A- A+
Home
Assunzioni ARPAL, FDI: 'Cassano smemorato, Emiliano fermi tutto'

La dichiarazione congiunta dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia, Luigi Caroli, Giannicola De Leonardis, Antonio Gabellone, Renato Perrini, Francesco Ventola e Ignazio Zullo, sulla gestione assunzioni ARPAL:

FdI Puglia1

“Il commissario - sempre straordinario e per questo illegittimo - dell’Arpal, Massimo Cassano, sembra cadere dal pero: non sa nulla delle 236 assunzioni avviate per i Centri per l’Impiego della Puglia dall’agenzia del lavoro JobItalia (con scadenza giovedì 13 novembre prossimo), nell’attesa del mega concorsone. Eppure il 9 novembre scorso (con determina n. 431) proprio Cassano ‘determina’, fra le altre cose: di procedere all’aggiudicazione del ‘servizio di somministrazione di lavoro temporaneo presso l’ARPAL Puglia, risultante pari nel massimo ad euro 5.553.414, 52, IVA inclusa, da aggiudicarsi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa a JOBITALIA spa, Agenzia per il Lavoro, la cui offerta tecnica ed economica è risultata congrua nella sua formulazione proposta".

ArPal logo

“A questo punto - prosegue la nota dei consiglieri Fd'I - nell’attesa che venga fatta chiarezza e che a Cassano torni la memoria, il presidente Michele Emiliano blocchi immediatamente la selezione del personale: abbiamo approvato una legge regionale che vietava (almeno fino al 30 settembre scorso) all’ARPAL le assunzioni attraverso il sistema di lavoro interinale proprio perché ci sarebbe stato il concorso pubblico.  Ora è pur vero che il Covid sta bloccando tutti le prove concorsuali, ma perché procedere con l’assunzione di 236 persone che saranno mandate via non appena ci saranno i vincitori? A meno che Emiliano non intenda procedere a stabilizzazioni degli amici e amici degli amici ed evitare le selezioni pubbliche che premiamo i più meritevoli?"

Concorso ARPAL Puglia

“Ma siccome quando si parla di ARPAL al peggio non c’è mai fine - incalzano da Fratelli d'Italia - Emiliano blocchi subito queste assunzioni, ma anche lo spreco di denaro pubblico che si avrebbe se è vero come è vero, che il commissario Cassano sta pensando di acquistare un immobile. Ci sono molti edifici pubblici che possono essere riutilizzati, perché sprecare i soldi dei pugliesi per acquistare da un privato (???) un nuovo edificio? Non solo, un commissario straordinario può compiere tale acquisto che non ha nulla di straordinario".

“Allora è arrivato il momento che Emiliano inauguri una nuova fase per la Puglia - conclude la nota - intanto nomini un direttore generale dell’ARPAL con pieni poteri e piene responsabilità. Uno che non scenda dal pero quando si fanno domande scomode”.

(gelormini@gmail.com)

Loading...
Commenti
    Tags:
    arpal assunzioni pugliamassimo cassanomichele emilianosmemorato fratelli italia consiglieri regionali
    Loading...
    in evidenza
    Royal family, Megan rivela "Ho avuto un aborto spontaneo"

    "Basta con i tabù"

    Royal family, Megan rivela
    "Ho avuto un aborto spontaneo"

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5, entrano 10 concorrenti. Giallo Gregoraci, Oppini e...

    Grande Fratello Vip 5, entrano 10 concorrenti. Giallo Gregoraci, Oppini e...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel Grandland X, nuovi allestimenti per il MY 2021

    Opel Grandland X, nuovi allestimenti per il MY 2021


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Coffee Break

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.