I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Imprese e Professioni
Giornata della memoria. Il messaggio dell’Istituto Diplomatico Internazionale

NON DIMENTICARE LA SHOAH - 
NON TRASCURARE I SEGNALI D’ALLARME NELLA NOSTRA SOCIETA’

“La rimonta dell’antisemitismo e più in generale dell’intolleranza nel mondo sono segnali d’allarme che nessuno può trascurare”. Lo scrive il presidente dell’Istituto Diplomatico internazionale, avv. Paolo Giordani, rivolgendosi al Rabbino capo di Roma, professor Riccardo Di Segni, in occasione della Giornata internazionale della Memoria per le vittime dell’Olocausto.

idi

“Settantacinque anni fa, il 27 gennaio 1945 – scrive Paolo Giordani nel suo messaggio - le truppe sovietiche della 60.a armata entrarono ad Auschwitz e rivelarono compiutamente al mondo, per la prima volta, l’orrore del genocidio nazista. Da allora l’umanità è alle prese con un compito quasi impossibile, ripensare radicalmente se stessa, ed uno assolutamente ineludibile: non solo disobbedire all’ordine di cancellare ogni memoria della Shoah, impartito da Hitler ai suoi carnefici, ma vigilare costantemente perché l’abisso non si apra di nuovo sotto i nostri piedi".

La rimonta dell’antisemitismo nel mondo e più in generale dell’intolleranza sono segnali d’allarme che   nessuna persona responsabile, indipendentemente dal suo ruolo nella società, può permettersi di trascurare. A questo deve servire la Giornata internazionale della Memoria, istituita dalle Nazioni Unite con la risoluzione n. 60/7 del 1 novembre 2005.

“Coloro che non ricordano il passato – scrisse il filosofo George Santayana – sono condannati a ripeterlo”. Non sia mai.

Istituto Diplomatico Internazionale

L’Istituto Diplomatico Internazionale, Organizzazione Non Governativa (ONG) nata nel 1994, è un un ente morale, privato, indipendente, aconfessionale, apartitico, che persegue unicamente fini di utilità̀ sociale.

L’Istituto Diplomatico Internazionale opera nel settore della cooperazione internazionale per lo sviluppo umano sostenibile, in ossequio della Carta delle Nazioni Unite. Tutta l’attività viene svolta nel rispetto delle diverse culture, della tolleranza, della non discriminazione per ragioni etniche o religiose e attraverso lo studio e l’analisi dei documenti delle principali organizzazioni internazionali, in particolare coinvolgendo i giovani nella difesa dei valori della democrazia e della tutela dei diritti civili.

ecosoc

L’Istituto Diplomatico Internazionale è un organismo accreditato al Consiglio Economico delle Nazioni Unite (ECOSOC) con lo status consultivo speciale.

ECOSOC

Il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (detto anche ECOSOC) è l'organo delle Nazioni Unite con la competenza principale sulle relazioni e le questioni internazionali economiche, sociali, culturali, educative e sanitarie, e di coordinamento dell'attività economica e sociale delle Nazioni Unite e delle varie organizzazioni ad esse collegate.

Lo scopo del Consiglio è stabilito dall'articolo 62 dello statuto delle Nazioni Unite: programmare lo sviluppo economico e l'assistenza tecnica e finanziaria ai paesi meno sviluppati, nonché promuovere studi o relazioni su questioni economiche, sociali, culturali e sanitarie. Si compone di cinquantaquattro membri eletti ogni tre anni dall'Assemblea generale.

A cura di Paolo Brambilla - Membro dell'Istituto Diplomatico Internazionale

Istituto Diplomatico Internazionale
Palazzo Orsini - Piazza del Biscione, 95 - 00186 Roma
Tel.: +39 06 33975582 Fax: +39 06 96701591
Web: www.idi-international.org

Commenti
    Tags:
    giornata della memoriaistituto diplomatico internazionaleantisemitismopaolo giordani
    in evidenza
    Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

    Savelletri, Torre Canne e...

    Vacanza da sogno per i Ferragnez
    In Puglia tra masserie di lusso

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

    Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.