A- A+
Costume
Per vivere basta possedere 100 cose. Il resto? E' solo un peso

Sono 100 le cose di cui abbiamo veramente bisogno. Il resto è solamente un peso. A sostenerlo è il regista finlandese Petri Luukkainen, autore del documentario autobiografico “My stuff”, dove rende tutti partecipi di un suo particolare anno di vita, scandito da due semplici regole: accantonare in un magazzino un oggetto al giorno e non comprare nulla di nuovo. Un esperimento che si è trasformato in un invito: quello di ritornare all’essenziale per scoprire che le cose che possiedi non ti rendono felice ma sono, in fondo, solo una grande responsabilità.

Il film è uscito nelle sale cinematografiche inglesi la scorsa settimana e si appresta a sbarcare anche in Giappone. L’interesse suscitato a livello internazionale mette in evidenza come quello dell’eccessivo consumo sia uno dei principali problema della società occidentale. “Il mio intento era quello di incoraggiare le persone a riflettere su ciò che hanno e su ciò di cui invece hanno bisogno – spiega Luukkainen al giornalista Theo Merz del quotidiano britannico The Daily Telegraph – perché è qualcosa su cui neanche io avevo riflettuto prima di iniziare questo progetto”, senza tuttavia pensare che potesse suscitare tanto clamore. Anzi, il regista non si ritiene neanche particolarmente orgoglioso del suo lavoro. “Il mio unico problema era quello di avere troppe cose – continua il regista – e non credo ci sia niente di particolarmente nobile nel voler liberarsene per un po’”.

Così, è possibile non usare il frigorifero e conservare il cibo fuori dalla finestra o riuscire a creare una bicicletta senza doverla necessariamente comprare. Una scelta che si rivela dunque anche ecologica che non comporta nessun tipo di esclusione sociale. “Posso anche possedere meno cose rispetto agli altri – tiene a precisare il regista – ma continuo a far parte della vita sociale e urbana, con tutto quello che essa comporta”.

Fonte Redattore Sociale

Tags:
my stuffvitafilosofia

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.