A- A+
Il cruscotto
LA MANCATA NOMINA DEL REVISORE

LA MANCATA NOMINA DEL REVISORE

Angelo2
 

Lo scorso 16 dicembre è spirato il termine per la nomina del revisore sia nelle società a responsabilità limitata sia nelle società cooperative.

Evidenzio che per le ragioni che più volte ho evidenziato, tratterò il tema riferendomi esclusivamente alla mancata nomina del revisore e non anche dell’organo di controllo (collegio sindacale o sindaco unico).

L’obbligo della nomina e il termine entro il quale doveva essere effettuata è stabilito dal D. Lgs nr. 14/2019 che con l’art. 379 ha variato l’art. 2477 del codice civile (c. c.) .

Per memoria l’art. 2477 dispone al 3° comma:

La nomina dell'organo di controllo o del revisore e' obbligatoria se la società:

a) è tenuta alla redazione del bilancio consolidato;

b) controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti;

c) ha superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti:

1) totale dell'attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro;

2) ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro;

3) dipendenti occupati in media durante l'esercizio: 20 unità.

L'obbligo di nomina dell'organo di controllo o del revisore di cui alla lettera c) del secondo comma cessa quando, per tre esercizi consecutivi, non è superato alcuno dei predetti limiti.

Una domanda nasce spontanea e cioè “cosa succede in caso di mancata nomina?”

vign29 12 copia
 

L’omissione può dipendere da due fattori:

  1. mancata deliberazione da parte dell’assemblea
  2. mancata convocazione dell’assemblea da parte dell’organo amministrativo.

Mancata deliberazione da parte dell’assemblea

Il codice civile non prevede una specifica sanzione per la mancata deliberazione da parte dell’assemblea, ancorchè regolarmente convocata e costituita se non quella più generale di “causa scioglimento per impossibilità di funzionamento o per la continuata inattività dell’assemblea” (art. 2484 comma 1° punto 3 e comma 3° c.c.) .

Di fatti, in giurisprudenza più volte si è utilizzato il principio di carattere generale ove manchi una specifica disciplina ed in ogni caso se l’assemblea non osserva specifiche disposizioni, in tale condotta è ravvisabile un grave difetto del normale funzionamento se non addirittura una inattività da parte della stessa.

Mancata convocazione dell’assemblea da parte dell’organo amministrativo.

Per questa seconda ipotesi, ravvisandosi una responsabilità da parte dell’organo amministrativo (consiglio di amministrazione oppure amministratore unico), i soci possono presentare denuncia al Tribunale (ex art. 2409 c.c.) il quale interviene nei modi e termini previsti dalla legge.

Le conseguenze più gravi sono quelle della sostituzione degli amministratori con la nomina di un amministratore giudiziario con determinazione dei poteri e della durata da parte del Tribunale medesimo.

A sua volta l’amministratore giudiziario, ricorrendone le circostanze e relazionando opportunamente al Tribunale, può promuovere azione di responsabilità nei confronti dell’organo amministrativo.

C’è da considerare anche un altro aspetto la cui importanza non è da sottovalutare.

Il primo comma dell’art. 2477 c.c. recita:

“L'atto costitutivo può' prevedere, determinandone le competenze e i poteri, ivi compresa la revisione legale dei conti, la nomina di un organo di controllo o di un revisore. Se lo statuto non dispone diversamente, l'organo di controllo è costituito da un solo membro effettivo.”

Orbene, se le società interessate intendevano nominare solo IL REVISORE avrebbero dovuto adeguare prima lo statuto, ove non fosse prevista tale figura, e poi procederne alla nomina, altrimenti, piaccia o meno, scatta l’obbligo della nomina dell’organo di controllo nella misura di un solo membro (se lo statuto non dispone diversamente sul numero dei componenti il collegio sindacale).

Preciso che il sindaco nominato deve avere anche funzioni di revisore, ove non si provveda diversamente.

Mi sono chiesto se sia ancora possibile adeguare lo statuto e provvedere alla nomina del revisore, anche se è spirato il termine del 16 dicembre 19.

Io sono convinto che fino a quando non intervenga un atto dell’autorità competente, è sempre possibile effettuare sia l’adeguamento che la nomina, in considerazione, anche, del fatto che prossimamente saranno emanate sostanziali variazione al D. Lgs 14/19.

Allo stato dell’arte staremo a vedere come si regoleranno le Camere di Commercio nel momento in cui, scaduti i 30 gg successivi al 16 dicembre (termine entro il quale gli amministratori hanno l’obbligo di comunicare al registro delle imprese la nomina dell’organo di controllo).

Per la registrazione della nomina del revisore viene usata la medesima prassi.

Nota: L’art. 2477 del c.c. ricade nel Titolo V (delle società) Capo VII (della società a responsabilità limitata) sez. III (dell’amministrazione della società e dei controlli) che appunto tratta delle società a responsabilità limitata, mentre per le società cooperative il collegamento con l’art. 2477 c.c. è disciplinato dall’art. 2543 comma 1 c.c..

Potete inviare i Vostri quesiti a: angelo@andriuloweb.it

Oppure all’Associazione culturale “Per saperne di più”: info@persapernedipiu.it

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    angelo andriulorevisorerevisionenominacollegio sindacalesanzioniadeguamentocontrollo
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    DS7 Crossback, sotto il cofano il nuovo motore benzina da 225 CV

    DS7 Crossback, sotto il cofano il nuovo motore benzina da 225 CV


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.