A- A+
Sport
Tennis, Wimbledon: impresa Kyrgios, fuori Nadal

Colpo di scena a Wimbledon 2014. Il 19enne australiano Nick Kyrgios, n. 144 del ranking internazionale entrato in tabellone grazie a una wild card, ha eliminato negli ottavi di finale Rafa Nadal, n.1 del mondo e testa di serie n.2 ai Championships. Kyrgios, nato a Canberra, padre di origine greca e madre malese, si è imposto 7-6 5-7 7-6 6-3 in poco meno di tre ore di gioco. Era dal 2005 che un teenager non eliminava il n.1 mondiale in un torneo dello Slam: in quell'occasione fu proprio Nadal a sconfiggere Roger Federer al Roland. Kyrgios affronterà nei quarti di finale il canadese Milos Raonic, che ha battuto il giapponese Kei Nishikori 4-6, 6-1, 7-6, 6-3.

FEDERER AVANTI- Prosegue invece la marcia di Roger Federer. Lo svizzero, numero 4 del mondo e del seeding, ha sconfitto lo spagnolo Tommy Robredo, numero 22 del ranking Atp e 23 del tabellone, con il punteggio di 6-1, 6-4, 6-4 in un'ora e 33 minuti di gioco. Federer, 7 volte trionfatore ai 'Championships', aspetta ai quarti il connazionale Stan Wawrinka, numero 3 del mondo e quinta testa di serie, che ha battuto lo spagnolo Feliciano Lopez, numero 26 del ranking Atp e 19 del seeding, con il punteggio di 7-6 (7-5), 7-6 (9-7), 6-3 in due ore di gioco.


FUORI SHARAPOVA - In campo femminile grande impresa per la tedesca Angelique Kerber, che ha eliminato Maria Sharapova agli ottavi. La Kerber, numero 7 del mondo e 9 del seeding, ha sconfitto la campionessa del Roland Garros con il punteggio di 7-6 (7-4), 4-6, 6-4 in due ore e 36 minuti di gioco. Kerber affronterà ai quarti di finale la canadese Eugenie Bouchard. La Sharapova deve ancora una volta rimandare il sogno di vincere Wimbledon per la seconda volta: sono passati ormai 10 anni dal suo unico trionfo.

sharapova copertina esquireSharapova (copertina Esquire)Guarda la gallery

PREOCCUPAZIONE PER SERENA WILLIAMS - Preoccupano le condizioni fisiche di Serena Williams. La statunitense si è ritirata dal torneo di doppio femminile (che giocava in coppia con la sorella Venus) contro la tedesca Kristina Barrois e la svizzera Stefanie Voegele. Inizialmente si pensava che la numero uno del mondo non scendesse nemmeno in campo. Poi ha vanamente provato a giocare, mostrando evidenti problemi fisici, con chiari segnali di disorientamento e con notevoli difficoltà negli spostamenti e nel centrare la palla. Durante il riscaldamento Serena ha chiesto l'intervento del fisioterapista, poi ha tentato di giocare, con risultati disastrosi. Nel suo turno di battuta ha commesso quattro doppi falli consecutivi, servendo da dilettante, con la pallina che (in un paio di occasioni) ha raggiunto a stento la rete. Sul 3-0 per le avversarie, dunque, è giunto inevitabile il ritiro del duo statunitense, con Venus che teneva per mano Serena per accompagnarla a salutare le avversarie e ad accomodarsi sulle sedie posizionate a bordo campo.

Tags:
tenniswimbledonkyrgiosnadalsharapova
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Covid-19, le regole europee per conviverci durante l’estate

Covid-19, le regole europee per conviverci durante l’estate


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.