A- A+
Costume
NekNomination, sfida all'ultimo drink. Il nuovo gioco mortale del web

Dopo il "knockout", la pericolosa tendenza scoppiata tra i giovani che consiste nel dare un pungo in faccia a un casuale passante e mettere il video in Rete, e dopo la dieta del cotone (anche questa frutto del passaparola sul virtuale), sui social network spopola un folle gioco che preoccupa molto. Si chiama NekNomination ed è un “Facebook drinking game”. Ovvero una sfida che i i giovani si lanciano attraverso il social network, mettendosi alla prova a bere quanto più gli riesce in condizioni estreme.

Un gioco pericoloso, in cui qualcuno ha perso la vita e molti altri ci sono andati vicino. Si beve a più non posso, si condivide su facebook la propia bravata e poi si tagga qualcuno in modo che in 24 ore realizzi a sua volta il suo video. Questa persona sfiderà un nuovo amico e così via.

I gestori di Facebook sono sotto accusa, ma un portavoce ha detto che il social network è una piattaforma attraverso la quale scambiarsi contenuti liberamente. “Non tolleriamo contenuti che possano ferire direttamente altri utenti - ha detto il portavoce - ma i comportamenti discutibili o offensivi non sono necessariamente contro le nostre regole. Incoraggiamo le persone a riportarci cose che secondo loro sono contro le nostre regole, così da poter esaminare e prendere provvedimenti”.

Secondo quanto riporta il quotidiano inglese “Mirror”, fino ad ora si contano almeno due vittime per le NekNomination. Jonny Byrne, 19 anni, il cui corpo è stato recuperato dal fiume Barrow a Carlow, Repubblica dell’Irlanda. Suo fratello ha iniziato una campagna su Facebook in cui chiede di fermare questa folle sfida. L’altra gvittima è Ross Cummins, 22 anni, trovato morto in una casa a Dublino. Si ritiene che abbia bevuto diversi drink la sera prima.

E ha rischiato la vita un 19enne inglese, ritrovato dalla madre in condizioni pietose. Per denunciare il folle gesto del figlio, la donna ha postato la sua foto sul web per protesta contro questo fenomeno. Il medico ha detto: “Oltre ai danni per l'alcol e al rischio di coma etilico il ragazzo ha anche rischiato di soffocare con il suo vomito”. 

planking 3Guarda la gallery - FENOMENI WEB/ Il "planking": sdraiarsi in luoghi insoliti, fotografarsi e mettersi sui social network

 

Tags:
nek nominationberealcolsocial network
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler

Scatti d'Affari
Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.