I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo libero
LIBRI/ Vasyl' Makuch, lo Jan Palach ucraino che si bruciò contro il comunismo

Bussa alla porta il trentesimo anniversario della eclissi sovietica. Nel 1991, dopo un "putsch balneare" post-comunista destinato alla sconfitta, i sudditi dell'impero di Lenin, Stalin e dei loro successori si risvegliarono alla libertà. L'incubo era durato 70 anni. Non tutto, purtroppo, a partire da allora sarebbe stato facile. Lo si vede oggi: lo sbocco attuale in Russia è il regime autoritario di Vladimir Putin (per non parlare di quello violento e repressivo di Aleksandr Lukashenko in Bielorussia). Eppure, durante questi 30 anni, all'interno dell'ex impero sovietico e nei paesi dell'ex Patto di Varsavia è stato almeno possibile lottare per le libertà personali e politiche.

Di quanto è avvenuto il merito spetta anche - e forse soprattutto - agli "eroi in fiamme", cioè a coloro che nel corso della dittatura si sono auto immolati con il fuoco per protestare contro la mancanza di libertà. Un libro che esce in questi giorni racconta la loro storia. "Eroi in fiamme" (edito da Pagliai) è scritto dal giornalista e scrittore Dario Fertilio, in collaborazione con Olena Ponomareva, ucraina di Kiev, e docente alla Sapienza di Roma.

Al centro della narrazione, che svaria da Occidente a Oriente mescolando con una tecnica singolare la materia storica e lo stile narrativo, c'è un personaggio straordinario: Vasyl' Makuch, eroe finora sconosciuto persino ai suoi stessi connazionali, poiché il suo gesto venne tenuto nascosto dalle autorità sovietiche. Nel novembre del 1968, a pochi mesi dall'invasione della Cecoslovacchia, Makuch si diede fuoco nella via principale di Kiev, in segno di protesta non solo contro l'aggressione militare a Praga, ma anche per la repressione di Mosca ai danni della nazione ucraina. Makuch morì poco dopo in seguito alle ustioni riportate, e la sua storia, insieme a pagine inedite del diario e alle fotografie di famiglia, appare ora in prima assoluta. Leggere "Eroi in fiamme" è un modo per rendere onore a un eroe sconosciuto, che sacrificò la sua vita quando il celebre Jan Palach - che si sarebbe ucciso per gli stessi motivi nella primavera seguente - non aveva ancora probabilmente nemmeno concepito l'idea del suo gesto estremo.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    putinlukashenko vince le presidenziali: imponenti proteste a minsk
    in evidenza
    Fine dell'Ue, terremoti, siccità... Nostradamus, le profezie 2022

    Che cosa accadrà il prossimo anno

    Fine dell'Ue, terremoti, siccità...
    Nostradamus, le profezie 2022

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


    casa, immobiliare
    motori
    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia

    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.