A- A+
Sport

ASCOLTA ALLE 11.20 L'APPROFONDIMENTO DELLA NOTIZIA SU AiRadio

 

E' sempre e solo Serena Williams la padrona di New York. Conquista il quinto Open Usa della sua carriera (secondo consecutivo, confermando il titolo del 2012, la prima volta fu nel 1999 quando era diciassettenne). Numeri pesanti: è il 17° Slam. Come il suo coetaneo Roger Federer (che ha un mese più di lei). Ma la sensazione è che per il fuoriclasse di Basilea sarà difficilissimo ritoccare i suoi numeri, mentre la 31enne del Michigan non ha alcuna intenzione di fermarsi qui. Confrontandosi con dei mostri sacri del tennis femminili adesso bisogna puntare ai 18 titoli di Chris Evert e Martina Navratilova

L'ultima perla arriva dopo una guerra di quasi tre ore contro la bielorussa Azarenka. Vicka vende cara la pelle e cede solo nel terzo set quando lascia un 6-1 a Serenena. Le finisce la benzina al quarto gioco della partita decisiva quando prende il break che decide la sfida. Ma in precedenza era stata guerriera e capace di rimontare dal 7-5, 4-1 e servizio per la Williams sino a vincere il secondo set al tie break (con Serena che aveva pure servito per il match sul 5-3).

"Victoria, hai giocato una partita incredibile. Che gran match, che gran persona e che onore giocare contro di te. Vika è un'avversaria straordinaria, una lottatrice incredibile, con lei non è mai finita fino all'ultimo punto", ha detto Serena dell'avversaria al momento della premiazione. Poi fa un bilancio del 2013 e confessa: "Ero quasi delusa del mio anno. D’accordo, ho vinto i French Open, ma la mia performance negli altri due Slam è stata molto deludente, in uno di essi non sono nemmeno riuscita ad arrivare nei quarti di finale. Adesso che ho vinto due Slam mi sento molto meglio".

 

LA CRONACA DEL MATCH - E' stato un incontro per certi versi simile a quello di tre settimane fa a Cincinnati, quando Serena aveva dominato il primo e la sfida sembrava destinata ad un veloce epilogo. Invece la tenacia della bielorussa, e anche, va detto, la collaborazione della rivale, hanno riaperto un match condizionato dal forte vento che spazzava l'Arthur Ashe Stadium. Tanti gli errori da una parte e dall'altra: 35 per Serena, 27 per la Azarenka, bilanciato pero' dai 36 vincenti dell'americana contro 17 della bielorussa. E proprio il numero dei winners ha fatto la differenza in favore della Williams. Dopo aver vinto il primo set, la 31enne campionessa americana e' stata avanti di due break nel secondo (4-1 con doppio fallo della Azarenka) ed e' andata servire per il match sia sul 5-4 che sul 6-5: nella seconda occasione ha ceduto il game all'avversaria piu' giovane di sette anni con un doppio fallo (alla fine se ne conteranno 7). Serena e' stata in vantaggio 3-1 anche nel tie break, ma sul 3-4 la bielorussa ha messo a segno un parziale di quattro punti di fila procurandosi due set point. La statunitense li ha annullati entrambi e si e' poi arresa 8-6. La Azarenka ha pero' pagato lo sforzo nella terza e decisiva partita in cui e' praticamente crollata sotto i colpi di Serena furibonda per il set perso: un 61 finale senza appello.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
serena williamsopen usaazarenkavicka
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.