A- A+
Sport
Pelé, tre giorni di lutto in Brasile. Riva: "Veniamo tutti dopo lui e Diego"

Pelé, Riva: "Lui e Maradona superiori a tutti gli altri"

pelè morto
 

Un campione ineguagliabile ma anche un uomo umile, disponibile, gentile. Gigi Riva ricorda così, conversando con l'AGI, la figura di Pelé, leggenda del calcio morto oggi a 82 anni.

"Cosa si può dire? Un grande dispiacere - dice Riva - prima o poi dobbiamo passare tutti da quella strada, lui era un grande giocatore di calcio". Un mito passato anche per Cagliari, e Rombo di Tuono lo ricorda bene: "Mi ricordo quando venne il Santos a giocare in Sardegna, era il 1972. Lui era disponibile, sapeva quello che doveva essere il suo ruolo. Avevamo lo spogliatoio pieno e lui venne a salutare tutti. Era corretto, gentile".

È questo aspetto caratteriale ad aver colpito di più l'ex bomber del Cagliari e della Nazionale: "Io ammiravo la sua semplicità - ricorda - era il più grande giocatore del mondo in quel periodo, era disponibile come se fosse uno qualsiasi, non si è mai atteggiato. Bisogna nascere così. Di sicuro avrei voluto avere la sua umiltà".

Gentile con tutti, i colleghi calciatori e i tifosi: "Era uno che se gli dicevi 'fai un autografo' o che c'è un bimbo che lo voleva salutare lui andava". E come giocatore? Lì c'è poco da dire, il più grande o comunque tra i grandi del football: "Non c'è una classifica di questi fenomeni che vengono dati al calcio, Cruijff, Pelé, tutta gente che è stata benedetta dal calcio". Oltre, ovviamente, a Maradona: "Anche con Diego ho avuto un grande rapporto. Meno male che lui e Pelé non sono stati nella stessa squadra, altrimenti non ci sarebbe stata mai partita. I campioni sono due, Pelé e Maradona, i grandi sono loro, dopo veniamo tutti dietro". E Gigi Riva? "Io no - ride - semmai lo devono dire gli altri".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
brasilefuneralimaradonapelèriva




in evidenza
Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...

Carlo Conti a Sanremo

Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...


in vetrina
Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey

Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey


motori
Lexus: tre artisti creano opere digitali per il lancio della nuova LBX

Lexus: tre artisti creano opere digitali per il lancio della nuova LBX

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.