A- A+
Sport
totti modificato 7

Totti migliora tra 7-10 giorni nuovi controlli - Buone notizie per il capitano della Roma Francesco Totti alle prese con un infortunio muscolare. Il giallorosso e' stato sottoposto a esami clinici e strumentali che hanno evidenziato un miglioramento della lesione miotendinea della regione ischiocrurale avvenuta durante la gara Roma-Napoli. Il calciatore -secondo quanto informa il sito della societa' capitolina- prosegue il protocollo fisioterapico e tra 7/10 giorni verra' sottoposto a nuovi controlli.

Intanto il capitano ha fatto i complimenti ai suoi compagni di squadra (nove vittorie su nove) dal suo sito ufficiale:  "Complimenti ai miei compagni che hanno dimostrato tutti quanti coraggio, forza e, come diciamo noi, due palle così! Tutti noi siamo la Roma, a prescindere da chi gioca. E dico grazie ai nostri tifosi, ci hanno sostenuto alla grande anche contro l'Udinese che in casa non perdeva da una vita. Grandi!".

Abete "Campionato interessante, Roma eccezionale" - "E' un campionato interessante con tanti gol segnati. Onestamente nessuno si immaginava questo risultato eccezionale della Roma che lascia cinque punti di distanza a squadre come Juventus e Napoli che comunque stanno facendo molto bene, ma la nostra attenzione particolare va anche sul terreno internazionale che e' la cosa che ci interessa di piu'". Sono le parole del presidente della Figc, Giancarlo Abete, a margine della consegna del Premio di Laurea "Artemio Franchi" al Salone d'Onore del Coni, a chi gli chiede un commento sulle prime 9 giornate di campionato di Serie A, che vedono la Roma di Rudi Garcia prima in classifica a punteggio pieno. Una marcia che sembra inarrestabile dopo il successo a Udine, soprattutto senza il proprio capitano, Francesco Totti. Il quale resta sempre candidato al prossimo mondiale di Brasile 2014: "Innanzitutto spero che recuperi al piu' presto per lui, per la Roma ed anche in prospettiva azzurra - spiega Abete - come ha detto Prandelli in diverse occasioni, Totti non ha bisogno di verifiche in corso d'opera. L'importante e' che arrivi in condizioni ottimali al momento dell'appuntamento e della scelta finale, che poi spettera' al commissario tecnico".

Garcia, una vittoria che contera' a fine stagione - "Abbiamo avuto forza interiore? E' cosi' dall'inizio della stagione: vincere qui, su un campo molto difficile, imbattuto da piu' di un anno, giocando in dieci, e' stato molto bello ed importante per il nostro futuro e contera' sicuramente a fine stagione". Rudi Garcia ed una Roma che non si ferma piu': con un gol di Bradley, i giallorossi superano al 'Friuli' l'Udinese e restano in testa alla classifica a punteggio pieno. Nonostante un match difficile, soprattutto nel primo tempo. E senza due pedine come Totti e Gervinho. "Nel primo tempo - spiega il tecnico della Roma ai microfoni di Sky - abbiamo sofferto troppo le ripartenze dell'Udinese ed e' colpa nostra, lasciando loro troppi spazi e senza difendere troppo bene come equilibrio di squadra. Abbiamo cambiato nell'intervallo e siamo andati meglio nella ripresa". Il mister francese ha individuato quello che, tatticamente, non e' andato: "Le soluzioni, come i pericoli, dovevano arrivare dalle fasce, per me era fondamentale sfruttarle di piu' in chiave offensiva ma nel primo tempo eravamo al di sotto dei nostri normali standard". Il gol di Bradley e' arrivato con la Roma gia' in dieci per il doppio cartellino a Maicon: "E' la forza della squadra, credere in se' stessa ed andare avanti. Oggi piu' del solito avevamo bisogno di forze fresche come Marquinho e Bradley. Era la cosa giusta da fare per essere ancor piu' pericolosi, abbiamo giocato per vincere anche se in inferiorita' numerica. In dieci si gioca meglio? Forse per una partita, ma in perdue-tre e' difficile... Bisogna essere piu' veloci ed aggressivi e puntare ai calci piazzati, per questo e' uscito Borriello ed e' entrato Marquinho, che ha piu' velocita'". Proprio Borriello, questa estate, ha deciso di restare nonostante un ruolo non sempre da protagonista: "Sono tutti importanti, oggi non c'erano Totti e Gervinho, ed io ho sempre detto ai ragazzi che uno che e' in panchina oggi sara' forse titolare domani. Per questo devo tenere tutti in grande considerazione". C'e' chi dice che la Roma abbia dalla sua la dea bendata: "La fortuna si provoca, non arriva da sola. Se uno da' tutto in campo e durante la settimana, allora puo' essere ricompensato. Pero' potevamo essere noi in superiorita' numerica alla fine del primo tempo (il mancato secondo giallo a Muriel, ndr), ma questo e' il calcio, e l'importante e' credere nella forza della squadra". Infine, un ennesimo attestato di stima per De Rossi: "E' un grande giocatore e uomo, e' uno dei nostri punti di forza".

Tags:
tottiromagarciagiallorossi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.