A- A+
Sport
Serie A a 18, vivai, squadre B e.... La rivoluzione dello Statuto Albertini

"Cambiero' il calcio. Voglio una serie A a 18 squadre e rose con un massimo di 25 giocatori, dei quali un minimo di 10 provenienti dai vivai. Non serve 'bloccare' gli extracomunitari: non sono loro il problema della Nazionale. Ci possono essere infatti team con undici europei titolari, nessuno dei quali ovviamente schierabile in azzurro. Serve, invece, piu' qualita' e maggiore attenzione ai vivai. Dobbiamo reclutare piu' giovani e rilanciare la scuola di Coverciano". Questo, in sintesi, il pensiero di Demetrio Albertini, espresso a chiare lettere in un'intervista esclusiva pubblicata questa mattina da "La Gazzetta dello Sport".

L'ex calciatore del Milan ed ex dirigente azzurro si e' candidato alla presidenza della Figc (Federcalcio), dopo le dimissioni di Giancarlo Abete, a seguito del flop della Nazionale ai Mondiali di calcio in Brasile. Tanti i progetti di Albertini, il quale ha affermato che "in Federazione regna l'ingovernabilita'. Due componenti, Dilettanti e Lega Pro, hanno il 51% e possono eleggere da sole il presidente; ma non hanno la maggioranza in consiglio e non possono governare. Credo che si debba superare l'attuale struttura direttiva della Figc". "A ciascuno il suo. Io immagino, dentro il consiglio federale, la creazione di due 'consigli d'amministrazione" specifici, uno per l'area professionistica e l'altro per quella dilettantistica, ognuno con le proprie competenze. Cosi', peraltro, si potrebbero avere rapporti piu' diretti con Coni e Governo, che va sollecitato sullo ius soli, per far si' che chi nasce in Italia sia italiano anche per lo sport, e su una legge per il volontariato sportivo", ha aggiunto Demetrio Albertini, dalle colonne de "La Gazzetta dello Sport".

Tags:
figcalbertini

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.