A- A+
Costume
Ross arriva anche a Milano: l'avvocato robot assunto in 6 studi

Costa al mese quanto un bravo collega in carne e ossa prende in un'ora, non si ammala, non fa ferie né pause e non ha famiglia. Lui è Ross, il primo avvocato robot che rischia di rubare il posto a decine di giovani legali. Non stiamo infatti parlando di un prototipo presentato a chissà quale fiera futuristica giapponese, ma della prima intelligenza artificiale sviluppata per comprendere e affrontare le cause legali, che nel maggio scorso ha debuttato in un grande studio americano e che, badate bene, è stata ora 'assunta' in ben sei studi milanesi.

La notizia è di quelle da far tremare i polsi ai gioani laureati in cerca di impiego e non solo, perché Ross è in grado di fare da solo, e in pochi istanti, il lavoro di giorni di cinque o sei colleghi umani, cui per ore tocca leggere e scartabellare centinaia di carte, atti, sentenze, leggi e delibere.

Ebbene, Ross fa tutto in pochi istanti. Il suo software permette di inserire la domanda nella forma usuale per gli avvocati e di vedersi immediatamente restituire la soluzione grazie all'eleborazione di milioni di dispositivi di legge, casi giudiziari, delibere e giurisprudenza varia.

Non solo: Ross ovviamente recepisce istantaneamente ogni tipo di contenuto: le nuove leggi, i nuovi provvedimenti e quant'altro sia prodotto in ambito giuridico. E ovviamente lo correla immediatamente con quanto già "imparato".

Ad inventarlo per Ibm sono stati due ragazzi californiani e ha immediatamente trovato lavoro in America presso la Baker & Hostetler, una delle principali aziende legali a stelle e strisce, che ne ha acquisito la licenza per gestire i processi di bancarotta. Di lì, negli Usa, si è diffuso a macchia d'olio. Ora ha debuttato anche in Italia.

"Gli poni le tue domande in inglese semplice, come faresti con un collega, e poi Ross passa in rassegna l’intero corpus legale e ti dà una risposta contenente una citazione e letture a tema a partire dalle leggi, dai precedenti legali e dalle fonti secondarie per metterti velocemente in moto", spiega sul sito a lui dedicato la Ibm. "Inoltre monitora la sfera legale senza interruzioni per notificarti di eventuali nuovi verdetti che possono interessare il tuo caso".

Insomma, un avvocato digitale a tutti gli effetti, senza i fastidiosi inconvenienti degli esseri umani, che rischia di fare strage di tutti quei giovani legali che, dietro le quinte tra codici e faldoni, fanno da sempre il lavoro 'pesante'. E' arrivata la rivoluzione 4.0.

 

Tags:
ross avvocato robot ibm milano
in evidenza
Gioiello di Pessina, Galles ko Ma ora è incubo Belgio di Lukaku

Euro 2020, super Italia

Gioiello di Pessina, Galles ko
Ma ora è incubo Belgio di Lukaku

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.