A- A+
Sport
el shaarawy modificato 3

"El Shaarawy? E' stanco di testa". Allegri giustifica così il mancato impiego dell'asso italoegiziano nella partita interna contro il Napoli. "E' un punto importante che tiene aperta la qualificazione diretta alla Champions League, anche se il Napoli resta a quattro punto e noi dovremo essere bravi a riprederli". Cosi' il tecnico del Milan, Massimiliano Allegri, commenta l'1-1 casalingo con il Napoli nel posticipo di campionato. "Con questo pari teniamo a distanza la Fiorentina con una partita giocata con la cattiveria giusta - spiega a Sky il tecnico rossonero - anche se abbiamo sbagliato nell'occasione del gol del Napoli. Pero' ai ragazzi non ho nulla da rimproverare".

"Eravamo a piu' di dieci punti dalla Fiorentina, che era terza - ricorda il mister rossonero - La squadra e' giovane e sta crescendo: ci vuole pazienza e anche arrivare terzi sarebbe un ottimo risultato". El Shaarawy in panchina e' una scelta che fara' discutere: "Se tutti i giocatori dovessero disputare tutte le partite, la societa' risparmierebbe nella rosa... E' stata la sorpresa del campionato, ha vent'anni ed ha realizzato in questa stagione gia' sedici gol ma nelle ultime partite non era stata all'altezza. Piu' che una questione fisica, era mentale: nel calcio ogni tanto si perde la realta' delle cose ed un giovane va gestito, cosi' come De Sciglio. E poi, quando e' uscito Boateng, ho preferito inserire Niang perche' poteva darmi un po' piu' di copertura. Robinho? Ha fatto buona partita, avevo necessita' di un giocatore che entrasse tra le linee". Allegri, che ammette come al Milan di questo periodo manchi un po' di brillantezza ("Stasera in dieci andavamo alla ricerca della palla invece di fare il contrario..."), spera in cuor suo che Balotelli usufruisca di uno 'sconto' della squalifica di tre giornate e possa tornare proprio per la prossima super sfida con la Juventus: "Mario e' un giocatore importante, ha colpi che altri non hanno. Se ce lo ridaranno, sara' a disposizione, altrimenti ho Pazzini che sta facendo grandi cose".

MONTOLIVO "PAREGGIO CHE DISPIACE" - "Il pareggio dispiace perche' eravamo andati in vantaggio e abbiamo preso gol dopo tre minuti. Dovevamo fare piu' attenzione. Poi abbiamo cercato di vincerla anche in 10, ma di fronte avevamo una squadra forte, soprattutto in avanti, per cui ci prendiamo questo punto e andiamo avanti". C'e' rammarico nelle parole del centrocampista del Milan Riccardo Montolivo dopo il pareggio in casa con il Napoli. I rossoneri avrebbero dovuto vincere per avvicinarsi agli azzurri e continuare a inseguire l'accesso diretto alla prossima Champions League: "La lezione di Firenze non l'abbiamo dimenticata - commenta il centrocampista ai microfoni di Sky -, noi scendiamo in campo per vincerle tutte ma purtroppo non ce l'abbiamo fatta contro due concorrenti dirette". La prossima giornata il Milan affrontera' la capolista Juventus, ultima sfida di un trittico terribile dopo i viola e lo stesso Napoli. E se il ricorso contro la squalifica non sara' vinto, manchera' ancora Balotelli: "Stasera Pazzini ha fatto una buona gara, andremo comunque a Torino a giocarcela. Abbiamo quattro punti di vantaggio sulla quarta - conclude Montolivo -, cercheremo di mantenerli e magari recuperare qualcosa sul Napoli".

LA PARTITA

Pandev risponde a Flamini e il Napoli riesce a mantenere 4 punti di vantaggio sul Milan, avvicinandosi sensibilmente all'obiettivo secondo posto. I rossoneri mancano quindi l'avvicinamento e a loro volta si vedono rosicchiare altri due punti dalla Fiorentina: pareggio giusto a San Siro, al termine di una partita molto bella nel primo tempo, con i gol realizzati tra il 30' e il 33', parecchio nervosa nella ripresa, con il Milan che ha chiuso in 10 (espulso Flamini) e ben 7 ammoniti.

Robinho e non El Shaarawy, acciaccato, nel tridente con Pazzini (squalificato Balotelli) e Boateng: questa la scelta di Allegri che preferisce Constant a De Sciglio. Il Milan parte meglio e serve subito un grande intervento di De Sanctis sul tiro di Boateng deviato da Cannavaro; ancora il ghanese, che lascera' il campo al 36' per infortunio, prova il tiro al volo su imbeccata di Constant, senza esito. Il Napoli non sta a guardare: Mazzarri reclama un rigore per un mani di Flamini (19') su cross di Hamsik che per l'arbitro Rocchi e' involontario. Forti dubbi. Al 26' il Milan passa: azione confusa, la palla arriva a Flamini che col sinistro, dal limite, fredda De Sanctis trovando il secondo gol consecutivo. Immediata la reazione ospite: da Zuniga ad Hamsik, di prima per Pandev che, tutto solo nel cuore dell'area rossonera, batte Abbiati per l'1-1. Il Milan subisce il colpo, nel finale di tempo il Napoli cresce e sfiora con Cavani (gran pallonetto) il sorpasso: decisivo Abbiati. Ritmi piu' lenti nella ripresa: meno spettacolo, portieri pressoche' inoperosi. Abbiati salva in un paio di uscite, Mazzarri cambia con Armero e Insigne per Pandev e Hamsik, ma e' al 27' che cambia il match visto che Flamini entra a piedi uniti su Zuniga e si merita il rosso diretto. Spazio ad El Shaarawy, il Napoli tenta di vincere la partita ma Cavani spreca una buona opportunita' (33') e Mazzarri butta nella mischia anche Calaio'. Finale nervoso, Abbiati e' bravo su Armero, poi Calaio' non trova il colpo di testa decisivo. Finisce 1-1, giusto cosi'.

Tags:
allegrimilanel shaarawy
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.