A- A+
Costume
Salento, allo studio un'ipotesi di candidatura Unesco

di Alessandra Peluso

Un ambizioso progetto, quello proposto dalla prof.ssa Anna Trono (Geografia economico-politica Università del Salento e responsabile scientifica del workshop): la presentazione di un workshop, ossia una visita di lavoro dal 28 al 31 ottobre 2015. Quattro giornate intense, nelle quali il gruppo di studiosi e scienziati scelti visiteranno il Salento, cercando di individuare i punti di forza e debolezza, le motivazioni per fornire un'adeguata valutazione in merito ad un'ipotesi di candidatura Unesco. Entusiasmo e determinazione emergono dalla mattinata, oltre alla consapevolezza di costituire un'identità forte, una terra, il Salento, che può rappresentare il ponte virtuale tra l'Europa e il Mediterraneo. A tal proposito, Anna Trono sostiene: "Il patrimonio culturale può essere leva fondamentale per la ripresa dei Paesi del Mediterraneo". Da qui, la convinzione di ospitare ventitré professori e studiosi provenienti da Argentina, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Francia, Israele, Italia, Portogallo, Senegal, Spagna, Svizzera e Ungheria, riuniti nella Rete UNESCO-UNITWIN Culture, Tourism & Development (di cui fa parte l'Università del Salento).

Guarda i dettagli del progetto

A prendere parte alla conferenza di presentazione del programma, con mission e vision incluse, c'è stata anche Ada Fiore, che ha ripreso il concetto di turismo culturale e turismo del pensiero attuato da Corigliano D'Otranto,  il paese più filosofico d'Italia; il prorettore prof. Domenico Fazio (Università del Salento); l'editore Congedo che da moltissimi anni oramai pubblica testi che mirano a valorizzare il territorio salentino; il prof. Raffaele Casciaro (Università del Salento), che ha parlato del Salento come di un polo d'attrazione che guarda al di là del mare. Il Salento merita il riconoscimento dell'Unesco, in quanto offre una polivalenza materiale e immateriale, un patrimonio artistico e culturale di una bellezza incantevole; inoltre, può far leva anche su un sincretismo o "ecosistema" culturale dei paesi limitrofi alla città di Lecce, come Carpignano Salentino, Galatina, Cavallino, i paesi della Grecìa Salentina, i cui assessori alla cultura erano presenti.
In conclusione, è stata lanciata nuovamente l'idea di un nuovo Umanesimo qui in terra salentina e una possibile cultura a vantaggio di tutti, da Giuseppe Colafati (Sindaco di Poggiardo).
Insomma, i presupposti ci sono tutti, affinché la rete accademica chiamata, valuti un dossier positivo che conduca a raggiungere l'obiettivo: "Salento candidatura Unesco".
TANTI CARI AUGURI SALENTO!!!   

 

Tags:
unesco
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?

Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.