A- A+
Sport
Juve, Morata in zona Cesarini: "Vogliamo vincere anche la C.Italia"

"Se vogliamo vincere la Coppa Italia? Si', vogliamo vincere tutto. Siamo la Juve, non possiamo sbagliare nemmeno una partita". Cosi' Alvaro Morata, 'matador' del quarto di finale contro il Parma che ha visto la Juventus passare il turno in semifinale proprio grazie ad un gol dello spagnolo allo scadere.

"Non era facile - ha spiegato l'attaccante bianconero ai microfoni Rai - il Parma e' una squadra complicata. E' difficile vincere qui, abbiamo vinto, quello e' l'importante. Io con Llorente? E' un'altra variante che abbiamo imparato, possiamo giocare tutti insieme. Non e' importante chi gioca ma la squadra se vince". Una gara che ha visto il Parma combattere come mai era accaduto prima: "Si', l'ho detto che non era facile vincere qui. Se continuano cosi' vinceranno tante partite".

Morata all'89esimo, Parma ko e Juve in semifinale - La prima contro l'ultima. Ma i 40 punti che separano la Juventus dal Parma non si notano. In Coppa subentrano altre motivazioni e se Allegri mette in pratica un discreto turn over, Donadoni schiera un energico Parma che battaglia per l'intera partita. Bisogna cosi' attendere l'89' per vedere la Juve superare Morante. E ci pensa Alvaro Morata, servito da uno Llorente (che sembra partire in fuorigioco) che fin li' era stato ombreggiato da Paletta e Lucarelli. Per i gialloblu' arriva l'eliminazione ma forse un'iniezione di fiducia in vista del rientro in campionato, dove ci sara' da soffrire per uscire dal baratro dell'ultimo posto. Allegri parte con il 4-3-3 e punta sulla voglia di riscatto di Llorente, a guidare l'attacco per far rifiatare Morata. Al suo fianco Coman a sinistra e a destra si rivede Pepe. A centrocampo c'e' Pirlo con Marchisio e Vidal. Per Donadoni, orfano per la prima volta di Antonio Cassano dopo la rescissione consensuale del contratto, punta sul solo Palladino in attacco. La Juventus fa tanto possesso ma non riesce quasi mai ad affacciarsi dalle parti di Mirante, che nei primi 45' non fa una parata. Coman sulla sinistra parte stanco per poi crescere alla distanza, proprio mentre Pepe crolla per ovvie ragioni fisiche. I ducali ci mettono l'anima, ma non e' semplice creare anche azioni pericolose. Al 21' Pepe fa tutto bene ma il bello alla fine sono solo i due dribbling che certificano il suo pieno recupero dopo oltre un anno di stop. Un minuto dopo e' Palladino ad orchestrare il contropiede, poi vanifica tutto con un tiro che esce alto.

Quantomeno stimola il Tardini ad offrire i primi applausi dopo il silenzio alla lettura delle formazioni. Al 35' del primo tempo, Donadoni perde Mendes per un colpo alla tibia, al suo posto entra Santacroce. Al 40' gran botta di Nocerino al volo, decisiva la deviazione di Vidal in angolo. Solo al 1' di recupero arriva la prima vera palla gol per la Juventus: cross velenoso di Pepe che attraversa tutta l'area e si va a stampare sul palo. Sugli sviluppi, Vidal non inquadra. Si va al riposo sullo 0-0 e per la seconda volta nel giro di tre giorni, i bianconeri vanno al riposo senza aver segnato. Nella ripresa nessun cambio ma non serve uno scienziato per capire che servirebbe un'iniezione di sostanza ed imprevedibilita' dalla cintola in su. Uno su tutti, Pogba. Che tuttavia Allegri vuole conservare il piu' possibile in vista di Udine e lo lascia scaldare a lungo a bordo campo. Al 59' gran cross di Gobbi da sinistra, spunta Rispoli ma il tiro e' respinto da Chiellini. Pogba entra al 71', poco dopo e' la volta di Morata al posto di Coman e lo spagnolo va in assistenza di Llorente in avanti. Nel finale due palle gol per i bianconeri: prima Morata, poi Marchisio. Lo spagnolo ci mette poco ad ambientarsi, all'89' viene servito da Llorente e il gol che prolunga il sogno di rivincere la coppa 20 anni dopo. L'ultima volta fu proprio al Tardini (1994/95), contro il Parma. Non sembra un caso.

Tags:
moratajuventuscoppa italia
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.