A- A+
Costume
Fine del mondo vicina: tra 600 anni il mondo finirà, dice Stephen Hawking

Fine del mondo quando avverrà: tra 600 anni la terra sarà una palla di fuoco dice Stephen Hawking

 

Il professor Stephen Hawking avverte che "la fine del mondo è vicina" e la Terra potrebbe essere immersa in una "palla di fuoco" come nel Giudizio Universale.

Il genio dell’Università di Cambridge afferma che l'umanità ha meno di 600 anni di vita e dovremmo prendere esempio da Star Trek e "andare coraggiosamente dove nessuno è andato prima".

Hawking l’ha appena dichiarato in un video intervento alla 2017 Tencent WE Summit in Beijing, come riportato dallo stesso sito web dell'Università di Cambridge.

 

Fine del mondo tra meno di 600 anni: bisogna scoprire nuovi mondi dove trasferirsi

 

La fine del mondo è vicina, ne è convinto il professore Stephen Hawking che però vede una soluzione: trasferirsi su altri pianeti.

Stephen Hawking infatti guarda con speranza il Breakthrough Starshot, il programma scientifico volto alla ricerca di segnali provenienti dallo spazio e inviati da eventuali civiltà extraterrestri

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fine del mondo
in evidenza
Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

Nino Cerruti

Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid

Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid


casa, immobiliare
motori
WRC, Pirelli: “Tante incognite per la prima stagione ibrida”

WRC, Pirelli: “Tante incognite per la prima stagione ibrida”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.