A- A+
Sport

GP SINGAPORE. WEBBER PENALIZZATO E ALONSO AMMONITO - Mark Webber penalizzato di dieci posizioni sulla griglia di partenza del prossimo GP in Corea e Fernando Alonso ammonito. Queste le decisioni prese dai commissari di gara del GP di Singapore per il "passaggio" che il ferrarista ha dato all'australiano, rimasto bloccato lungo il circuito di Marina Bay per la rottura del motore della sua Red Bull nell'ultimo giro della gara. I commissari, nel comunicare la decisione, ricordano che Webber "era entrato in pista senza il permesso dello steward tra il giro di ritorno e il momento in cui l'ultima vettura entra in parco chiuso" e per questo gli e' stata consegnata una nota di biasimo. Dato che per l'australiano questo e' il terzo rimprovero della stagione, e' scattata automaticamente una penalizzazione di dieci posto in griglia per la prossima gara. Il pilota della Red Bull era stato precedentemente ammonito in Bahrain, per il contatto con Nico Rosberg, e in Canada, per essere andare troppo veloce, mentre erano esposte le bandiere gialle. Ad Alonso, invece, e' stato consegnato un rimprovero per la guida "in un modo che potrebbe essere considerato potenzialmente pericoloso per gli altri piloti o qualsiasi altra persona" scrivono i commissari, che aggiungono: "due auto hanno dovuto effettuare manovre per evitarlo" quando lo spagnolo si e' fermato a raccogliere Webber.Per il ferrarista si tratta del primo rimprovero dell'anno.

VETTEL, "HO TROVATO SUBITO UN BEL PASSO" - "La partenza e' stata un po' difficile con Nico Rosberg che e' partito davanti, poi sono riuscito a tenere l'interno e tenere la prima posizione, quindi ho trovato subito un bel passo e ho controllato bene il primo stint. Qualche problema per la safety, ma dopo ho avuto un passo molto veloce. Questo non e' qualcosa che avviene per fortuna, significa che tutti hanno lavorato duramente e li ringrazio tanto". Lo ha detto Sebastian Vettel, vincitore anche nel Gp di Singapore. "La corsa e' lunga, le pareti sono molto vicine, ho controllato alla fine il divario e avevo gomme fresche rispetto agli altri. Fisicamente e' stata dura per tutti, siamo bagnati non solo per lo champagne...E' una bella pista, una bellissima soddisfazione vincere qui", ha aggiunto Vettel. Quanto al Mondiale, che lo vede avanti di 60 punti su Fernando Alonso, Vettel ha detto "Sono messo bene, non sto pensando al Mondiale ma sto apprezzando i singoli momenti, la macchina e' fantastica e tutto questo non accade per caso. Ci sono molte persone che lavorano tantissimo per andare veloci. E' un piacere guidare questa macchina", ha concluso.

ALONSO, "BENE STRATEGIA, GARA FANTASTICA" - "Abbiamo fatto una gara fantastica. Loro sono stati velocissimi e noi non avendo lo stesso passo abbiamo dovuto inventarci qualcosa di diverso e ci siamo riusciti". Questo il commento del pilota della Ferrari, Fernando Alonso, dal podio del Gp di Singapore, che ha visto lo spagnolo classificarsi al secondo posto alle spalle del solito Vettel. "Abbiamo fatto una bella partenza seguendo anche una strategia diversa ed e' andata bene - ha concluso Alonso - perche' abbiamo rischiato tanto cambiando un solo set di gomme, ma a questo punto della stagione non avevamo niente da perdere e fortunatamente tutto e' andato bene".

RAIKKONEN, "NON POTEVO FARE MEGLIO DEL 3^ POSTO" - "Il mal di schiena non ha influenzato troppo, la prossima volta andra' meglio. In generale, non potevo fare di piu'. La velocita' andava bene, sono riuscito a fare anche qualche sorpasso, ho ripreso Button e ho dovuto cercare di superarlo, sono riuscito a farlo e a centrare il podio. Il sorpasso? Sembrava piu' difficile dall'esterno, ma avevo piu' grip e sapevo dove staccare". Cosi' in conferenza stampa Kimi Raikkonen, terzo al termine del Gp di Singapore alle spalle di Vettel e Alonso.

MASSA "GARA DIFFICILE, MA NON E' ANDATA PROPRIO MALE" - "E' stata una gara difficile, con una partenza che non e' andata molto bene, perche' mi sono trovato davanti Webber e non sono riuscito a passarlo, poi abbiamo sbagliato quando c'era la safety car ed abbiamo messo le supersoft mentre tutti hanno montato le medie. Forse senza questi problemi si poteva arrivare piu' avanti, magari rischiando quello che Fernando ha rischiato". Felipe Massa analizza cosi' su Rai1 la sua gara che lo vedeva sesto al via e nell'identica posizione anche all'arrivo, ma grazie ad alcuni sorpassi nel finale. "Alla fine c'erano tutti quelli che non avevano piu' gomme, li ho passati e sono arrivato sesto, ma guardando alla prima meta' gara non e' andata proprio male".

DOMENICALI, "COMPLIMENTI A VETTEL, NOI GRANDE GARA" - "Vettel ha condotto una grande gara dall'inizio alla fine. Complimenti al vincitore". Cosi' il team principal della Ferrari, Stefano Domenicali, al termine del Gp di Singapore vinto dal campione del mondo della Red Bull davanti a Fernando Alonso e Kimi Raikkonen. "Noi abbiamo fatto una grande gara. Per il futuro piu' prossimo mai dire mai - ha continuato Domenicali ai microfoni di Sky - perche' quello che e' successo oggi a Webber potrebbe succedere anche a Vettel gia' dalla prossima gara". Riferimento al fatto che Webber e' stato costretto al ritiro proprio all'ultimo giro, a causa della rottura del motore.

GP SINGAPORE, UN VETTEL STRARIPANTE MANDA ALONSO A -60 - E sono 60! Tanti, i punti di vantaggio di Sebastian Vettel su Fernando Alonso, ancora una volta secondo, dopo il Gran Premio di Singapore. E a sei gare dalla fine della stagione il quarto titolo piloti consecutivo e' sempre piu' vicino (cosi' come il quarto per la Red Bull, +103 sulla Ferrari, nella classifica costruttori). Allo spagnolo del Cavallino non e' bastata una partenza super-aggressiva che gli ha permesso di passare quattro concorrenti in un solo colpo, prima della prima curva. Ne' gli e' servita una strategia - questa volta indovinata - che anticipando il secondo pit stop quando e' entrata la safety car per l'incidente di Ricciardo con la Toro Rosso, e' riuscito a finire la corsa con lo stesso treno di gomme, superando chi lo precedeva, tranne Vettel, quando si sono fermati per effettuare il loro cambio gomme. Alonso ci ha messo, come al solito, tanto del suo, ma il binomio Vettel-Red Bull e' davvero inavvicinabile per tutti. Davanti a tutti di mezzo secondo prima dell'ingresso della vettura di servizio, ha immediatamente ricostruito il cospicuo vantaggio quando questa e' rientrata ai box. Girando mediamente di oltre due secondi e mezzo piu' veloce rispetto agli avversari, infatti, Vettel si e' ricostruito quel mezzo secondo che gli ha permesso di effettuare la sua seconda sosta, ritornando in pista sempre al comando e, con il treno di supersoft Pirelli non utilizzato con la strategia delle qualifiche di ieri, ha rifilato allo spagnolo 3" a giro, fino agli oltre 32" di vantaggio all'arrivo. Alle spalle dei primi due, che hanno fatto corsa uno sull'altro, come dimostrano anche i messaggi via radio dai rispettivi box, e' spuntato nel finale Kimi Raikkonen. Il finnico della Lotus (ma dal prossimo anno "team mate" di Alonso in Ferrari) nonostante il problema alla schiena venuto fuori nelle qualifiche del sabato e' stato bravo a portare la sua vettura fino al terzo gradino del podio, liberandosi nei giri finali della McLaren di Jenson Button, in difficolta' con le gomme, prima che prendesse il via una serie di sorpassi da parte di chi aveva effettuato il pit stop per ultimo, come le Mercedes di Rosberg ed Hamilton e la Red Bull di Webber. L'australiano, pero', quando era quarto e vicino a Raikkonen e' stato costretto al ritiro all'ultimo giro per problemi al motore Renault (si sono viste anche le fiamme uscire dal retrotreno della sua RB9), chiudendo alla fine 15^ ad un giro. Alle spalle dei primi tre, quindi, in ordine a 51" e 53" Rosberg e Hamilton. Sesto posto (stessa posizione al via) per Felipe Massa. Il brasiliano finito nelle retrovie dopo il primo pit stop ha recuperato sulle McLaren e le Sauber in crisi di gomme, con dei buoni sorpassi. Svanito il sogno del primo podio stagionale, Button ha chiuso in settima posizione davanti al compagno di team Sergio Perez. A chiudere la "top ten" i tedeschi Nico Hulkenberg (Sauber) ed Adrian Sutil (Force India). I Mondiali, come detto, sembrano ormai avviati verso il poker Vettel-Red Bull. Tra i piloti, con Alonso a 60 punti, Hamilton e' a 96 e Raikkonen a 98. Tra i costruttori, Ferrari a -103, Mercedes a 110 e Lotus a 171. Prossimo impegno tra due settimane in Corea.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vettelalonsoraikkonenmassahamiltonsingapore
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.