A- A+
Sport
Contro Tavecchio accanimento. Mettiamolo alla prova alla Figc

Di Fausto Lupetti

Quanto è stato detto a Tavecchio può  bastare, andare oltre, accanirsi significa agire con cattiveria, sadismo, e voler fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te stesso. Insistere sugli errori degli altri non ci rende migliori.

Che diventi pure presidente della Federcalcio se ritiene di essere  sereno e a posto con la sua coscienza. E lasciamo  parlare i fatti. Solo i fatti, da lui più volte evocati perché contano,  possono dimostrare le conseguenze della frase sciagurata.

E Il nodo dei fatti verrà presto. Vedremo quale sarà la risposta di Tavecchio agli striscioni e alle gesta razziste come messa in scena, di uno scambio in cui l’ultras vorrà essere riconosciuto e visibile protagonista dello spettacolo mediatico del calcio.

Capiremo dai fatti se la lezione gli sia servita per smetterla di concedere che l’ultras sia presentato come esibizione di sentimenti, di linguaggi di gesti e  luoghi  che hanno a che fare con lo sport quando invece rappresentano una  socialità squallidamente sradicata  da valori fondamentali.
Perché la cultura attuale del calcio in Italia non è tifo ma peste.

Tags:
tavecchiofigcalbertini

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.