A- A+
Viaggi
Il verde ottimismo dell'Irlanda. Viaggio per la festa di San Patrizio

Di Franca D. Scotti

il più grande miracolo di San Patrizio è probabilmente quello di saper colorare il mondo di verde. Verde smeraldo, verde speranza, verde trifoglio….verde Irlanda. La festa nazionale irlandese viene infatti festeggiata in più paesi  rispetto a qualsiasi altra festività.

L'anno scorso, ad esempio, in occasione del giorno di San Patrizio, icone mondiali come le piramidi di Giza, la statua di Cristo Redentore a Rio, la Table Mountain a Città del Capo, le Cascate del Niagara e l'Opera House di Sydney, si sono tutte tinte di verde.

Ma ovviamente, per  vivere al massimo l’entusiasmo di questa celebrazione, l'Isola di Smeraldo è il luogo migliore. In Irlanda  il St Patrick's Day sembra la festa di una superstar.

Quest'anno il Paddy's Day – come viene affettuosamente chiamato localmente- cade di lunedì, il 17 marzo, cosicché  il lungo fine settimana  invita a intensificare i festeggiamenti, specialmente a Dublino, dove si sta  organizzando una spettacolare 4 giorni , destinata a rimanere nella storia.

L'edizione 2014 del St Patrick's Festival rappresenta il primo anno dei tre che condurranno al centenario di uno degli eventi chiave  della storia  irlandese moderna: l'Easter Rising del 1916.

La capitale d'Irlanda celebrerà le persone, i luoghi e le passioni del passato e del presente, come anche le aspirazioni per il futuro, ed è per questo che il tema del festival del 2014 sarà “Let's make history”.

Ricostruzioni,  spettacoli ed intrattenimenti di strada  faranno rivivere momenti  importanti.

Per tutte le età ci saranno programmi di musica, eventi fantastici, danze e spettacoli all'aperto. Gli appuntamenti gratuiti saranno tanti e culmineranno con la Grand Parade.

Ma ci saranno anche dozzine di ulteriori opportunità per  avventurarsi - oltre trifogli e  folletti – nella vera Dublino, alla scoperta dell'anima della città  che ha dato i natali a Joyce, Beckett, Shaw.

Da venerdì a lunedì, l'Irish Craft Beer Village al George’s Dock si trasformerà in un inebriante mescolanza di musica, cibo artigianale e birre.

Il Festival Treasure Hunt, che si svolgerà il sabato, rappresenterà invece un ottimo modo per esplorare Dublino come non avete mai fatto prima e magari vivere un’avventura memorabile. Basta tracciare il proprio  percorso, decifrare gli indizi e seguire la divertente pista-romanzo che si snoda attraverso i tanti punti di riferimento proposti.                                                                            L'iscrizione alla caccia al tesoro è gratuita e può essere effettuata online sul sito web del festival o, lo stesso giorno, presso la City Hall.

Tingersi di verde

Per un grande spettacolo di verdi luminarie, nel periodo del festival, oltre 50 posti diversi tra siti storici, pub, aeroporti, centri commerciali,  monumenti, cattedrali, musei ed edifici governativi,  risplenderanno di luci verdeggianti.

In tutta l'Irlanda, dalle grandi città ai piccoli villaggi, la partecipazione al Paddy's Day è massiccia.

Wexford, per esempio, vanta la più antica delle parate del St Patrick's Day, in prima linea dal 1917. Dingle è ufficialmente la più mattiniera! Infatti, la Dingle Fife and Drum Band, provvede a svegliare la città di  Kerry alle 6 del mattino.

Limerick darà invece il benvenuto ad oltre 20 fra le più importanti bande musicali, provenienti dalla stessa Irlanda, dall'Europa e dagli Stati Uniti. E un migliaio di musicisti si contenderanno, domenica 16 marzo, il 43° International Band Championship.

In linea invece con il tema “Saints and Scholars”, un altro gigante – San Patrizio – una statua alta oltre 4 metri, guiderà la “Parade of Patricks”; mentre centinaia di partecipanti travestiti da San Patrizio, tenteranno di battere il record del maggior numero di “Pats” presenti nello stesso luogo.

E, in occasione della festa nazionale, si può scoprire un’Irlanda minore, quella legata  ai luoghi frequentati dal santo: non solo Dublino, dunque, dove ora si erge la St Patrick's Cathedral,  ma anche a Tipperary – dove Patrizio battezzò il Re di Munster, mettendogli accidentalmente la punta del pastorale sul piede ed anche a Lough Derg, nella contea  di  Donegal,  dove Patrizio fondò un monastero.

Il St Patrick's Trail, un percorso automobilistico attraverso le contee di Down e Armagh, è un'odissea attraverso la sua vita, il suo operato e la sua eredità. Dalla città costiera di Bangor, uno dei primi centri cristiani di studio, il percorso conduce nel cuore del territorio di San Patrizio, dove il passato è tangibile in molti siti antichi.

Il percorso panoramico termina ad Armagh, fondata da Patrizio come capitale irlandese della cristianità. Oggi l'elegante città georgiana vanta due cattedrali, entrambe dedicate al santo.

informazioni@tourismireland.com

www.irlanda.com   

Per andare a Dublino ovviamente la soluzione migliore sarà Air Lingus, che porta alla scoperta della cultura delle città irlandesi, la bellezza selvaggia della costa e i magnifici scorci panoramici della campagna. Attraverso il sito web della compagnia aerea, è possibile acquistare i biglietti e scoprire le promozioni.

www.aerlingus.com

Tags:
irlandast patrick day
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.