTO 5,5 - Parte benino sulla destra, si perde e va in confusione alla distanza quando Inzaghi lo sposta nella zona di sinistra.

CERCI VOTO 6,5 - Al contrario di Honda, inizia timido e cresce moltissimo quando viene spostato sulla sua amata mattonella di destra. Sprigiona almeno 4-5 volte i suoi cavalli con ottime galoppate sulla fascia. E in una di questa propizia il gol del 2-1 (di Menez).

MENEZ VOTO 7+ Segna su rigore, raddoppia con uno splendido diagonale e, in generale, vive una serata di buonissima ispirazione calcistica.

DESTRO VOTO 6 - Ci mette la grinta giusta e sfiora il gol di testa riuscendo quasi a punire una brutta uscita di Mirante. La squadra deve però ancora trovare i giusti 'parametri' per servirlo come si deve. Peccato il giallo che gli costerà la sfida contro la Juve.

ESSIEN VOTO 5+ Sostituisce Van Ginkel a inizio ripresa e almeno ci mette giusto un pochino più di 'presenza' fisica, ma nulla di più. Sbaglia per giunta un paio di appoggi abbastanza gravi.

MUNTARI S.V. 
PAZZINI S.V.

MUNOZ A GIUGNO, ARRIVA PALETTA SUBITO AL MILAN. ANTONELLI FIRMA - Il Palermo non fa sconti per Munoz. E il Milan sceglie di posticipare l'arrivo del 24enne difensore argentino a fine campionato (accordo quadriennale), quando sarà libero a parametro zero. Si sta invece definendo l'arrivo subito di Paletta: il difensore italo-argentino firmerà un contratto di tre anni e mezzo, mentre al Parma andrà un indennizzo di 6-7mila euro. Fronte Antonelli: l'esterno e ormai ex capitano del Genoa arriva in prestito con obbloigo di riscatto (4 milioni) e firma sino al 30 giugno 2018.

Inzaghi "era importante vincere, il gioco migliorera'" - "Sapevo che sarebbe stata una partita complicata: avevamo nove-dieci assenze, e' un periodo cosi', un momento negativo per risultati e giocatori disponibili. Oggi pero' siamo stati molto bravi, anche se dobbiamo migliorare nel gioco". Cosi' il tecnico del Milan, Filippo Inzaghi, nel commentare a Sky il 3-1 ottenuto contro il Parma nel posticipo di campionato. "E' stata una vittoria voluta e meritata, piano piano giocheremo meglio e recupereremo giocatori - ha detto il mister rossonero - Quando ti mancano 7-8 titolari, l'importante e' vincere. Veniamo da un momento difficile, nella rifinitura abbiamo perso anche Abate e Montolivo, due di personalita', pero' chi e' sceso ma in campo e' stato fantastico, come Zaccardo, alla sua prima partita dopo essersi sempre allenato, segnando anche un gran gol. La cosa positiva, anche quando non vengono i risultati, e' che vedo che la squadra mi segue e lavora, i ragazzi cercano di essere undici leoni. Dobbiamo giocare meglio ma oggi era molto importante vincere". Sabato c'e' la Juventus: "Cercheremo di fare una buona gara contro la squadra piu' forte del campionato. Dobbiamo tornare a essere quelli che se la giocavano con Juve, Roma e Napoli. Ci sono stati innesti importanti, ringrazio il presidente (Berlusconi, ndr) che mi ha preso i giocatori che ho chiesto, giovani che vogliono mettersi in mostra. I fischi a Destro? I tifosi vogliono sempre di piu'... Paletta? Non so nulla, ufficiale e' Antonelli, che e' molto bravo: Abate e De Sciglio finora non li abbiamo mai avuti".

Il Milan ritrova la vittoria 3-1 al Parma con doppietta di Menez e gol di Zaccardo - La doppietta di Menez e un gol di Zaccardo. Il Milan vince e prende una bella boccata d'ossigeno, proprio cio' che manca al Parma sempre piu' ultimo e alla 17esima sconfitta stagionale. Finisce 3-1 al Meazza una partita tra due squadre che si affrontano in un pessimo momento. Disperatamente in difficolta' quella crociata, alla ricerca di se stessa quella rossonera. Se gli emiliani devono fare i conti con stipendi che non arrivano, una societa' in un mare di guai e un ultimo posto in classifica imbarazzante (9 punti in 20 gare), il Milan deve venir fuori da un 2015 disastroso, con un punto in 4 partite e l'eliminazione dalla Coppa Italia.

All'inizio la squadra piu' impaurita e' quella di casa, il Parma riesce a giocare con la mente sgombra e con la stessa grinta e attenzione messa in campo in Tim Cup contro la Juve. Inzaghi passa al 4-4-2. Le defezioni sono tante, in difesa si rivede Zaccardo, a sinistra va il nuovo acquisto Bocchetti.Alex (capitano) e Rami centrali. In mezzo al campo Poli e Van Ginkel, Cerci e Honda gli esterni, in attacco Menez con Destro subito titolare. Nel Parma del dopo-Cassano, in panchina Cassani, Paletta e Lodi. Donadoni punta sui nuovi: Nocerino a centrocampo, Varela e Rodriguez nel tridente con Palladino centravanti. Prima palla-gol per gli ospiti con Nocerino che sbaglia il tiro al volo sul cross di Gobbi. Il Milan stenta, ma al 16' ha la fortuna di trovare un rigore. Sul colpo di testa di Zaccardo c'e' il braccio di Rodriguez, Doveri non ha dubbi, Menez non sbaglia dal dischetto: 1-0 al 17A°. Poco dopo annullato un gol ancora a Zaccardo, in offside sulla sponda di Rami. Il Parma non molla, il tridente funziona, ma come spesso accade al Milan il gol arriva da un corner, la mischia la risolve l'ex Nocerino che non esulta.Siamo al 24A°, diverse occasioni nella seconda meta' del 1A° tempo: il palo di Alex (bravo Mirante a deviare il tiro), il colpo di testa appena alto di Destro (male Mirante in uscita), il destro (alto) di Palladino e poi, al 39', Diego Lopez che salva prima su Varela e poi su Nocerino (male Rami) per l'1-1 con cui si chiudono (tra i fischi) i primi 45.

Nella ripresa (dentro Essien per Van Ginkel), al 12A°, il Milan si riporta avanti ancora con Menez: sinistro chirurgico dopo la volata e l'assist di Cerci. Il Parma non si arrende, ma non trova i varchi giusti per mettere in difficolta' gli avversari. Ci prova senza fortuna Palladino, mentre Mirante dice no a Cerci che comincia a trovare l'intesa giusta con Menez. Al 31' Zaccardo (gran rientro il suo) chiude la gara siglando il 3-1 su assist del solito Menez (quarto gol in due partite agli emiliani). I rossoneri ritrovano la vittoria che mancava dal 14 dicembre, la crisi del Parma non conosce fine.

Tags:
milan parmamenezcercizaccardobocchettidestroinzaghidonadoni
in evidenza
Italia ripescata ai mondiali? La sentenza della Christillin (Fifa)

Il caso scottante

Italia ripescata ai mondiali?
La sentenza della Christillin (Fifa)

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T

A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.