A- A+
Imprese e Professioni
Associazione Milano Vapore. "Tolleranza Alternativa" da Voltaire a oggi

L’incontro fra le associazioni Sant’Ambrogio Odd Fellows Switzerland e Milano Vapore, svoltosi a Milano all’interno degli spazi della Fabbrica del Vapore (lotto n°11- V&A), ha unito gli interessi comuni di più realtà sociali ed intellettuali lungo il filo conduttore condiviso della tolleranza.

TOLLERANZA ALTERNATIVA

Questa è stata analizzata attraverso molteplici punti di vista che permettano di scoprirla nelle sue differenti applicazioni: in ambito filosofico e politico, ma anche in quello sociale, religioso ed artistico. L’arte è, infatti, espressione disciplinata in cui la tolleranza si manifesta come profondo valore. Operando dunque nella sua funzione di accordo, permette un equilibrio concreto in tutte le accezioni possibili, siano esse nel campo dell’architettura o delle discipline olistiche, così come nella musica.

Lo scopo è stato quello di rivalutare, oltre la matrice illuministica, i campi in cui è possibile scorgere la tolleranza quale naturale dimensione di cui finalmente riappropriarsi senza pregiudizio alcuno.

Sono intervenuti Giampaolo Berni Ferretti, Presidente dell’ Associazione Milano Vapore; Dario Banaudi Architetto; Manuela Barabino Cantante Lirica; Marco Alibrando Direttore d’orchestra; Francesco Tarsia Ipnotista Costruttivista; i lavori sono stati aperti dal saluto del Presidente del Gruppo Di Forza Italia In Regione Lombardia Gianluca Comazzi, che ha ribadito l’importanza dei valori della Democrazia Liberale, del rispetto delle opinioni altrui e della necessità di reintrodurli nel dibattito e confronto Politico nell’interesse generale. La Conferenza è stata presieduta da Danilo Formaggia degli Odd Fellows.

Giampaolo Berni Ferretti con il Presidente onorario di Milano Vapore Maria Stella GelminiGiampaolo Berni Ferretti con il Presidente onorario di Milano Vapore Maria Stella Gelmini

Dichiara Giampaolo Berni Ferretti, Presidente dell’ Associazione Milano Vapore dopo la manifestazione: “E’ stato J. Benda a sostenere che le idee di Voltaire ispirarono la legislazione della Rivoluzione francese, quella della Terza Repubblica, e sono alla base della teoria della democrazia. E, in realtà, “i grandi principi dello stato laico, della sovranità popolare, dell’uguaglianza dei diritti e del dovere, del rispetto delle prerogative naturali degli individui e dei popoli, della necessità di una pacifica convivenza delle differenti opinioni nel seno della vita sociale, dei diritti imprescindibili alla libertà di pensiero, e dei vantaggi della libera critica;  la generosa e ottimistica idea di una lotta incensante contro i pregiudizi e l’ignoranza e di una fiduciosa propaganda per la diffusione della cultura, come strumenti essenziali per il progresso della nostra civiltà: tutti questi motivi, che erano pur stati agitati e trattati con maggiore e minore intensità da tanti scrittori del Settecento, e talvolta già nel Seicento o del Cinquecento, furono ripresi da Voltaire, rinnovati e sostenuti con un acume analitico così chiaro e persuasivo, con una ricchezza di riferimenti storici e di richiami polemici alla realtà contemporanea, con un vigore sintetico, una coerenza morale e un coraggio così assoluti, che la loro efficacia ne apparve moltiplicata ad un tratto; e si può dire che soltanto con lui cominciarono a far corpo e pesare in modo veramente decisivo”:  Possiamo dire che Voltaire fu un massone <virtuale>  tutta la vita.”

MILANO VAPORE

Milano Vapore Associazione nata nel maggio dell’anno 2000 e presieduta da Giampaolo Berni Ferretti ha come finalità quella di promuovere Milano nel campo dell'avanguardia e sperimentazione culturale a livello europeo. Il nome dell'associazione non richiama a caso quello della Fabbrica del Vapore, che la ospita. Quel prezioso spazio è stato restituito alla città grazie anche all'intuizione e all'impegno del presidente dell'associazione Giampaolo Berni Ferretti, che elaborò e presentò all'assessore Sergio Scalpelli e all'amministrazione comunale progetti e idee che hanno poi visto la luce e che rappresentano ancora oggi importanti opportunità soprattutto per i giovani. La documentazione sul progetto Fabbrica del Vapore. La relativa documentazione è consultabile online. (www.milanovapore.org)

ODD FELLOWS

Gli Odd Fellows sono un ordine laico ed illuministico. L’origine degli “Odd Fellows” risale probabilmente all’attività delle baracche di cantiere nell’Inghilterra del XVII secolo. La denominazione “Odd Fellow” è accertata per la prima volta a metà del XVIII secolo. Nonostante sia difficile risalire in modo esatto alle origini degli Odd Fellows, si suppone che, a differenza dei Massoni, essi, non associati a corporazioni, oppure lavoratori stranieri, e quindi persone con particolari difficoltà esistenziali e di contatto con la Massoneria, abbiano formato una loro propria associazione parallela, il cui scopo sarebbe stato il reciproco aiuto. La parola Odd significherebbe appunto i «particolari», oppure i «diversi». Nacque così l’Ordine iniziatico degli Odd Fellows che divenne, e si definisce tuttora, una catena mondiale di Fratelli. Particolari promotori dell’Ordine furono, per la Svizzera John Morse e Carl Imfeld, mentre per gli USA Thomas Wildey. Il nome stesso, tuttavia, non è spiegato in modo inequivocabile. Dobbiamo risalire alla radice, di origine latina, della parola “ordo”. Può essere tradotta con “ordine, ceto, posizione, onore e dignità”.

Questi concetti rivolgono l’attenzione ad una classe della società nell’antica Roma, i cui diritti e doveri erano ben regolati e seguivano determinate norme.

L’ordine laico si fonda su questo sistema antico.

Simboli specifici servono ai suoi membri per sottolineare lo stile di vita perseguito, definito dalle regole dell’ordine. Un ordine laico non richiede ai suoi aderenti una fede particolare. Inoltre non agisce in modo missionario né all’interno né verso l’esterno. Un Odd Fellow s’impegna ad orientare la propria vita secondo le regole dell’ordine che dovrebbero indicargli la strada per un perfezionamento etico.

Contemporaneamente riconosce la forma dell’Ordine strutturata in modo gerarchico e dichiara la propria volontà di inserirsi nella vita impegnata dei confratelli. La tolleranza è un comportamento fondamentale per l’Odd Fellow. L’Ordine fa riferimento esclusivamente a regole di comportamento etiche ed umanitarie.Amicizia, amor prossimo, veridicità sono gli obiettivi principali, verso i quali l’Odd Fellow è tenuto ad orientarsi.

L’Ordine favorisce inoltre la reciproca buona intesa tra i membri con un particolare accento sull’ospitalità. L’Odd Fellow tratta ogni persona con fiducia accettandola a par suo, fintanto che di questa fiducia non se ne abusi.

Ci si aspetta che ogni membro si attenga ai principi etici generalmente validi, e che a questo riguardo, da parte sua, aspiri ad un continuo perfezionamento.

L’Ordine intende aiutare i propri aderenti ad avvicinarsi a questi ideali. L’Ordine degli Odd Fellows è internazionale. Vi sono rami dell’Ordine negli Stati Uniti d’America, a Cuba, in Scandinavia, Olanda, Svizzera, Australia e Neozelandia. Un membro Odd Fellow viene accolto ovunque con cordialità, indipendentemente dalla provenienza.

L’Ordine è pure attivo nell’ambito di scambi internazionali di gioventù. L’Emblema degli Odd Fellows rappresenta un pezzo di catena formato da tre anelli; tre anelli rispettivamente di color bianco con la lettera F, blu con la lettera L e rosso con la lettera T, simboleggianti Friendship, Love and Truth, ossia Amicizia, Amore e Verità.

Commenti
    Tags:
    milano vaporetolleranza alternativavoltaireberni ferrettisant’ambrogio odd fellowsmaria stella gelmini
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La tecnologia Bosch a bordo della nuova Maserati Ghibli

    La tecnologia Bosch a bordo della nuova Maserati Ghibli


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.