A- A+
Sport
La Roma risponde a Preziosi: "Nessun danno al Genoa"

Baldissoni, no presunti danni a carico Genoa - "Questi presunti danni a carico del Genoa non ci sono, lo stesso vale per la gara col Sassuolo. Pensare che qualcuno voglia regalarci dei punti e' sciocco e insano". Mauro Baldissoni non ci sta. Intervenuto ai microfoni di "Radio Anch'io Sport" su RadioUno, il direttore generale della Roma replica a muso duro a chi accusa i giallorossi di aver ricevuto qualche 'aiutino' nelle ultime due gare. "Gli arbitri fanno un lavoro difficile e devono essere indipendenti, non solo nel loro stato mentale ma anche evitando pressioni inutili e non necessarie, ieri c'era un clima difficile per gli arbitri", aggiunge Baldissoni, che ne ha anche per Preziosi, che al termine della gara ha lanciato piu' di un sospetto sul successo giallorosso ("a Roma stanno succedendo troppe cose strane: non vorrei che fosse coinvolto anche il calcio"). "La frustrazione per una gara persa a volte puo' portare a delle frasi poco ponderate, bisogna ricordarsi della responsabilita' che abbiamo quando facciamo delle dichiarazioni. Preziosi si e' lasciato trasportare all'emozione". La Roma, intanto, e' a -1 dalla Juventus. "Siamo da scudetto? Lo stiamo ripetendo dall'inizio del campionato, c'e' voglia di competere per vincere e siamo in grado di farlo gia' dall'anno scorso. Poi il risultato finale dipende da tanti fattori e non tutti sono sotto il nostro controllo. Se togliamo lo scontro diretto, la Roma ha fatto piu' punti della Juve".

Certo, l'eliminazione dalla Champions brucia anche se "dal punto di vista economico, non pesa. Non abbiamo accesso a ulteriori ricavi ma non facevano parte del budget di quest'anno, avevamo messo in conto di non passare il turno". "I conti non hanno bisogno di essere messi a posto - assicura Baldissoni - Per il prossimo anno speriamo di arrivarci con sicurezza ed esperienza maggiori". E l'Europa League sara' affrontata con grande serieta', senza pensare che possa compromettere la corsa scudetto. "Giocare il giovedi' puo' crearci qualche difficolta' ma il calendario di consente di giocare domenica sera o lunedi', si avranno gli stessi tempi di recupero, non lo utilizzeremo come alibi". Per quanto riguarda il mercato, vista l'esplosione di Nainggolan, si continua a parlare di una possibile cessione di Strootman ma il dg smentisce. "Di Nainggolan dobbiamo ancora riscattare la seconda parte del cartellino - ricorda - E' un giocatore di livello internazionale, sapevamo che aveva delle qualita' di dinamismo, grinta, e giocare in un contesto qualitativamente piu' elevato ha contribuito a una sua ulteriore crescita. Ma questo non significa che per un giocatore buono che abbiamo preso, ne cediamo un altro. Pallotta si arrabbia quotidianamente nel leggere che Strootman puo' essere ceduto al Manchester United. La nostra politica e' investire su calciatori giovani che hanno margini di miglioramento e fra questi c'e' Kevin. E' molto giovane, ha un contratto lungo e su calciatori come lui intendiamo fondare il nostro futuro".

Alla Samp, intanto, sta facendo bene Romagnoli, di proprieta' della Roma. "E' un giocatore di grande prospettiva, di qualita' ma introdurre in una squadra con qualita' e ambizioni come la Roma un giocatore molto giovane e' difficile, perche' si attendono risultati immediati e i giovani, per quanto bravi, hanno necessita' di fare qualche errore". "Per questo abbiamo deciso di mandarlo in prestito per accumulare quell'esperienza che possa trasformarsi in maggior fiducia nei propri mezzi", dice ancora Baldissoni, che prende poi le difese di Iturbe: "secondo noi e', in prospettiva, un grande calciatore. Ha solo 21 anni, l'anno scorso e' stato il suo primo campionato in Italia, in una squadra con prospettive diverse da quelle della Roma. E' il suo primo campionato in una piazza piu' complessa e bisogna dare il tempo a ragazzi cosi' giovani per trovare un proprio ruolo in un gruppo di qualita' come quello della Roma". E sul dualismo Totti-Destro, aggiunge che "hanno caratteristiche diverse, e' una scelta di natura tattica". Infine una battuta sullo stadio: "siamo fiduciosi come lo eravamo prima, e' un progetto eccellente e non temiamo particolari rallentamenti"

Preziosi: "A Roma la mafia è anche nel calcio" - "In 10 abbiamo tenuto testa a una Roma molto forte. L'episodio del rosso a Perin ci ha molto penalizzato: non si puo' regalare un uomo a squadre forti come quella giallorossa". Cosi', ai microfoni di Sky, al termine di Genoa-Roma, il presidente del club ligure, Enrico Preziosi. "Banti per noi e' una iattura: secondo me lui non sa gestire le gare. Mi spiace per l'arroganza di certi arbitri che vengono qui ed innervosiscono il pubblico con decisioni discutibili, molte della quali dubbie". Ma l'affondo finale e' molto pesante, e guarda oltre le vicende strettamente calcistiche: "A Roma - sono infatti le parole del patron genoano - stanno succedendo troppe cose strane. Non vorrei che fosse coinvolto anche il calcio".

Gasperini, troppe gare determinate dai cartellini - "Sono dispiaciuto: soprattutto per come e' andata la partita, non per il risultato. Perdere con la Roma ci puo' stare. Sono rammaricato per aver giocato per circa un'ora in 10 uomini". Cosi', al termine di Genoa-Roma, l'allenatore dei Grifoni, Gian Piero Gasperini. "Sono stato espulso nell'intervallo, e' vero ma non ero nervoso. Forse l'arbitro Banti era un po' agitato. Io stavo solo esternando qualche perplessita' sull'espulsione di Perin e sull'azione che ha portato al gol della Roma. Spesso - accusa - le gare vengono determinate dai cartellini: la gestione di questi e' spesso discutibile. Se avessimo giocato in parita' numerica sarebbe stata un'altra gara, di certo piu' complicata per la Roma. Abbiamo comunque tenuto bene nella ripresa e nel finale potevamo anche pareggiare la partita". "Il rammarico per l'espulsione di Perin c'e' e si fa sentire: undici contro undici, ripeto, sarebbe stata un'altro match", ha puntualizzato Gasperini. "Genoa ridimensionato? No per niente. Usciamo dalla gara ancora piu' convinti dei nostri mezzi. Oggi ci siamo resi conti dei tanti passi in avanti fatti recentemente. E' stato brutto soltanto giocare dal 29' in inferiorita' numerica", ha poi aggiunto il tecnico del Genoa.

Totti "a Genova una vittoria pesante" - "Una vittoria pesante quella che abbiamo ottenuto ai danni del Genoa. Forse poteva essere anche piu' larga nei numeri, abbiamo creato veramente tante occasioni ma in definitiva va bene cosi'". Questo, dopo Genoa-Roma, il pensiero di Francesco Totti, esternato sul suo blog."L'aspetto determinante e' stato soprattutto l'aver recuperato punti rispetto alla Juventus, in una giornata che ci vedeva impegnati su un campo difficile come Marassi", ha aggiunto il capitano dei giallorossi.

Tags:
preziosi
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.