A- A+
Sport
Samuels dominante (voto 8). Lampi di Kleiza e Brooks. Pagelle Olimpia

Di Giordano Brega

Il tricolore numero 26 viene issato sul Forum: l'Olimpia Milano celebra il suo ritorno nella sua casa, quattro mesi dopo la notte dello scudetto conquistato contro Siena. Parla coach Banchi ("Sul soffitto c'è ancora molto spazio da occupare"), poi il patron Giorgio Armani ("Siete stati bravissimi perché avete vinto tutte le battaglie, non solo quelle sportive", dice ai giocatori) e il pubblico applaude. Il pre-partita contro Trento completa il celebration day. Poi i campioni d'Italia conquistano la vittoria sul parquet per 90-75 contro la mtricocola Dolomiti Energia Trento che va avanti di +4 nel terzo periodo, subisce l'onda biancorossa (14-0 che riporta i padroni di casa sul 56-46), ma nell'ultimo quartorisale e vende cara la pelle prima di capitolare definitivamente. Domina Samardo Samuels (voto 8: 15 punti, 14 rimbalzi), ottime le fiammate di Brooks (voto 7: 16 punti e grande terzo quarto), Ragland (voto 7: 16 punti anche per l'ex canturino che difende bene e mette triple pesanti) e Kleiza (voto 7: chirurgico da tre con un 4/5 nei 18 punti finali). Buona difesa di Nick Melli (voto 6) e David Moss (voto 6+) e sprazzi in attacco di Gentile pur non in serata di lustro (voto 6-). In difficoltà il play di scorta Meacham (voto 5) e sotto canestro Shawn James (voto 5)

 

video di www.olimpiamilano.com

“Questa gara presentava insidie confermate dal secondo periodo. Il numero di palle perse e un secondo quarto nel quale Trento ha segnato 28 punti lo testimoniano. Trento ha giocato una partita leggera, non aveva nulla da perdere perché il pronostico era tutto da una parte: loro si sono tolti di dosso i patemi dell’esordio con Reggio Emilia confermando quanto di buono hanno fatto trasparire in precampionato. Il terzo quarto ha dimostrato come un diverso atteggiamento difensivo ci ha poi permesso di controllare il ritmo. Poi qualche leggerezza ha riaperto la gara nel quarto periodo ma abbiamo ripreso a giocare anche con qualche perdita di continuità", ha spiegato coach Luca Banchi nel post partita.  "L’approccio iniziale è stato buono in una serata in cui era giusto celebrare lo scudetto ma che sapevo avrebbe potuto rendere l’atmosfera un po’ ovattata. Abbiamo vinto, vediamo che possiamo toccare picchi di rendimento molto alti, il talento c’è ma dobbiamo lavorare molto per trovare la condizione e migliorare nel giocare assieme”.

Diciassette palle perse sono tante: “Pecchiamo in alcuni frangenti di superficialità e sufficienza, in qualche caso c’è poca conoscenza del tipo di basket che si gioca qui. Anbbiamo avuto una tipologia di precampionato particolare, all’insegna di infortuni e assenze, anche ad Istanbul abbiamo fatto le cose migliori andando sulle certezze. E’ un processo, ma dobbiamo essere performanti nel più breve tempo possibile. Il campionato italiano è paragonabile in Europa solo a quello spagnolo mentre in Eurolega c’è la necessità di essere subito attenti e precisi in un girone come il nostro. La soluzione ai problemi è solo nel lavoro”.

Ora arriva il Barcellona al Forum. Giovedì sarà uno scontro delicato: “L’Eurolega ci ha riservato questo girone. L’impegno è enorme ma è anche un’opportunità, perché ci obbliga ad elevare il rendimento in fretta. Giocare contro queste squadre enfatizza ogni difetto. Una partita come quella di stasera, se hai delle pause, può essere sostenuta da recuperi veloci. Ma non è così in Eurolega: il Barcellona ha cambiato pochissimo, ma noi non siamo spaventati, saremo preparati, non perfetti ma preparati sì”.

Tags:
olimpia milanotrentoarmanibanchibrookssamuelsragland
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.