A- A+
Sport
La Federazione russa ammette: "Non ci sono soldi per Capello"

La Federcalcio russa (Rfu) ha ammesso di non avere i soldi per pagare il ct Fabio Capello, gia' in arretrato di cinque mensilita' di stipendio d'oro sul suo ingaggio d'oro da otto milioni l'anno. "Vi dico, con responsabilita', che la Rfu semplicemente non ha soldi per pagare Capello", ha dichiarato Stepashin, ex presidente della Corte dei Conti. "E' una cosa sconveniente che non venga pagato il capo allenatore delle nazionale", ha ammesso, "a ogni modo, quando il contratto e' stato firmato, era necessario pensare alle fonti per finanziarlo e ora queste fonti vanno cercate".

"In generale", ha sottolineato Stepashin citato dall'agenzia Interfax, "da ex presidente della Corte dei Conti, credo che il pagamento debba basarsi sui risultati. Questo e' considerato un uso efficiente dei fondi". Capello si trova in ritiro con la nazionale in Austria senza i suoi collaboratori Christian Panucci e Massimo Neri che, ancora privi di contratto, hanno deciso di on aggregarsi alla spedizione. I dissapori tra la Federcalcio russa e il tecnico friulano sono iniziati dopo la precoce eliminazione della Russia all'ultimo mondiale in Brasile.

Il ct italiano e' sotto contratto fino alla Coppa del mondo del 2018, che sara' ospitata proprio dalla Russia. "Credo che la questione dello stipendio debba essere risolta per sabato, giorno della partita contro l'Austria", ha sottolineato Stepashin, "a risolverla devono essere i responsabili della firma del contratto con Capello. Per quanto ne so, sul contratto vi e' la firma di Nikolai Tolstykh (presidente della Federcalcio) con l'approvazione del ministro dello Sport Vitali Mutko". "In generale, la situazione e' estremamente sgradevole", ha concluso.

Tags:
russiafabio capelloputin
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT

Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.