A- A+
Viaggi
La vacanza del futuro? Grazie all'hi-tech la "provi" prima di prenotarla

Si riuscirà a sperimentare una vacanza direttamente dal divano? I robot si occuperanno in prima persona della prenotazione dei viaggi? Lo Spazio rimpiazzerà la Spagna come destinazione preferita a livello globale? Per rispondere a queste domande il sito mondiale di ricerca viaggi online, Skyscanner – in collaborazione con l’azienda inglese di ricerca The Future Laboratory – ha stilato un dettagliato rapporto su “Il Futuro del Viaggio nel 2024”.

Questa relazione è il risultato di un’approfondita ricerca e di una serie d’interviste effettuate con esperti in materia, tra cui spiccano: Professor Ian Yeoman, “futurologo del turismo”; Dave Coplin, Chief Envisioning Officer di Microsoft UK; Steve Vranakis, Creative Director del “creative lab executive” di Google; Gareth Williams, CEO di Skyscanner, Filip Filipov, Head of B2B e Alistair Hann, Chief Technology Officer dell’azienda.

Filip Filipov, Head of B2B di Skyscanner ha commentato il rapporto dicendo che: “Dalla nascita di Skyscanner, dieci anni fa, l’industria del turismo ha subito una grande evoluzione. Gareth Williams, il nostro CEO, ha avuto l’intuito di prevedere il successo dell’attuale mercato dei siti di ricerca viaggi e, dal punto di vista aziendale, continuiamo a sviluppare il nostro prodotto per accontentare le richieste dei consumatori guardando costantemente al futuro, poiché questo è nel nostro DNA”.

Il documento è diviso in tre sezioni che toccano gli elementi principali di quello che sarà “Il Futuro del Viaggio nel 2024”, partendo dall’ideazione del viaggio fino ad arrivare alla destinazione finale scelta.

Ecco la prima sezione del rapporto che descrive come aumenterà la personalizzazione nel processo decisionale della scelta di un viaggio, grazie all’utilizzo di ricerche semantiche e dei Big Data. Si indaga anche quale sarà l’impatto delle tecnologie emergenti, come la realtà virtuale e l’intelligenza artificiale, sulla pianificazione e la prenotazione di un viaggio. Sono inoltre analizzati gli strumenti tecnologici offerti da Google, Samsung, Sony e Apple e sono descritte le loro evoluzioni per diventare dei “Compagni di Viaggio Digitali” indispensabili.

Il rapporto infatti presenta ai lettori il “Compagno di Viaggio Digitale” – un amico virtuale che usa l’intelligenza artificiale per suggerire e prenotare i viaggi per TOM (“Traveller Of Millennium” ovvero il “Viaggiatore del millennio”). I viaggi non saranno sostituiti dalla realtà virtuale ma quest’ultima consentirà ai turisti la possibilità di ‘provare prima di acquistare un viaggio’. I turisti potranno vedere i luoghi, sentire i suoni e perfino percepire il paesaggio scelto.

Per Skyscanner inoltre il futuro sarà strettamente legato all’evoluzione degli strumenti tecnologici – come ad esempio i Google Glass, recentemente lanciati da Google – fino a ottenere un dispositivo mobile cosi piccolo da stare all’interno di una lente a contatto. Questo dispositivo permetterà di effettuare traduzioni immediate, abbattendo così le barriere linguistiche e la necessità di imparare un glossario di viaggio. Per scaricare e leggere il rapporto vai su www.skyscanner2024.com.

Tags:
viaggifuturoprenotare
in evidenza
Jo Squillo in burqa per le donne La protesta scade nel ridicolo

GF VIP 2021

Jo Squillo in burqa per le donne
La protesta scade nel ridicolo

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.