A- A+
Costume
La colf? Ora si prenota con lo smartphone

Rivoluzione nel mondo delle pulizie domestice. La tecnologia irrompe anche nel settore dove hanno sempre contato più di tutto il passaparola e la conoscenza personale. Ora la colf si trova e si prenota online oppure tramite smartphone grazie ad Helpling, nuova "startup del pulito" approdata in Italia a settembre 2014, già attiva nelle principali città italiane. Grazie a una piattaforma online si può prenotare in pochi click un addetto alle pulizie direttamente dal computer o, ancora più comodamente, tramite applicazione disponibile per Android e iOS.

"I servizi basati sulla localizzazione sono la prossima grande tendenza nel commercio elettronico. Sempre più persone prenotano un autista, un taglio dal parrucchiere oppure ordinano una pizza a domicilio dai ristoranti locali utilizzando internet. Con Helpling, ora è possibile prenotare il proprio servizio di pulizia casa tramite internet, via pc o anche mobile", spiega Alberto Cartasegna, country manager per l’Italia di Helpling, a capo di una squadra di giovani professionisti di età compresa tra i 24 e i 34 anni.

I vantaggi di prenotare con Helpling sono numerosi: innanzitutto le nuove tariffe che, proprio dal 12 novembre offrono il servizo ad un prezzo ancora più conveniente, per i clienti  usuali infatti costa 10.90 euro l'ora, inoltre la garanzia di affidare la propria casa a professionisti del settore, lavoratori autonomi che svolgono la collaborzione in totale legalità e con copertura assicurativa.

Da pochi giorni, poi,  Helpling ha "spolverato" le proprie tariffe: ora è possibile avere un addetto alle pulizie professionale a soli 10.90 € l'ora (anzichè 12.50 €) in piena legalità. Più prenoti e meno spendi: questa la filosofia con cui la startup punta ad offrire ai propri clienti usuali un'esperienza di valore e più tempo libero ad un prezzo ancora più vantaggioso, nonchè la possibilità per i cleaner di aumentare gli appuntamenti grazie all'abbassamento dei costi per i clienti.

"Il nuovo adeguamento delle tariffe è pensato per tutti coloro che hanno la necessità e la voglia di avere un aiuto domestico ad un prezzo equilibrato e con le giuste tutele. Helpling permette infatti a tutti di avere a un prezzo competitivo un professionista del settore, lavoratore autonomo, con copertura assicurativa, rendendo così il ricorso al lavoro sommerso davvero superfluo", aggiunge Cartasegna.

La decisione è conseguente a un'attenta analisi del mercato italiano, che vede da un lato il 60% delle prestazioni di collaborazione domestica svolta da persone senza alcun tipo di contratto, con prezzi al ribasso e situazioni lavorative non tutelate sia a causa dell'assenza di coperture assicurative (il 44%* dei lavoratori interessati è stato infatti oggetto di infortunio sul posto di lavoro), che per la mancanza di garanzie di legalità che espongono entrambe le parti al rischio di sanzioni amministrative e pecuniarie.

Dall'altro lato, la decisione di assumere una persona mediante contratto di colf/badante espone il datore di lavoro a costi che le famiglie non sempre sono in grado di sostenere e che portano ad avere sempre più lavoro sommerso.

"Helpling è una startup che in pochi mesi ha compiuto passi veramente da gigante", commenta Benedikt Franke, co-founder di Helpling. "Da quando si è affacciata sul mercato tedesco a marzo 2014 è stata protagonista di una lenta ma costante crescita che l'ha vista approdare in altri 6 paesi europei (tra cui l'Italia) e in America Latina, ogni paese con le proprie caratteristiche. Le nuove tariffe sono frutto di attente analisi di mercato, l'obiettivo è quello di fornire un servizio di qualità che porti i clienti a non considerare preferibile il rischio di impiegare un lavoratore in nero".

 

Biografie dei founders
 
Benedikt Franke - Co-fondatore di Helpling, è responsabile del reparto di marketing e del settore finanziario. Insieme, Philip e Benedickt, hanno fondato nel 2010 il gruppo Latin American Media.
Benedikt è stato Direttore Operativo di MyCityDeals e Capo delle Risorse Umane di Rocket Internet. Dopo essersi laureato all’Università di Bayreuth e all’ESCP a Londra ha lavorato come associato di Boston Consulting Group.
 
Philip Huffmann - Co-fondatore di Helpling, è responsabile di prodotto e della gestione delle operazioni. Più recentemente è stato Capo Prodotto ad interim per StyleHaul (organizzazione della rete YouTube leader per Moda e Lifestyle).
Precedentemente Philip ha sostenuto diverse Startup (come fondatore e investitore) e ha lavorato come Responsabile delle Vendite per Gimigames. Philip ha studiato a Münster e Madrid.
 
 
Alberto Cartasegna - Co-founder e country manager Italia, classe ‘89. Nonostante la sua giovane età ha già svolto due significative esperienze in  The Boston Consulting Group (BCG) e nel 2013 per la Banca del Credito Cooperativo (BCC). In Helpling ha affiancato i due founders come business developer ed oggi è responsabile del lancio di Helpling in Italia in qualità di country manager, dove coordina un team di giovani professionisti.
Laureato in Economia all'Università degli Studi di Milano-Bicocca con il massimo dei voti, ha superato con successo il programma di studi della Kelly School of Business (MBA) in Indiana, Stati Uniti, sta concludendo la laurea specialistica in Management and Finance all'Università Commerciale Luigi Bocconi.

About Helpling - L'ultima startup di Rocket Internet, gruppo tedesco specializzato in piattaforme di e-commerce che ha lanciato importanti brand come Zalando, payleven e Groupon. Come fare in modo che le persone possano avere più tempo libero e una casa pulita ed accogliente? Dalla risposta a questa domanda nasce Helpling. Il lancio è in Germania a marzo 2014 e da allora la startup si è espansa in altri 6 paesi europei: Austria, Paesi Bassi, Francia, Svezia, Spagna e Italia, a cui si aggiunge anche il Brasile. In pochi mesi gli addetti Helpling, coordinati da un team complessivo di più di 150 professionisti hanno pulito più di 10.000 appartamenti in 140 città europee. 
 
 
*Fonte Censis, dati riferiti al 2013.

Tags:
helplingcolfsmartphone
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Britney Spears, è guerra con il padre: "Rivoglio la mia vita"

Britney Spears, è guerra con il padre: "Rivoglio la mia vita"


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.