A- A+
Sport
Sarà Juve-Lazio la finale di Coppa Italia. Napoli ko
Senad Lulic

La Lazio vola in finale e raggiunge la Juventus, sospinta dal solito uomo di Coppa Italia. Senad Lulic, proprio lui. Decise la storica finale del 26 maggio contro la Roma nel 2013, e decreta il passaggio del turno dei biancocelesti superando il Napoli al San Paolo. Il bosniaco e' indemoniato, entra a meta' ripresa e fa tutto da solo, capitalizzando prima un gran traversone di Felipe Anderson, poi poco dopo negando il gol a Insigne sulla linea. Benitez lascia in panchina Callegon e punta su Hamsik e Gabbiadini alle spalle di Higuain. Al contrario delle attese, Pioli invece torna al 4-3-3 e rispetto a Cagliari inserisce nell'undici titolare - ad eccezione di Berisha per Marchetti - Cataldi a centrocampo lasciando in riposare in panchina il capitano Stefano Mauri. Per l'occasione, la fascia finisce sul braccio di Miroslav Klose. Pioli si aspettava una gara di sacrificio e attenzione, cosi' e' stato. Il Napoli ha provato fin da subito a mettere in discesa il discorso qualificazione, i biancocelesti hanno provato ad assorbire e ripartire. Il primo tempo e' stato quasi tutto di marca napoletana, con gli ospiti che quando si distendono rischiano pero' di fare male. Partenopei pericolosi gia' al 9' con Mertens, che dribbla Basta sulla sinistra ma sul suo servizio Gabbiadini, pur in anticipo su Berisha, non riesce ad inquadrare lo specchio da posizione impossibile.

La risposta della Lazio arriva al 19': Klose fa da sponda, Candreva arriva a rimorchio e la sua botta da fuori area si spegne di poco al lato di Andujar. Al 24' rimpallo favorevole per Felipe Anderson ma il brasiliano non ne approfitta e Albiol riesce a neutralizzare il suo tentativo di entrare in area. Al 28' sinistro velenoso di Gabbiadini da calcio piazzato, Berisha e' battuto ma il palo salva i biancocelesti. La squadra di Pioli si distende bene in contropiede, scambiando spesso di posizione gli attaccanti, ma e' il Napoli a fare la partita e al 37' ancora Gabbiadini crea pericolo dalle parti di Berisaha. Sfortunato l'ex doriano. Al 42' la Lazio costruisce dalla destra, lancio millimetrico di Biglia e colpo di testa improbabile dell'olandese che finisce alle stelle.Pioli si sbraccia in panchina, c'era Klose solo in area. Nella ripresa e' subito Napoli: grande inserimento di Maggio sulla destra, Berisha va a vuoto ma l'ottima chiusura di Basta evita il tap in dell'accorrente Higuain. Al1 0' Pioli passa al 4-2-3-1 inserendo Mauri per Cataldi. Al 15' doppio episodio, prima Klose reclama il fallo al limite dell'area poi sul contropiede Higuain si fa recuperare da Basta e Berisha. Nell'ultima parte di ripresa girandola di cambi, entrano Lulic (per Candreva) da una parte, De Guzman (Mertens) e Callejon (Gabbiadini) dall'altra.

La Lazio inizia a premere, il Napoli si chiude per ripartire da dietro. Al 30' accelerazione di Anderson dalla destra e colpo di testa di Lulic da ottima posizione spazzato alla meglio dalla difesa di Benitez. Al 32' Hamsik la prova in girata da lontanissimo e per poco non pesca il jolly, ma e' sempre il bosniaco che stavolta gela il San Paolo, spuntando alle spalle di Maggio e Albiol, per l'1-0. Gran cross di Anderson, forse Klose in fuorigioco in avvio di azione.Benitez si gioca la carta Insigne, il folletto prova subito a far vibrare i cuori ma e' decisivo ancora Lulic, stavolta a negargli il gol sulla linea.

Tags:
juvecoppa italialazionapoli
in evidenza
Ludovica Pagani incanta Cannes Forme mozzafiato e abito Missoni

Il suo look infiamma la Croisette: FOTO

Ludovica Pagani incanta Cannes
Forme mozzafiato e abito Missoni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler

Scatti d'Affari
Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.