A- A+
Affari Europei
Ema, la battaglia entra nel vivo. Milano in corsa ma la favorita è Francoforte

La battaglia per Ema nel vivo, decisione il 20 novembre

E' entrata nel vivo, a poco più di un mese dal voto, la battaglia fra le 19 città europee candidate ad ospitare la futura sede dell'Ema, l'agenzia europea dei medicinali che deve lasciare Londra per effetto della Brexit. A Lussemburgo c'è stata una prima discussione "politica" a 27, alla quale ha partecipato per l'Italia il sottosegretario agli affari europei Sandro Gozi. Il voto è previsto al Consiglio Affari generali del 20 novembre, attraverso un meccanismo piuttosto laborioso che lascia prevedere tempi lunghi e contrattazioni fino all'ultimo.

Barcellona tagliata fuori dalla crisi in Catalogna

"Non sono né ottimista né pessimista - ha detto Gozi al termine della riunione - ma determinato a portare avanti la candidatura di Milano". Il sistema scelto per la decisione, secondo l'esponente del governo, "rende difficile sia la costruzione di alleanze sia far emergere le candidature migliori secondo i criteri tecnici. Noi ce la metteremo tutta per Milano e per una buona scelta nell'interesse del mercato unico e dell'Unione europea. Le buone scelte - ha aggiunto - si contano sulle dita di una mano". Si tratta, secondo i cosiddetti "criteri tecnici", delle "nordiche" (Amsterdam, Copenaghen, Stoccolma), più Vienna, Milano e Barcellona (penalizzata dall'attuale crisi catalana). 

Milano in corsa ma la favorita è Francoforte

Ma le questioni da sciogliere, dopo la prima valutazione delle candidature da parte della Commissione basata su 6 criteri, non sono solo quelle tecniche: ci sono anche gli aspetti più "politici" o "geopolitici", secondo i quali la sede dovrebbe andare in un paese che non ospita gia' un'istituzione o un'agenzia Ue. I giochi sono ancora molto aperti, e non esistono fronti compatti, neanche quello dei paesi dell'Est a favore di Bratislava. Nonostante Francoforte sia data per favorita, neanche sull'Eba la scelta è scontata, e potrebbe essere oggetto di "arbitraggi" nella fase preparatoria al voto del 20 novembre. Entrambe le partite si intrecciano infine con quella della presidenza dell'Eurogruppo, che dovra' essere giocata entro dicembre: l'attuale presidente Jeroen Dijsselbloem scade a gennaio.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
emamilanofrancoforte
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
La nuova Range Rover è stata svelata alla Royal Opera House di Londra

La nuova Range Rover è stata svelata alla Royal Opera House di Londra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.