A- A+
Sport
Valentino Rossi è rinato: "Dicevo che sono finito? Sorrido dal podio"

Marquez, bellissima la battaglia con Valentino - Ha il solito sorriso da monello sul volto Marc Marquez che riprende da dove aveva lasciato, vincendo il GP del Qatar e portandosi subito al comando della classifica iridata dellaclasse regina. "Non mi aspettavo questo risultato, ma ancora piu' bella e' stata la battaglia con Valentino" attacca il campe'ione del mondo ai microfoni di SkyMotoGP. "Anche l'anno scorso avevamo combattuto ma quest'anno e' stato piu' bello, ci siamo sorpassati due o tre volte al primo giro e lui ha tentato di superarmi fino all'ultimo giro. Contento con questi primi 25 punti".

Rossi, per come cominciata e' stata una super gara - Il secondo posto nalla gara di Losail forse gli sta un po' stretto, ma quel che conta e' che Valentino Rossi ha mostrato di non aver perso lo smalto ed anzi e' tornato competitivo come ai vecchi tempi. La battaglia con Marc Marquez e' da archivi delle due ruote. "E' stata bellissima e sono contentissimo. Ringrazio tutti, ringrazio il mio team e ringrazio Galbusera. Secondo me oggi il suo cuore e' andato in alto. Ho ripreso Marquez e ho rischiato un po' ma non ho sbagliato niente, avevo la possibilita' di vincere ma non sono riuscito a superarlo. Lui e' stato bravo" ammette il "Dottore". "Considerando che sono partito dalla quarta fila e' stata una super gara" dice Vale ai microfoni di SkyMotoGP.

Che cosa dice a chi ti spiegava “Vale è finito”? Mi dispiace sentire durante l’inverno tanta gente che sa di moto dire che io l’anno dopo andrò piano, dovrei smettere, perché forse è la cosa più facile da dire. E’ la cosa che se ci prendi fai più bella figura… però dai…Dal podio, sorrido.

Pedrosa "contento per terzo posto" - "La pista era un po' strana, i primi scivolavano tanto. Sono partito bene ma alla prima staccata non ho fatto bene. Tanti piloti hanno iniziato a cadere e cosi' all'inizio ho preferito rallentare e prendere feeling con la pista. Dopo ho ripreso il mio ritmo e mi sono avvicinato a Rossi e Marquez ma non potevo superarli. Sono contento cosi' perche' questa pista non mi piace".

Gp Qatar, vince Marquez. Battaglia con Rossi - Nonostante i postumi della frattura alla gamba che non gli hanno permesso di effettuare i test invernali, Marc Marquez si riconferma il pilota da battere. Con le tante cadute, soprattutto quella di Jorge Lorenzo al primo giro mentre era al comando, il suo grande avversario e' stato Valentino Rossi. Il "Dottore" ci ha provato fino all'ultimo metro, ma la Honda numero 93 e' stata piu' veloce della Yamaha 46. Ma che spettacolo, che scintille tra i due in una battaglia senza colpi bassi ma solo a chi ne aveva di piu' nella manetta. Se Marquez e' sempre il campione da battere, la gara di Losail ha messo in chiaro che Rossi e' tornato ed alla grande e che per vincere il titolo bisognera' fare i conti anche con lui. Alle spalle dei primi due, un buon Dani Pedrosa che, comunque, non e' mai apparso in grado di poter lottare per la vittoria e che e' stato favorito anche dalla caduta nei chilometri finali di un bravissimo Alvaro Bautista con la Honda del team di Lucio Cecchinello, finendo a 3"370 dai primi due. Piu' lontani gli altri, con la lotta per il quarto posto che ha visto Aleix Espargaro con la Forward Racing (+11"623) avere la meglio per mezzo secondo sulal Ducati ufficiale di Andrea Dovizioso. Il compagno di team del forlivese, Cul Crutchlow e' sesto a 28 secondo e mezzo, quindi l'altra Honda Gresini di Scott Redding a 32" davanti a Nicky Hayden (Drive M7 Aspar). Nono posto per Colin Edwards (NGM Forward Racing) a 39"547, quindi a oltre 43" Andrea Iannone che e' riuscito a riprendere la corsa dopo la caduta nei primi giri che lo aveva tolto dalle prime posizioni. Chiude decimo a 43"360. Grande partenza di Jorge Lorenzo che si porta al comando seguito da Bradley Smith e da Stefan Bradl, ma il mallorchino vola fuori ed al comando si porta il tedesco della Honda Lcr seguito poi da Marc Marquez che supera Smith. Dietro di loro Andrea Iannone, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. Al secondo giro cade anche Iannone e Alvaro Bautista si porta in terza posizione, seguito da Smith, Rossi, Dovizioso e Pedrosa. Il britannico della Monster Yamaha Tech3 si riporta al terzo posto mentre la lotta per il quarto posto e' tra lo spagnolo del team Gresini e Rossi, quindi tra Smith e Valentino con il "Dottore" che lo passa e si lancia all'inseguimento delle tre Honda. Al 6 giro Bautista va largo e consente a Marquez di riprendersi il secondo posto. Ancora una tornata ed e' Valentino a portarsi dietro ai primi due. All'ottavo giro cade anche il leader Bradl, che perde l'anteriore e finisce sull'asfalto e la lotta per il primo posto e' tra Valentino Rossi che ripassa Marquez. Quindi Pedrosa, Smith e Bautista, tutti racchiusi in poco centesimi. E' battaglia tra i due campioni del mondo ma a 10 giri dal termine e' sempre il piu' titolato a tenere la testa della corsa. La tornata successiva e' quello in carica a riprendersi la leadership. Cade anche Bradley Smith che perde la quinta posizione, mentre c'e' bagarre tra Bautista e Pedrosa per la terza piazza. A due giri dalla fine cade anche Bautista, e sempre alla Curva 2. Il finale e' tutto un superarsi tra Marquez e Rossi, con il piu' giovane portacolori della Repsol Honda Hrc che riesce ad avere la meglio sulla Yamaha del "Dottore".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
rossimotogpmarquezjorge lorenzopedrosa
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare

Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.