A- A+
Sport
Napoli, De Laurentiis: "Insigne scomodo a Napoli. Mertens e Callejon..."
Insigne-Buffon (foto Lapresse)

DE LAURENTIIS, 'INSIGNE SCOMODO A NAPOLI, CAPISCA COSA FARE DA GRANDE'

"Il problema di Insigne lo deve risolvere il signor Insigne, non De Laurentiis. Insigne deve capire da grande cosa vuole fare, perché ha sempre avuto un atteggiamento di scomodità a Napoli". Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, parlando con i giornalisti prima di entrare a Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli, per la firma della convenzione per l'utilizzo dello stadio San Paolo. "Io Insigne lo capisco e lo proteggo - ha aggiunto De Laurentiis -  mi sta simpatico, però lui ha sempre sentito scomoda la situazione napoletana. Bisogna che si tranquillizzi e diventi una persona più serena ma questo è un problema suo, non glielo può risolvere Raiola o Ancelotti. E' un grandissimo calciatore e se l'allenatore non lo utilizza lui non può uscirsene con battute o con atteggiamenti quasi di sfida, perché l'allenatore è un padre di famiglia che ha 60 anni".

DE LAURENTIIS, 'KOULIBALY? VERRA' MOMENTO VENDERE PER FORZA'

"Io sono rimasto affezionato a Koulibaly e non l'ho venduto neanche per 150 milioni. Poi arriverà un momento in cui Koulibaly bisognerà venderlo per forza". Lo ha detto il presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis, fermato dai cronisti prima di entrare a Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli, per la firma della convenzione per l'utilizzo dello stadio San Paolo. "Nel frattempo - ha aggiunto De Laurentiis - c'è chi dice che non ci siamo rafforzati in difesa e sbaglia".

NAPOLI, DE LAURENTIIS, 'MERTENS E CALLEJON? NON DISPOSTO A FARE SFORZI IMPORTANTI'

"Non sono disposto a fare sforzi importanti, ogni giocatore ha un suo valore a seconda di dove gioca e che età ha. Se poi un giocatore vuole andare a fare le marchette in Cina perché viene strapagato, questo è un problema suo". Lo ha detto il presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis, rispondendo a una domanda sul futuro di Mertens e Callejon.  "Non posso considerare concorrenziale la Cina, che considero lontana - ha aggiunto De Laurentiis - se la considero vicina sono problemi loro, a me non riguardano. Nella vita bisogna scegliere se essere contenti e lavorare in quello che ti piace fare o se vuoi lavorare solo per soldi. Se consideri i soldi un fine, vadano in Cina".

NAPOLI, DE LAURENTIIS, 'STADIO? QUANDO LO VENDERANNO PER UN EURO SIMBOLICO'

"Lo stadio è della città, quando poi ce lo vorranno vendere per un euro simbolico noi ce ne faremo carico". Lo ha detto il presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis, parlando con i giornalisti davanti Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli, dove ha firmato la convenzione per l'utilizzo dello stadio San Paolo. "Il problema - ha aggiunto De Laurentiis - è che, il giorno che avessimo lo stadio, dovremmo combattere con i soprintendenti che direbbero 'questo non si può fare, quest'altro neanche'. Ci farebbero passare la voglia di stare a Napoli e ci andremmo a cercare forse una squadra in Inghilterra, lasciando il Napoli a qualcuno che ha voglia di confrontarsi con loro".

Commenti
    Tags:
    insigneinsigne napoliinsigne de laurentiismertenscallejonde laurentiiskoulibaly
    in evidenza
    Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

    La ricerca sfata i luoghi comuni

    Iodio, non solo nell'aria di mare
    Come alimentarsi correttamente

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

    Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.