A- A+
Costume
All'asta le case di Lucio Dalla. Tutti le vogliono, richieste boom

Mancano solo sette giorni al termine fissato per presentare le offerte di acquisto per i beni di Lucio Dalla messi in asta dagli eredi. Sono all’incanto, accessibile tramite Immobiliare.it, le due case bolognesi, e quella siciliana del grande cantautore. Nelle prime settimane, ogni giorno più di 1.000 utenti hanno visto la pagina dell’asta, il maggior numero di contatti sono arrivati da Milano, a seguire Bologna e Roma. Molti anche gli interessamenti dall'estero; in primis Francia, Svizzera, Germania, Argentina e Brasile. A valutare l'acquisto imprenditori, professionisti, ma anche famiglie. Curiosamente nessun personaggio dello spettacolo; perlomeno non ancora e non in maniera palese.

L’iniziativa, voluta dagli eredi di Dalla, ha il nome Spazi di Lucio e si concluderà il 2 ottobre 2014 con l’apertura delle buste contenenti le offerte. Ad essere messi all’incanto, sia pure con prezzo di riserva, sono anche le due unità immobiliari che occupano il secondo e il terzo e quarto piano in via d’Azeglio 15 a Bologna in cui viveva Dalla. L’appartamento del secondo piano, identificato con la sigla int. 25, ha una superficie complessiva di 214 metri quadrati e si compone di ingresso, un’ampia zona soggiorno caratterizzata da un camino, la cucina, due camere da letto, un bagno e tre terrazzi.

L’appartamento che occupa invece il terzo e quarto piano dello stesso stabile in via d’Azeglio 15, questa volta identificato con la sigla int. 15, misura complessivamente 220 metri quadrati e si articola in un ingresso che affaccia su un salone con doppio volume, un soppalco, una cucina piuttosto ampia, tre camere da letto, due bagni e un ripostiglio. Ultima delle proprietà immobiliari di Dalla che vengono messe in asta è la villa di Milo, in provincia di Catania. Questa proprietà, in cui il cantante era solito trascorrere le vacanze, misura 400 metri quadrati, in cui trovano spazio due saloni, una cucina di grandi dimensioni con soggiorno e camino, quattro camere da letto, uno studio, tre bagni e il locale lavanderia. In asta nello stesso lotto anche la dependance della villa (50 metri quadrati), un locale tecnico (45 metri quadrati), un magazzino (20 metri quadrati) e, soprattutto, il terreno circostante e il parco con piscina. Includendo anche questi elementi, le dimensioni complessive della proprietà di Milo arrivano a 21.000 metri quadrati.

Le visite, già prenotabili, verranno gestite dall’Agenzia Gabetti Bologna Centro e dallo studio immobiliare Rosa Property Consulting. La Casa-museo Lucio Dalla, che occuperà il primo piano dello stabile di Via d’Azeglio 15 e sarà finanziata anche attraverso questa iniziativa, permetterà a chiunque lo vorrà di tuffarsi nel mondo del grande artista scomparso, varcando la soglia della sua abitazione e vedendo con i propri occhi i luoghi in cui sono nati alcuni dei più grandi capolavori della musica italiana. La data di inaugurazione della casa museo sarà comunicata ufficialmente il prossimo autunno, in occasione del battesimo della Fondazione Lucio Dalla.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
astalucio dalla
in evidenza
Neve e gelo all'assalto dell'Italia Le previsioni sono da brivido

Meteo, offensiva siberiana

Neve e gelo all'assalto dell'Italia
Le previsioni sono da brivido

i più visti
in vetrina
Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!

Kendall Jenner sfida meteo, neve e gelo in bikini nero. Guarda che stivali!


casa, immobiliare
motori
Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano

Audi rinnova la  partnership con Cortina per valorizzare l’ecosistema montano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.