A- A+
Sport
Olimpia: Laboral-Efes, due partite per il sogno final-8 di Eurolega

di Fabrizio Provera

Capitolare contro i giganti del Fenerbahce e la grandezza di Zelimir Obradovic al Forum, settimana scorsa, non ha pregiudicato in via definitiva il cammino dell'EA7 Milano nelle Top 16 di Eurolega.
Tuttavia, costringe la formazione di Luca Banchi e Alessandro Gentile ad affrontare coltello fra i denti i prossimi due impegni: quello esterno di giovedì 29 contro il Laboral Vitoria e l'impegno casalingo contro l'Efes Pilsen, in calendario venerdì 6 al Forum.
Vediamo di analizzare i due incontri nel dettaglio.

LABORAL-EA7
Il 'Baskonia', allenato per alcuni mesi da Marco Crespi (ora, al suo posto, c'è Ibon Navarro), ha perso lo smalto e soprattutto i capitali dei tempi d'oro. Il grande Andres Nocioni è andato al Real Madrid, la formazione  non è più farcita di stelle di prima grandezza, ma resta un cliente scomodissimo, che ha cambiato molto negli ultimi tempi arrivando a battere, nel campionato spagnolo, il grande Barcellona nell'ultimo turno.
Mike James, Fabien Caseur, il veterano San Emeterio, il centro francese Diop e il talentuoso lituano Shengelia sono i talenti della formazione basca, club di grande lignaggio cestistico. Il Laboral è alla pari con Milano, 1 vittoria e 3 sconfitte. Può vantare un discreto mix di fisicità e talento offensivo e dall'arco, non è tuttavia una delle maggiorenti europee, non avendo ricchezza e profondità di roster come Fenerbahce o Cska. Al pari di quanto avvenuto a Malaga, Milano può e deve vincere: arrivare a cinque gare con una sola vittoria, infatti, pregiudicherebbe- e di molto- il cammino continentale dell'EA7. Palla a due giovedì 29, dalle 20.30.

EA7-EFES
Venerdì 6 febbraio, con inizio alle 21, l'EA7 ospiterà al Forum i paperoni turchi dell'Efes, che al pari del Fener non hanno badato a spese costruendo una squadra ricca di stelle. Anzitutto in panca è arrivato Dusan Ivkovic, che a 72 anni è una delle leggende tecniche in Europa, doe ha vinto tutto, compresa ovviamente l'Eurolega (suo, in gran parte,il 'miracolo' recente dell'Olympiakos). In campo l'Efes manda ogni volta una squadra farcita di campioni, dall'ex Real Draper al lungo serbo Krstic, dalla baby stella croata Dario Saric, da Milko Bjelica a Perperoglu passando per l'ex senese Janning. L'Efes è a 2 vinte e 2 perse, ed è appena stata fatta a fettine dal sorprendente Novgorod di Rochestie, a dimostrazione del fatto che i russi non vogliono fare da formazione materasso.. L'Efes, con ogni probabilità, è una delle dirette rivali per ottenere il quarto posto, l'ultimo che consente di accedere ai quarti di finale. Vincere, pertanto, diventa un imperativo categorico per l'Olimpia.
Che lancia il suo guanto di sfida all'Europa, pronta a giocarsi tutto (o quasi) in 8 giorni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
olimpiaeurolegabaskoniaefeshackettbanchigentilebrooks
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.