A- A+
Costume
Lavoro a maglia? Il nuovo yoga. Fa bene alla salute. Boom pure fra gli uomini

Da Cara Delevingne a Julia Roberts sono tante le celeb che si dedicano al lavoro a maglia o all’uncinetto. Un hobby tornato alla ribalta che vede tra gli appassionati anche tanti uomini. Chi l'avrebbe detto, ad esempio, che anche Russel Crowe amasse sferruzzare? Non solo. Tra gli appassionati vip, ci sono anche gli attori Ryan Gosling e Nicholas Hoult.

Sbarca anche in Italia "We Are Knitters", che, partendo dall’antica arte del lavoro a maglia, lo ha trasformato in una vera e propria tendenza “fai da te”. 

I DATI - Il lavoro a maglia e uncinetto rappresenta un trend in permanente crescita che man mano si è imposto prima in Germania, poi in Francia e infine in altri paesi europei e, dal 2014, anche negli Stati Uniti. Oggi We Are Knitters vanta oltre 25.000 kit venduti in 20 paesi del mondo. 

IL RISULTATO - Un hobby che in precedenza era stato associato alle "nonne" oggi è diventato un "fashion statement": migliaia di persone hanno aderito alla comunità WAK (We Are Knitters), dando forza all’idea che il lavoro a maglia è molto più di un passatempo. È un modo di vivere, con abbigliamenti e accessori che diventano l'oggetto del desiderio di un pubblico sempre più giovane ed eterogeneo, che scopre “tutta la felicità in un kit”, come recita il claim del progetto.

BOOM FRA GLI UOMINI - Sono sempre più numerosi gli uomini che si stanno dedicando al lavoro a maglia. Tra l’altro, se si guarda alla storia, già in passato chi si arruolava nell’esercito o in marina doveva essere in grado di cucire, in vista di periodi di guerra, e, ancora prima, le corporazioni medievali del lavoro a maglia erano esclusivamente maschili. 

Una diffusione in corso già da vari anni,  come ha confermato al Telegraph "I knit", il negozio dedicato al knitting nato a Londra otto anni fa dal suo fondatore Gerard Allt. Se all'inizio gli uomini rappresentavano solo il 5% della clientela, qualche anno, alla fine del 2013, la percentuale era salita al 20. Lo stesso vale per la compagnia Rowan, che conta il 12% di clienti maschi. 

IL NUOVO YOGA - Economico, ecologico e facile, lavorare a maglia è anche un eccellente antistress, anticrisi e modo di socializzazione, viste le community e i raduni nati a riguardo e che aggregano milioni di persone in tutto il mondo.
 
Che far la maglia sia un hobby benefico per la salute lo testimoniano anche gli esperti a seguito di studi scientifici, che confermano senza ombra di dubbio come l’arte d’intrecciare i fili di un gomitolo migliori la concentrazione, riduca l'ansia e lo stress, aiuti chi soffre di depressione e alimenti l'autostima. Vuoi mettere la soddisfazione di realizzare con le tue mani un capo da sfoggiare?

Per qualcuno il lavoro a maglia è anche una nuova forma di meditazione o di yoga, grazie alla combinazione tra abilità manuale,  capacità ingegneristiche e attitudine al problem solving.

IL PROGETTO - WE ARE KNITTERS è un progetto nato a Madrid nel 2011 su iniziativa di María José Marín e Alberto Bravo. La storia racconta che durante un viaggio a New York City, mentre percorrevano la città in metropolitana, i due videro una giovane donna che si intratteneva lavorando la maglia con una grande palla di filato. Questa “visione” è servita loro da ispirazione, e così rientrati a Madrid, Marin e Bravo hanno dato forma alle loro idee avviando l’avventura imprenditoriale di WE ARE KNITTERS e invitando idealmente le nuove generazioni ad appropriarsi con modalità moderne di una tradizione che si è mantenuta viva per secoli e secoli. In soli 6 anni il brand si è trasformato in una marca internazionale, famosa per i suoi kit per maglia e uncinetto, per la qualità dei suoi gomitoli di diversi materiali e filati, ma, soprattutto, per aver creato online una comunità attiva, eterogenea e creativa di amanti del knitting e del DIY (Do It Yourself).

SALUTARE, ECOLOGICO E SOLIDALE - WE ARE KNITTERS Offre kit per realizzare abbigliamento per donne, uomini e bambini, ma anche per creare originali decorazione per la casa e accessori per il tempo libero. I kit WE ARE KNITTERS, acquistabili direttamente su www.weareknitters.it, arrivano in una busta di carta ecologica e riutilizzabile, vanno dai 53 ai 200 euro, e comprendono tutto ciò che serve: i gomitoli, i ferri di legno di faggio realizzati a mano, il pattern, l’ago da lana e l’etichetta WE ARE KNITTERS da applicare al prodotto finito. Queste proposte sono in differenti materiali: Lana Grossa, Lana Fine, Cotone Pima, Baby Alpaca, Lana Merino Superwash, Fettuccia e la nuova Capsule Collection Kit Lana Fina 100% PERUVIANA. Inoltre, WE ARE KNITTERS collabora attivamente con Cuore di Maglia, ONG che fa scarpine e cappellini, copertine e corredini per i bambini prematuri delle Terapie Intensive Neonatali di tutta Italia utilizzando i filati offerti da WE ARE KNITTERS.

 

 
 
 
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lavoro maglia tendenzalavoro maglia kit"we are knitters" progetto lavoro maglia
in evidenza
Barak, nuovo crack della serie A Milan in pole. Ma la Juventus...

Calciomercato

Barak, nuovo crack della serie A
Milan in pole. Ma la Juventus...

i più visti
in vetrina
Belen, "negrita" in bikini nero. Laura Chiatti: "Ma quanto sei bella?". Foto

Belen, "negrita" in bikini nero. Laura Chiatti: "Ma quanto sei bella?". Foto


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: On air in Italia il nuovo spot di Giulia e Stelvio

Alfa Romeo: On air in Italia il nuovo spot di Giulia e Stelvio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.