A- A+
Costume
Divorzio breve pure in Italia. Non serve il giudice, basta l'avvocato

 A chi va il cane se si divorzia? "Si decide come fosse un figlio". Forum

Nasce il partito dei separati. "Una nuova legge per la famiglia"

In tema di separazione e divorzio, "l'intervento del governo e quello del Parlamento, se approvati, incideranno su profili diametralmente diversi. Il primo integra uno strumento stragiudiziale che, ove impiegato, evita ai coniugi di rivolgersi al giudice, mentre l'intervento d'iniziativa parlamentare non modifica in alcun modo la competenza del giudice, ma ha come obiettivo esclusivamente quello di anticipare i tempi necessari per proporre, sempre in sede giudiziale, la domanda di divorzio". A precisarlo e' l'ufficio stampa del ministero della Giustizia dopo alcune polemiche sorte ieri in seguito all'annuncio del ministro Orlando .

"L'intervento normativo che il governo si propone di adottare - spiega l'ufficio stampa - si innesta in una fase stragiudiziale governata da una convenzione di negoziazione assistita conclusa tra gli avvocati delle parti e, come tale, finalizzata a sottrarre alla giurisdizione i procedimenti di separazione e di divorzio di natura consensuale. La funzione portante dell'intervento e', pertanto, quella di ridurre il carico degli uffici giudiziari, consentendo alle parti di giungere alla separazione o al divorzio consensuale in tempi piu' rapidi, senza incidere in alcun modo, dunque, sull'intervallo di tempo che deve intercorrere tra la separazione e il divorzio e lasciando invariata sul punto la disciplina vigente, proprio al fine di rispettare le prerogative del Parlamento che se ne sta occupando con il testo di ddl in esame".

L'ANNUNCIO DEL MINISTRO ORLANDO SUL DIVORZIO SENZA GIUDICE - Accordi consensuali assistiti da avvocati, senza andare davanti al giudice. Con una sola eccezione: i casi con figli minori. Questo potrebbe essere il nuovo corso dell'Italia in tema di separazione e divorzi, su modello francese. Lo ha annunciato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, nell'ambito della riforma complessiva del settore, prevista nei prossimi mesi. Il guardasigilli ha parlato di un decreto per affrontare l'arretrato civile, che mira a favorire il ricorso alla via stragiudiziale per risolvere le controversie, attraverso procedure arbitrali e la negoziazione assistita da un avvocato.

LA POLEMICA - "E' auspicabile che il ministro della Giustizia riservi maggior rispetto alle prerogative parlamentari", dice il deputato FI Luca D'Alessandro osservando che "meno condivisibile e' il metodo di annunciare al Senato un disegno di legge relativo a tempi e modalita' del divorzio proprio mentre questa delicata materia e' in discussione alla Camera, tra l'altro nella direzione indicata di accelerare e snellire le procedure, che potrebbe arrivare in Aula gia' a maggio". "Capiamo bene la politica dell'annuncio di questo governo ma - riprende - ci aspettiamo una maggiore correttezza, anche perche', oltre al sottoscritto, relatrice del ddl sul divorzio breve e' anche un'esponente di spicco del Pd, Alessandra Moretti". "Se il governo intende proporre correttivi al ddl - conclude D'Alessandro - non vedo perche', nell'ambito dei rapporti di correttezza istituzionale, non possano esserci contatti con i relatori per intervenire su un testo il cui iter e' gia' in fase avanzata".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
divorzioseparazionegiudice
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.