A- A+
Veneto

Patrizia D'Addario è stata la vera star, contestata ma pur sempre star, della Gran Guardia, al Gran Ballo della Città di Verona, l'evento mondano patrocinato dal comune che ha richiamato un migliaio di amanti della danza nello storico palazzo sulla Bra.
 


A Verona, la donna di spettacolo, il cui nome balzò alla ribalta della cronaca per le intercettazioni a luci rosse con Silvio Berlusconi ha presenziato in onore dell'amico dj trentino Agostino Carollo, produttore dell'evento. Carollo è protagonista di un video in cui duetta con la D'Addario nella rivisitazione dance di "You like torero" di Renato Carosone. Ma non a tutti è andata giù la presenza della donna in una serata che mirava a far rivivere i grandi fasti delli balli di inizio novecento. Anche perchè secondo alcuni la manifestazione è stata organizzata senza tener conto di quanta gente c'era in sala e, secondo alcuni, mancavano addirittura la sedie per tutti.

Tags:
d'addarioverona
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.