I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo libero
Mancini ha fallito l’obiettivo, dovrebbe dimettersi
L’Italia - che non si era qualificata a Russia 2018 – a Palermo perde 0-1 con la Macedonia del Nord (nella foto una fase della partita) e viene esclusa da Qatar 2022

La non assunzione di responsabilità è un atteggiamento diffuso e diseducativo

Uno dei grandi problemi educativi tra i ragazzi di oggi è sviluppare il senso di responsabilità e la consapevolezza che le proprie azioni hanno conseguenze. Chi ruba, violenta una donna e uccide, finisce in prigione.  Così, per fare un accenno alla ben più drammatica attualità, Vladimir Putin dovrà rispondere della distruzione e della perdita di vite umane causate dalla guerra che ha scatenato in Ucraina.

Un professionista che riceve un grande stipendio e fa un lavoro privilegiato, se fallisce l’obiettivo, dovrebbe dimettersi. Roberto Mancini è stato bravo a condurre l’Italia a vincere i Campionati europei di calcio nel 2020, aveva l’incarico di qualificare l’Italia a Qatar 2022, i Campionati mondiali che si terranno a fine anno nel Paese della penisola araba – per giunta dopo l’esclusione da Russia 2018 -, Mancini ha fallito, anche se l’umiliante eliminazione a opera della Macedonia del Nord non è colpa sua.

In Italia vige questo costume. Dopo l’eliminazione della Juventus dalla Champions League da parte del Villareal – non il Liverpool, il PSG o il Real Madrid - Massimiliano Allegri ha dichiarato: “Parlare di fallimento è disonestà intellettuale”. Ci sono leader politici che perdono le elezioni e rimangano in carica. Manager che non raggiungono traguardi di crescita e combinano disastri in azienda, che se ne vanno con stock option milionarie. Giornalisti che lasciano il giornale, trovano esiti negativi in un altro e poi tornano al primo. Uno dei pochi casi opposti che si ricordano, è quello di Gad Lerner, che si dimise appena dopo tre mesi dall’insediamento quale direttore responsabile del TG1 perché, pur a sua insaputa, erano andate in onda immagini di pedofilia che non potevano essere diffuse per ragioni deontologiche.  

 

Iscriviti alla newsletter





in evidenza
Ferragnez, dalle stelle al divorzio: c'è una donna dietro la rottura

E non è Selvaggia Lucarelli. Ecco chi è

Ferragnez, dalle stelle al divorzio: c'è una donna dietro la rottura


in vetrina
Mozzarella, la più buona è al discount: ecco i marchi migliori (e peggiori). Lista

Mozzarella, la più buona è al discount: ecco i marchi migliori (e peggiori). Lista


motori
Citroën, nuova C3 Aircross reinventa il mercato dei SUV compatti

Citroën, nuova C3 Aircross reinventa il mercato dei SUV compatti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.